Blog: vietato toccare

vietato-toccare

A casa di mia zia, ereditata da mia nonna, questo cartello, anche se materialmente non esiste, è appeso davanti alla sua porta da sempre.

Cosa intendo?

Intendo che da quando mia nonna è passata a miglior vita, la casa è avvolta in un alone di precauzioni e proibizioni per tentare di lasciare l’appartamento come la nonna lo ha lasciato: non ci si può sedere sui soffici divani perché si rovinano, non si toccano i mobili perché restaurati, non si può fare nulla.

Natale si avvicina e quale regalo posso fare a una donna tanto maniaca dell’ordine?? 

Ci ho pensato su e alla fine ci sono arrivato: dei sottobicchieri di plastica per quando noi andremo a farle visita (settimanalmente). Spero che così capisca che anche noi abbiamo un limite alla nostra pazienza e quindi si comporti di conseguenza. Ovviamente, spero che comunque apprezzi il pensiero.^^

Pubblicato da

Austin Dove

Mi chiamo Antonio, sono uno studente della facoltà universitaria di Scienze ambientali presso Ca' Foscari a Venezia. Pur studiando materie legate all'ambiente, la mia passione è l'arte e quindi qui provo a condividere ciò che apprezzo e le mie riflessioni! Ciao!^^

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...