Medusa

medusa.jpg

Medusa è un personaggio della mitologia greca che testimonia la violenza e la vendetta degli dei quando gli uomini cadono nella ὕβϱις, la superbia.

Ho trovato questa donna mostruosa infinitamente triste e compassionevole, descritta da molti autori come brutta e crudele dopo essere stata una delle donne più belle al mondo e avere perso la propria bellezza per colpa della propria sfrontatezza e delle sue pulsioni, colpa gravissima nei confronti degli dei, simboli di ragione e perfezione; ma chi prima o poi non commette sbagli?

Ma lei chi è?

Medusa è una sorella, appartenente al gruppo delle Gorgoni, la cui storia è raccontata o anche solo citata da numerosi autori quali Esiodo, Omero, Eschilo e Apollodoro. Ovviamente le descrizioni non combaciano su tutti i particolari, alcune sono più fedeli a quelle più antiche, ma alcuni sono sempre simili: era «dal volto tremendo, dallo sguardo crudele» (Iliade, XI 36-37) e toglieva il respiro a chiunque la guardasse direttamente negli occhi. Interessante è il fatto che tutti gli autori si soffermino sulla morte di coloro che la guardano, non sui suoi capelli di serpenti.

In ogni caso, la storia di questa creatura è molto triste.

Apollodoro racconta tre versioni di questo mito. Nel primo le Gorgoni sono descritte come esseri mostruosi: «avevano il capo avvolto da squame di serpenti, zanne grandi come quelle dei cinghiali, mani di bronzo e ali d’oro con le quali volavano; tramutavano in pietra chi le guardava.»; qui viene uccisa dall’eroe greco Perseo grazie a un elmo dell’invisibilità e uno scudo riflettente tenuto dalla dea della saggezza Atena. La seconda versione è più corta ma più simbolica: a ucciderla è direttamente la casta dea della saggezza Atena, arrabbiata perché Medusa l’aveva sfidata a una gara di bellezza (non si sanno gli esiti ma si possono immaginare). L’ultima versione, quella più famosa che ha consacrato questa vanitosa, racconta la trasformazione dei capelli di questo splendore di donna in orridi serpenti sibilanti, sancendo così la sua fine.

Una versione del mito interessante che non ho trovato sul mio libro ma che mi ricordo è quella in cui Atena la trasforma in orripilante quanto letale creatura perché la sorprende nel proprio tempio ad amoreggiare con il seduttore Poseidone.

Tuttavia, non tutto il male viene per nuocere: anche lei ha fatto delle meraviglie! Infatti, Apollonio Rodio racconta che dalla testa decapitata da Perseo di Medusa uscirono serpenti maledetti (ok, forse non troppo positiva come progenie) ma secondo Apollodoro uscirono invece il cavallo alato Pegaso e il mostro Crisaore. Inoltre, una leggenda racconta che Medusa, già portatrice di morte e sofferenza, ci ha lasciato una delle più grandi meraviglie della natura: i coralli sarebbero stati arbusti marini prima che Medusa li guardasse.

Ma visto che i miti servivano a spiegare la realtà, cosa significa la sua simbologia?

Medusa rappresenta la pulsione spirituale ed evolutiva, la consapevolezza della colpa esaltata fino a diventare un’esasperazione malata in coscienza troppo scrupolosa e paralizzante, tale da togliere il respiro e capacità di reazione. Infatti, è proprio questo dispiacere che pietrifica le vittime di Medusa perché ella rappresenta l’immagine deformata di se stessi.

Fonti:

-Biondetti, L., Dizionario di mitologia classica: Dei, eroi, feste, Milano, Baldini&Castoldi s.r.l., 1999

-Chevalier, J e Gheerbrant, Dizionario dei simboli: Miti, sogni costumi, gesti, forme, figure, colori, numeri, Trebaseleghe, BUR_Rizzoli, 2015

-http://www.ilcerchiodellaluna.it/central_Dee_Furiose_demoni.htm

 

Pubblicato da

Austin Dove

Mi chiamo Antonio, sono uno studente della facoltà universitaria di Scienze ambientali presso Ca' Foscari a Venezia. Pur studiando materie legate all'ambiente, la mia passione è l'arte e quindi qui provo a condividere ciò che apprezzo e le mie riflessioni! Ciao!^^

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...