Covid19: testimonianza

Buongiorno, sono ufficialmente negativo! I risultati del tampone molecolare di fine quarantena mi sono arrivati il nove Novembre, vi sto scrivendo in quel giorno per dare la mia esperienza a chi abbia voglia di leggerla.

Tutto è iniziato con un forte mal di testa di mia mamma; così forte che aveva la nausea!

Per tutto il giorno è andata a lavorare con le dovute precauzioni. Alla sera aveva la febbre e ha dormito per tutto il resto della serata inappetente. Aveva pure la febbre a 37,2. Il giorno seguente, allora, chiama il nostro medico di famiglia e dopo una lunga conversazione da medico a medico, decide di andare a fare il tampone anche se sfrebbrata.

Dopo ore ad aspettare alla dogana per il rapido, ore in cui ha pure vomitato in un sacchetto. Le fanno il test rapido e la mandano a casa. Dopo neanche mezz’ora la richiamano e io la riaccompagno perché ormai veramente era uno straccio.

Dovete sapere che se uno viene richiamato, non deve farsi nuovamente la lunghissima coda di gente in attesa, ma ha una corsia preferenziale. Questo è un test che si fa al volo abbassando il finestrino della macchina. Lei fa il molecolare e io quello rapido. Torniamo a casa, il tampone mi aveva irritato abbastanza e non smettevo di starnutire!

Così, mia mamma va a dormire di sopra e io torno in camera: lei era positiva e probabilmente l’intera famiglia! Tuttavia, avevamo bisogno della conferma del rapido e quindi lei era in isolamento nel suo stesso ambulatorio, mentre noi attendevamo di sapere se io fossi positivo al test rapido.

Mi hanno chiamato, porca paletta se mi hanno chiamato.

Così, vado a fare il test molecolare mentre mi accompagnano mio papà e mia sorella per quello rapido. Di nuovo saltiamo la coda, ma questa volta ci rognano perché nessuno di noi ha il certificato medico; ovviamente, con una positiva in casa e ‘n altro in macchina (io) abbiamo bisogno del certificato, eh! Per fortuna, alla fine io faccio il molecolare e loro il rapido; quindi, andiamo a casa.

Come mia mamma, vado di sopra in attesa che richiamino i miei altri familiari. Ma lei dormiva, io, che ero bello pimpante, avevo: nintendo 3DS con Pokémon Mistery Dungeon Esploratori del Cielo, il mio libro sulle leggende del nord Italia e il telefono. Passa ancora più di tempo di me, quasi un’ora e mezza. Finalmente richiamano mio papà ma non mia sorella.

Quindi, io e mia mamma scendiamo. Lei va dormire, mia sorella si chiude in camera e io mi preparo la pizza, di cui avevo preparato la pasta nel pomeriggio. Mio papà ci mette ore, per il suo molecolare non c’era più personale e si era dovuto fare tutta la coda! In pratica, è arrivato mentre finivo di mangiare. Poi, anche lui è andato a dormire, io mi sono guardato Quartet.

Così, dopo tre giorni mia sorella è andata a fare il rapido una seconda volta, solo per essere richiamata subito dopo.

Da allora, fino a oggi, le misure sono sempre state le stesse: maschere sempre se non nelle proprie camere, quando si toccava qualcosa in bagno sempre pulire la superficie con un detergente, la lavatrice e la lavastoviglie si svuotano con i guanti, mai uscire di casa e comprare le cose tramite corriere pagando con le carte di credito e prendendo i prodotti lasciati sugli scalini dell’abitazione. Credo che il fastidio maggiore fosse pulire ogni volta le superfici del bagno, e ricordarsi cosa avessi toccato! Perché veramente non fai caso a cosa tocchi in casa tua!

Oggi finalmente stiamo bene tutti; o almeno stanno bene quelli importanti, LOL. No dai, poverina, quasi tutti.

Ma una cosa su cui è molto importante riflettere è la sintomatologia.

Mia mamma non aveva grandissimi numeri di febbre, anzi, da medico non credeva neppure fosse un sintomo. Non aveva crisi respiratorie ma un mal di testa così forte da farla vomitare a più riprese. Io non ho mai avuto mal di testa o perdita del gusto, ma invece forti scariche diarroiche dopo quasi ogni pasto. Mio padre mal di schiena. Quasi tutti, stranamente non me però, hanno perso il gusto dopo qualche giorno per qualche tempo.

Ma tutti siamo stati bene.

Ho voluto scrivere questo breve post perché vorrei esortare gli altri a seguire le regole nazionali e regionali e dire che io me lo sono preso anche se sono sempre a casa per studiare e prepararmi per gli esami che mi mancano prima di diventare fuoricorso.

Pensate a quello che fate, non è stato bello e nemmeno è stato bello vivere separati da mia sorella perché fino al suo tampone molecolare era l’unica non ufficialmente positiva!

Ciao!

Come mi sono sentito alcuni giorni

I miei film di Ottobre

Buongiorno a tutti e buona Festa dei Santi. Come state? Io bene, mi sento positivo verso il futuro e soprattutto l’attualità.^^

Come ogni primo del mese propongo la visione di cinque film scelti tra quelli che ho avuto il piacere di guardare durante il mese appena concluso! Quindi, senza badare alle presentazioni e ai convenevoli, ecco qui i miei consigli!

§X-Men. Questo film mi ha sempre appassionato perché la condizione stessa degli X-Men può essere presa come metafora di discriminazioni come razzismo, xenofobia e omofobia: infatti, loro sono persone come altre e caratterizzate da un’identità e un corredo genetico che ad altre persone, più intollerante, non piace. Inoltre, ho sempre empatizzato per la storia di Rogue, un personaggio tanto tragico e insicuro, piango sempre quando Wolverine la salva e le permette di succhiargli via la vita e di salvarsi. Il mio preferito film di supereroi, perché non è di genere supereroistico.

§Suspiria. Grande cult di Dario Argento che ho recentemente avuto il piacere di rivalutare dopo una noiosa visione alle superiori. Come sempre ho apprezzato il trucco e le scenografie, soprattutto perché in alcuni casi mi hanno ricordato quelle di The Shining, ma stavolta ho potuto apprezzare anche il mistero delle maestre che camminano di notte, il senso di pericolo mai mostrato, il ticchettio delle scarpe e quegli strani sospiri nella notte. Molto bello, mi ha conquistato.

§Beetlejuice. Vabbeh, ne ho recentemente parlato; ieri tra l’altro. Qui c’è l’articolo, andatevelo a leggere se non lo avete fatto, ci ho messo la vita in quello scritto e l’ho pure condito con un approfondimento su Tim Burton! E comunque, Beetlejuice doveva stare in lista avendolo visto come minimo tre volte solo ad Ottobre.

§Hysteria. Divertente film storico con un’ancora più sanguigna Maggie Gyllenhaal contrapposta a un’angelica Felicity Jones, parla romanzandola dell’invenzione del vibratore. E sì, se adesso è uno dei proibiti sex toys che tutti conoscono ma che nessuno cita in una conversazione, una volta era uno strumento medico per curare le donne troppo agitate, o solo vogliose di una sana scopata, dall’isteria. So che è puro contesto storico, ma ho trovato esilarante vedere le donne avere visibilmente gli orgasmi mentre i dottori affermavano che esse non potevano provare piacere senza la penetrazione fallica. LOL!

§Quartet. Molto elegante, condito da un cast stellare di attori e musicisti e cantanti lirici tutti vetusti e in grado ancora di infiammare gli spiriti. Qui regna sovrana Maggie Smith in splendida forma insieme a una bravissima Pauline Collins. Fa molto senso vedere questi arzilli vecchietti abbandonare le proprie case per andare in ospizio e comunque essere capaci di cantare e suonare cose che il 90% di noi si sogna (e manco quello), per poi ricordarci di essere vecchi con i loro problemi di memoria e corporali. Un film molto profondo sulla forza dell’arte e sulla capacità di perdonare, bellissimo.

Ecco qui. Volevo ringraziarvi perché lo scorso Ottobre è stato il mio secondo mese con più interazioni IN ASSOLUTO e quindi volevo ringraziare chi mi ha dedicato parte del suo prezioso tempo per leggermi e chi mi ha dato preziosi idee e consigli per migliorare sia i contenuti sia la Seo. Quindi grazie a tutti!^^

Ecco qui la scena che vi ho descritto, quante lacrime!

I migliori film di Agosto

Buongiorno e buon primo Settembre! Per quando leggerete questo post avrò appena sostenuto il primo esame scritto provato da casa e ci sarà da ridere. Come al solito, oggi vi auguro un felice e vi aggiorno sui cinque film più interessanti che ho guardato durante Agosto.

Prima di continuare, vi ricordo che ho un profilo Instagram che si chiama austindove_blog98 mentre la pagina Facebook in cui parlo con poche parole dei film visti e avviso dei miei post è questa qui: L’angolo della Colomba.

Fateci un salto se vi va.^^

Tornando alle cose importanti, ecco i cinque film che ho scelto per questa semplice lista! Tra di essi si nasconde anche una recente visione al cinema mentre altri sono più vicini alla mia data di nascita.

  • Hot Fuzz. Film parodia del genere prima giallo e quindi azione, è una brillante narrazione di un poliziotto che viene spostato in periferia da Londra per colpa dei troppi meriti sul lavoro; nella tranquilla periferia iniziano a esserci delle morti ma nessuno gli crede! Con un ritmo di narrazione e inquadrature ansiogeno, una serie di colpi di scena e uno splatter comico, questo è sicuramente un film da vedere assolutamente!
  • Emma. Nuova trasposizione del capolavoro della Austen, di cui ho letto solo P&P, l’ho adorata perché è chiaro il punto femminile: grande cura nei vestiti, il corpo mostrato è sempre quello maschile mentre quelli femminili sono più puri, ci sono grandi composizioni floreali e cura nei dettagli, molti palazzi hanno colori a pastelli molto chiari o rosa. Il tutto è molto geometrico, è una gioia per gli occhi; i costumi sono eccezionali. I personaggi più caratterizzati sono quelli femminili grazie a una grande espressività delle attrici e un grande lavoro sulle posture e l’andamento durante gli spostamenti. Bellissimo, davvero.
  • Space Jam. Grande classico in tecnica mista, da una parte i Looney Tunes, dall’altra grandi attori e atleti, tutti insieme per una splendida commedia citata pure ironicamente dalla grande Katy Perry. Che dire? Molto bello e motivazionale, è grandioso come siano riusciti in quegli anni a rendere così bene la miscela tra finto e vero, un po’ come Chi ha incastrato Roger Rabbit? ha fatto.
  • La maschera di ferro. Grande film in costume che ho adorato, adoro quando ci sono abiti d’epoca con tanti dettagli, le pietre incastonate, i merletti, le elaborate acconciature e le grandi gonne di pizzo. Poi la trama era veramente carina, il colpo di scena di D’Artagnan mi ha colpito tantissimo e ha spiegato la sua caratterizzazione, mi è solo dispiaciuto per Filippo alla fine…
  • Moglie a sorpresa. Esilarante commedia con Steve Martin e Goldie Hawn nei panni di due che, dopo una serie di eventi, si fingono sposati lei per campare e lui per riconquistare una vecchia fiamma. Goldie è stata fenomenale, una figa assurda in certe scene e porta sullo schermo una donna sognatrice e maestra di bugie che crea attorno a sé un castello di carte che pian piano ingloba anche il personaggio di Steve. Molto interessante che, alla fine, una delle tante bugie raccontate da Goldie su come si sono conosciute sia veramente il significato del film e di come finirà la vicenda!

Ecco, questi sono i miei cinque film di Agosto! Voi cosa avete guardato di bello?^^

la maschera di ferro gif

Austindoveblog: come trovarlo

elena-dante-gabriele-rossetti

Buongiorno, ispirato da blogger che seguo come Sam Simon, Daniele Artioli e Giovanni Di Rosa ho deciso di condividere punti misteriosi del mio piccolo angolo di relax: le chiavi di ricerca con cui i visitatori, abituali od occasionali che siano, approdano in questi disorganizzati ma magnifici lidi.

Com’è nato Austindoveblog?

Molti lo conosceranno come L’angolo di Tony, altri come Il blog di Tony; altri non lo conoscono affatto. Devo dire che durante gli anni il blog ha subito diversi cambiamenti, dalla grafica al nome stesso, anche se comunque l’indirizzo è sempre rimasto lo stesso.

Austindoveblog è nato dal mio nick Austindove, quando ero un vero affezionato dei forum. Austin deriva dal nome di un mio personaggio che pur essendomi molto caro non ha mai visto la luce in un racconto effettivamente scritto e mostrato a qualcuno; Dove invece deriva dal mio trascorso negli scout, dalla traduzione di tortora (che in inglese è turtledove) di cui ho mantenuto solo Colomba.

Posso dire che è cresciuto rispetto agli inizi?

Rispetto ad altri blog il mio è molto ma molto piccolo ma posso dire che mi dà molte soddisfazioni: con sole 13 mila visualizzazioni in quattro anni abbondanti, sono partito dalla fine del primo anno che avevo solo 555 visualizzazioni! Inoltre, è un blog gratis, senza un tema preciso e diretto da una sola persona nel suo tempo libero senza alcun guadagno o progetti per il futuro;  per me sono grandi numeri.^^

Quali criteri di ricerca aiutano la gente a trovarmi?

Ecco, siamo arrivati al vero topic del post: vi rivelo quali sono i post più ricercati, i temi più cercati e le chiavi di ricerca (e le queries) più originali! Buona lettura.

La keyword più cercata secondo WordPress:

 Sicuramente la più cercata è il Bivacco Marsini, almeno secondo i criteri di ricerca su WordPress: l’ho usata molte volte per spiegare alla gente come arrivare al mio blog, anche perché quello è stato il mio primo post a essere indicizzato nelle ricerche di Google! All’epoca fu una grandissima emozione, ma anche ora è bello scoprire che post dimenticati tornano alla ribalta grazie alle ricerche di Google!

La keyword più cercata secondo Google Search Console:

Questa invece mostra quanto il mio post abbia avuto la fortuna di nascere al momento giusto e con gli ashtag giusti: infatti, esso vanta le 200 visualizzazioni superate in meno di un anno! Eh sì. Sto parlando del mio post sul Forum dei brutti, post al quale ho anche ricevuto un commento indignato da uno che ha difeso quel malato forum a spada tratta! Incredibile! Comunque, ringrazio ovviamente tutti gli avventori per approfondire l’argomento, di certo io non mi lamento.

Le parole di ricerca per After:

La mia recensione di After mi ha divertito non poco, sia per la scrittura del post sia per la lettura dei commenti di chi mi seguiva al tempo; inoltre, l’articolo è uno dei pochi che ha superato le 200 visualizzazioni riguardanti le recensioni di libri in senso stretto. Credo che questo successo sia dovuto ovviamente alla fama del libro, alle controversie che ha scatenato e ovviamente ai film che ha scatenato sulla Terra. Ovviamente, ecco qui le queries più divertenti:

  • il diario di after
  • after attori tessa e hardin ne parlano scene imbarazzanti
  • ancora non ci credo ehm a che cosa che sei mia, non ricominciare… io non ti merito after film
  • after book pagine hot
  • frase porno after
  • after blog
  • after libro scene hot
  • blog after
  • after libro parti hot
  • after capitoli hot
  • frasi hot del libro after

Da notare che la gente, nelle sue ricerche per trovare pagine riguardanti questo capolavoro, ne esalti il lato propriamente artistico.

Il rapporto con la cinematografia erotica e porno:

Un’altra grande sezione di queries riguardano la mia recensione di un libro molto interessante che avevo letto mesi fa: la mia Guida al cinema erotico e porno. Purtroppo per molti vogliosi, gli ashtag e il titolo del post sono stati malandrini e, testimoni le queries divertenti, molte persone cercando un buon porno con cui svagarsi hanno trovato il mio blog. Quindi, bando alle ciance, ecco le queries relative al genere erotico e porno che ho trovato legate al mio piccolo blog:

  • porno erotico
  • porno al cinema
  • erotico porno
  • porno guida

Ok, forse alcuni cercavano veramente una guida cinematografica; ma mi pare strano che le ricerche per questo argomento si siano impennate durante la quarantena!

La mitologia classica piace molto a Google:

Uno dei grandi argomenti del mio piccolo ma stupendo blog è la mitologia classica. Questo amore nei suoi confronti è nato fin da piccolo, quando iniziai a leggere un dizionario di mitologia classica e mi immaginavo le leggende che narrava per ogni singolo personaggio. Quindi, creato il blog, ho deciso di parlare anche di mitologia, sperando che il mio interesse si notasse e potesse aiutare altre persone ad approcciarsi ad essa come feci io molti anni fa. Comunque, noto con piacere che di questa tematica un post ha raggiunto le 200 visualizzazioni (quello su Elena di Troia) e che le ricerche di Google pian piano stanno raggiungendo tutti i miei piccoli approfondimenti!

  • l’eredità troia (credo sia una combinazione tra due titoli LOL)
  • elena la troia
  • santuario di delfi
  • idra simbolo
  • ciclo tebano
  • il santuario di delfi
  • il ciclo tebano
  • blog mitologia
  • alcesti
  • minotaur
  • ippolito incoronato
  • circe la mutò in mostro
  • elena di troya
  • elena moglie di menelao
  • elena (mitologia)
  • elena di troia
  • elena figlia di zeus
  • minotaur 2006
  • elena di troi
  • si nomina con scilla
  • elena din troia
  • elena rapita da
  • ciclo tebano sofocle
  • la figura di elena
  • santuario apollo delfi
  • guerra di troia elena
  • euripide ippolito incoronato
  • medusa
  • pitone custode zeus
  • mito del minotauro

Tutte queste queries mi riempiono di gioia; oltre al fatto che se non le elencavo non notavo che probabilmente questa sezione di post è quella ricercata con la più ampia variabilità di parole e l’estrema flessibilità di Google (tutte queste hanno prodotto un link al mio blog)!

Batman Arkham e Pokémon come saghe videoludiche sovrane delle mie ricerche di Google:

Grande appassionato di Videogame, ogni tanto posto un piccolo post riguardante una minirecensione o un approfondimento; vedo che normalmente questi post vengono ignorati dai miei followers di WP (non è possibile che questi articoli facciano massimo 20 visualizzazioni e le tag minimo 50) ma comunque sono apprezzati a livello nazionale e certe volte globale! Infatti, secondo me, nella grande era dei videomaker mancano guide semplici e visivamente veloci per giocatori che non hanno tempo da perdere; e qui entro in gioco io, con articoli come le squadre con cui ho superato le trame dei videogiochi Pokémon! Ovviamente, ecco qui le queries:

  • pokemon platino
  • squadra perfetta per pkmn ss
  • batman arkham origins difficile
  • pokémon soul silver squadra perfetta
  • poison ivy arkham
  • arkham city i boss piu difficili
  • pokemon soul silver squadra perfetta
  • la squadra perfetta per soulsilver
  • batman arkham boss difficili
  • arkham city i boss piu diffcili
  • pokemon giallo squadra
  • squadra pokemon soul silver
  • spiderman amici o nemici
  • squadra soul silver
  • batman arkham poison ivy
  • poison ivy batman
  • squadra ideale pokemon soul silver
  • pokemon soul silver squadra
  • pokemon soul silver squadra forte
  • come battere deathstroke batman arkham origins

Qualcuno ha bisogno di consigli per la squadra adatta a Pokémon Soul Silver?

Il mio rapporto con Il libro della Giungla:

Come ultimo grande argomento, ho scelto il Libro della Giungla. Di esso, ho letto in italiano i due grandi libri di Kipling, ho ascoltato l’adattamento scout e ho visto i film. Su Google è rimasto il mio approfondimento sulla figura di Kaa, il mio primo post a raggiungere e superare le 300 visualizzazioni! Giusto per concludere, ecco le queries riguardanti questo grande e ancora non ben discusso argomento:

  • kaa
  • il libro della giungla kaa femmina
  • che serpente è kaa
  • kaa libro della giungla
  • kaa disney
  • serpente kaa
  • il libro della giungla kaa
  • the jungle book
  • il serpente del libro della giungla
  • mowgli e kaa
  • kaa nel libro della giungla
  • libro della giungla kaa
  • serpente kaa libro della giungla
  • kaa e mowgli

Conclusioni

Cosa mi dicono queste classifiche, queste queries? Cosa rivelano le mie statistiche? Secondo me, affermano la mia totale incompetenza nel mondo del cinema: dove ho fatto i numeri più grandi, senza contare liste e tag che sono pensate per farsi notare, parlavo di letteratura. Diversi temi letterari, ma sempre riconducibili al mondo dei libri.

Per chi vuole cimentarsi, nomino:

E voi? Quali sono i vostri punti forti? In quali queries siete più cercati? Intanto, vi dico ciaone!^^

Immagine pkmn natalizia006

Liebster Award Tag

Un evento eccezionale è avvenuto: nel giro di sole 24 ore, sono stato nominato da due blog diversi per la stessa tag! Un record che non avevo mai ottenuto, è molto strano ma fa anche molto piacere! I due blog sono Fritz Gemini e Dia43. Grazie mille!

bones

Ecco le regole del Liebster Award:

  • Ringraziare il blogger che ti ha nominato, fornendo anche il link al suo blog
  • Rispondere alle 11 domande ricevute (nel mio caso sono 22 domande)
  • Nominare altri 5-11 blogger
  • Chiedere 11 domande ai blogger nominati
  • Avvisare i blogger che sono stati nominati

E senza timori, ecco le 22 domande a cui devo rispondere!

  1. Cosa provi quando scrivi per il tuo blog?
  2. Quale e’ stata la causa scatenante che ti ha portato all’apertura di un blog?
  3. Pensi ai tuoi anni passati a scuola. Quali reputi essere stati i migliori e i peggiori anni e perché?
  4. Quale e’ stato l’insegnante che ti ha trasmesso qualcosa che ritieni ancora oggi importante? E cosa ti ha trasmesso di cosi’ importante?
  5. Tornassi indietro, reputi che la scuola possa essere migliorata? Se si, dove?
  6. Tra gli incontri più importanti della tua vita, ce ne sono stati sicuramente almeno 3. Quali sono stati?
  7. Nel visitare una città o una zona d’Italia, c’e’ stato un posto che ritieni avere un’energia particolare che entra in sintonia col tuo Sé più profondo? Se sì, quale e perché?
  8. Visitando altri luoghi fuori dall’Italia, hai notato delle cose che ti fanno notare che il nostro paese sia indietro? Se si, in quale settore?
  9. Un desiderio della tua vita che non hai ancora realizzato. Qual e’?
  10. Hai la possibilità di prenderti un anno sabbatico. Cosa faresti?
  11. Per cosa ti piacerebbe essere ricordato?
  12. Qual è l’argomento preferito del tuo blog?
  13. Perché il blogging è importante di questi tempi?
  14. Potevi cominciare prima a fare il blogger?
  15. Qual è il tuo libro preferito e perché?
  16. Qual è la tua cucina preferita?
  17. Qual è la caratteristica che senti delle persone che hai vicino?
  18. Perché la realizzazione personale è importante?
  19. Di cosa sei grato?
  20. Cosa ti dà ispirazione nello scrivere il tuo blog?
  21. Qual è il tuo motto?
  22. Se potessi cambiare qualcosa, cosa sarebbe?

E poi, dopo anni a trascrivere le domande che non erano in lista, ecco i secoli per rispondere a tutte! Ci vediamo dopo le mie risposte, se sopravvivo! xD

  1. Soddisfazione, ecco cosa provo. Scrivere per qualcosa che ti piace e poi vedere che una qualche reazione è capace di suscitarla nella gente è sicuramente appagante. Infatti, i post che mi soddisfano di più li stampo, ci scrivo un’introduzione e li conservo in buste di plastica per il futuro, per quando cancellerò il blog o una tempesta magnetica manderà in tilt il nostro Internet.
  2. Mi ero iscritto a un forum di scrittura, il Creepy Pasta Forum (non so se si nota nel mio genere di racconti),  e vedendo cestinati molti miei racconti in cui credevo volevo trovare un posto in cui condividerli anche se brutti. Quindi è nato il mio blog su BlogFree, dove ho tre sezioni di racconti: miei brutti, miei riusciti e altrui.
  3. I peggiori senza dubbio alle medie: grassottello, in un paesino che non conoscevo (la scuola a due passi da me aveva un pessima fama) e pure bullizzato il primo anno; credo che il mio carattere schivo e diffidente si sia formato là. I miei migliori sono riguardanti la prima, la seconda e la terza liceo, quando ho iniziato ad aprirmi di più, a fare nuove esperienze e ad approcciarmi alla scrittura; bellissimi prof, simpaticissima quella di storia dell’arte!
  4. Credo il mio prof di italiano delle medie. All’epoca ero fortemente osteggiato nella mia scelta di andare al classico, sia dai miei genitori che dai miei professori, nessuno credeva fossi abbastanza resiliente o propenso allo studio; l’unico che mi ricordo mi abbia vistosamente appoggiato è stato lui, dicendo: scegli la scuola che preferisci, se non ti piace o è troppo difficile, fai sempre in tempo a cambiare.
  5. Ehm, indietro… Sono troppo giovane, ma secondo me è peggiorata. Aule sempre più affollate, bagni abbastanza schifosetti e insufficienti aule didattiche. Nononononono.
  6. Il primo è stato sicuramente quello con mamma e papà, alla mia nascita. Il secondo potrebbe essere stato con una mia vecchia amica che vedo da quando ero piccolo perché entrambi figli di amici di un corso di matrimonio. Il terzo boh, con il mio riflesso allo specchio; vale?
  7. Roma, oserei dire. Ci sono stato quattro volte: due coi miei, una con gli scout e una con il liceo. Molto calda, piena di antichità, è una metropoli ed è uno dei centri artistici d’Italia. Meglio di così?
  8. Beh, l’Italia dal lato della comunità LGBT è sicuramente indietro e anche dal lato religioso; altrove anche in piccole città ho trovate locali gay; a Malta la mistura di religione era miscela in modo squisito; solo in Italia si parla di cristianesimo anche se non penso sia considerata religione di stato. In Italia le lingue straniere le sanno in pochi, altrove (Inghilterra, Grecia, Spagna e Malta) l’inglese è preponderante.
  9. Potrebbe essere avere una relazione stabile, parlando di cose realizzabili.
  10. Andrei in America, a visitare i grandi divi del cinema e i posti più famosi. Dev’essere molto interessante, hanno una concezione di cinema molto diversa da quella italiana.
  11. Beh, anche solo per il volontariato: ho speso mesi per quei mocciosi, potrebbero anche solo ringraziare! A parte gli scherzi, per un’opera di intrattenimento, mi piacerebbe molto.
  12. La mia persona. Purtroppo, è l’unica costante, anche se è brutto da dire! xD
  13. Perché con tutti questi social ti obbliga a riflettere e capire cosa vuoi comunicare e come farlo: siamo miliardi di persone, troverai sempre qualcuno più bravo di te a spiegare e quindi devi capire in cosa ti devi differenziare.
  14. No. Qui vi ho postato i miei primi cinque post. Se all’epoca ero così, figuriamoci prima.
  15. Vado molto a periodi: alcune volte avrei detto la saga di Eragon, poi Percy Jackson, poi Harry Potter, poi Starcrossed, poi Dracula, poi le mie guide al cinema porno e horror, poi… Ma tenendo a mente una frase presa da Il diavolo veste prada (Hai una relazione con chi prendi tutte le sue telefonate) direi il mio amato Dizionario di mitologia classica, lo consulto da quando ero bambino.
  16. Cucina italiana, non vegana e molto basata su proteine animali e carboidrati.
  17. Tutti stronzi. Per fortuna che ci sono che rischiaro il mondo.
  18. Siamo animali. L’unico scopo della vita per un animale è figliare e salvare la continuità della specie. Ora che i figli iniziano a scarseggiare, almeno noi dobbiamo realizzarci nella vita sennò siamo veri falliti.
  19. Sono grato di esistere, di vivere in moderata agiatezza in uno spazio geotemporale tranquillo senza guerra o povertà. Ho il mio pc, la mia casa, il mio cane e genitori da convincere per cose da fare per cui dovrei alzarmi dal divano. Meglio di così?
  20. I film che guardo, i libri che leggo, i videogiochi che mi intrattengono, le leggende con cui sono cresciuto e gli eventi che mi sconvolgono!
  21. Relax, troverai sicuramente qualcuno che lo fa al posto tuo.
  22. I miei problemi intestinali, non sapete che vuole dire avere sempre gas in addome, essere vincolati al bagno, dovere stare attento a ciò che mangio e non potere mangiare i dolci che mia sorella prepara, dovere prendere pastiglie contenenti enzimi che al massimo rallentino di qualche ora la mia corsa al bagno, stare in bagno ore, avere diverse scariche in un solo giorno, avere continui esami del sangue, delle feci, dell’urina, del colon e del retto, per vedere se ho batteri in gola o grafie varie per le dimensioni degli organi. Veramente, se faccio quelle veneree, di visite, le ho fatte tutte riguardanti i prelievi.

Bene, ho finito di rispondere. Avrei dovuto mettere le prime domande come ultime perché erano complicate e fare 22 risposte originali di fila è sicuramente sfiancante. Ma ce l’ho fatta. Ovviamente, il tutto è condito con ironia e quindi non è da prendere il 100% come vero. Ora, devo pure pensare alle mie di domande; vabbeh, visto che ho sofferto, faccio soffrire anche io! LOLLONE!

Domande che propongo:

  • Secondo te, perché due donne che si baciano è socialmente accettato e guardato da milioni di utenti, ma due uomini che si baciano provoca sdegno e insulti?
  • Come hai conosciuto il mio blog? Ti danno fastidio i miei commenti scritti nel linguaggio messaggistico?
  • Weinstein è un molestatore; Allen è accusato di pedofilia; Polanski è condannato per violenza su una minorenne. Sono indubbiamente dei geni nel loro settore. Secondo te, è meglio condannare all’oblio questi uomini e privarci delle loro opere d’arte o scindere il film dal suo autore?
  • Se dovessi descrivere una leggenda della mitologia classica, chi sceglieresti? Perché?
  • Cosa ne pensi delle cantanti pop? Per esempio il classico confronto tra JLO e Mariah: per essere considerate grandi cantanti hanno bisogno di arrivare a note che manco i cantanti lirici o è anche questione di immagine e doti di iconicità?
  • Se un film prende il nome del libro ma non ne rispetta i valori fondamentali, lo sapresti apprezzare avendo letto il libro? Quanto è liberatoria la volontà di derivare un film liberamente secondo te?
  • Se smettesse di esistere l’Internet cosa succederebbe?
  • Sei a favore o meno dello Scautismo? Come movimento è molto importante e aiuta a crescere i ragazzi che ve ne fanno parte, anche se i numeri in Italia (almeno dalle mie parti) non sono incoraggianti. Spingeresti tuo figlio a parteciparvi?
  • Ecco un altro argomento che se mi leggete da un po’ avete capito che mi interessa a livello artistico. Secondo te, il cinema porno è considerabile arte o è al pari della prostituzione? Mi interessa una bella argomentazione.^^
  • Ora (mentre scrivo questo, passerà un pezzo per la pubblicazione) sto leggendo Lovercraft; all’epoca deve avere fatto molto scalpore ma adesso i suoi mostri sono entrati nell’immaginario collettivo e li trovo classici, superati pur riconoscendo una qualche somiglianza collettiva e fisiognomica. Mi potresti descrivere un tuo mostro originale e secondo te mai visto da altri? Come te lo immagini? Una bella risposta visiva in un blog scritto!
  • Qual è il post del tuo blog che ti ha deluso maggiormente? Perché ha floppato con il tuo pubblico, perché rileggendolo ti sembrava fosse venuto meglio, perché non rispecchia più quello che sei ora.

Bene, e anche questa è fatta. Ora tocca alle nomination. Esplodo ma ce la farò.

10 Nomination:

  1. Gaialor95
  2. Delirium Corner
  3. AAdolescenza
  4. Il verbo leggere
  5. Il Zinefilo
  6. Alix attraverso lo specchio
  7. Sam Simon
  8. Serial Escape
  9. Sandro Piri

Ecco, ce l’ho fatta. Questa è stata una delle tag più ardue da completare ma sicuramente molto interessante! Ringrazio chi mi ha nominato. Ovviamente chi ho taggato sono tutti blog che seguo per cui sono da tenere d’occhio. Ciaone, dopo questo vado a riposare nella mia comoda bara.

alcesti01-800x444
La povera Alcesti rappresenta il mio attuale stato d’animo

Blogger tag

Ma buongiorno!  Oggi torno con una nuova tag proposta dal blog Serial escape, tag il cui argomento è chiaramente essere blogger! Quindi, bando alle ciance, ecco le domande e di seguito le mie risposte.^^

Le domande sono:

  1. Perché hai aperto un blog?
  2. Qual è l’articolo di cui sei più orgoglioso?
  3. Qual è il tuo articolo più visualizzato?
  4. Il tuo blog si è trasformato rispetto agli inizi?
  5. Qual è il tuo prossimo obiettivo da raggiungere col blog?
  6. Consigli alle persone di aprirsi un blog?

Le mie risposte non saranno molto elaborate perché in un certo senso ne ho già parlato in post come questo e questo, ma comunque ci spenderò qualche centinaio di pigiate alla tastiera giusto per completezza.^^

Le mie risposte sono:

  1. Ho aperto il blog come valvola di sfogo per chiacchierare ed esprimermi di argomenti che la gente molte volte definisce noiosi o che comunque tratta con superficialità perché pensa ci siano cose più mature e meno vacue su cui spendere le proprie energie.
  2. Ho tanti articoli di cui sono orgoglioso, dovrei fare una lista a parte. Per non ripetermi nella domanda successiva, rispondo citando col mio bellissimo racconto LGBT, il mio approfondimento su Elena di Troia e il mio commento alla mia guida al cinema erotico e porno.
  3. Questa è facile: Perché Kaa della Disney è un insulto all’originale, senza però contare ovviamente gli Archivi e la mia presentazione. Sono particolarmente orgoglioso di questo post perché rispecchia il mio vissuto nei Lupetti, il mio lato da blogger e infine le mie comparazioni al vetriolo. All’inizio lo facevo leggere personalmente quando mi chiedevano di cosa scrivessi sul mio blog, poi ha iniziato a comparire nelle ricerche su Google e adesso che ho indicizzato tutto il blog mi porta decine di visualizzazioni a settimana!^^
  4. Certamente, sia in termini di qualità e quantità sia in termini di consapevolezza. A differenza di molti, che a pochi mesi dalla nascita del loro fanno centinaia di visualizzazioni perché lo hanno studiato, hanno qualcosa da raccontare e lo sanno esprimere strutturando il sito nel migliore dei modi, io quando lo fondai quattro anni fa non sapevo minimamente nemmeno chi fossi. Lonely, senza una vera identità nemmeno di scrittura o riguardi ai toni su cui basare i post, vestivo in modo trasparente e non mi piacevo nemmeno. Almeno adesso ho un’idea di come dev’essere un post decente; per il resto sono uguale a quattro anni fa!
  5. Io non ho obiettivi: questo blog è sconclusionato come una carica elettroni che cerca di attraversare i miei poveri neuroni sconnessi tra loro! Vado avanti, vedo cosa mi ispira e procedo nel mio piano per diventare un divo di Hollywood
  6. Certamente, mi ha aiutato molto nella formazione di un ideale di scrittura e per capire cosa volessi trasmettere. Inoltre, gestire un blog ti mostra in maniera diretta se sei capace di comunicare il soggetto del tuo discorso (come a un esame) e dal numero di visite e commenti ottieni anche un feedback. Credo che avere un blog stimoli molto la fantasia e la ricerca di contenuti, ti spinga ad approfondire e spendere del tempo a riflettere. Pure io posso vantare ora di mettere in moto il cervello qualche minuto al dì!^^

Taggo i blog:

Ovviamente, chi vuole può continuare la catena! E altrettanto ovviamente ho nominato blog e non bloggers singoli perché così se un blog è condiviso e nella sciagurata ipotesi che uno dei blog nominati lo sia (scopritelo voi, io non spoilero) vorrei vedere le risposte di tutti i collaboratori! Per avere tante belle risposte e tante belle idee da condividere!^^

Prima di salutarvi, vi lascio cinque Tag che se avete apprezzato questa amerete di sicuro:

  1. BOOK TAG: 25 DOMANDE SUI LIBRI
  2. Blogger nel 2019
  3. Book tag: Would you rather…?
  4. Il film che: la mia tag sui film!
  5. My World Award 2018

Ecco qui. L’assedio di link è finito. Andate in pace con la benedizione della Colomba. Ciaone!

Schero blog
Il mio vecchio logo con Bula ❤

I migliori film: Aprile

Ma buongiorno e buon Primo Maggio a tutti! State assaporando la notizia del ritorno alla libertà? Anche io, speriamo non sia l’ennesimo miraggio.

Questo mese, Covid19 a parte, è stato di grandi risultati: la mia scarsa carriera universitaria mi ha donato il voto più alto ottenuto finora e il blog ha raggiunto un nuovo record! Quale? Il record di visite, con ben 900 visite ricevute durante questo solo mese! So che i blog grandi, che seguo, possono solo sorridere di fronte a queste sciocchezze, ma per me è un traguardo enorme e voglio dire, a chiunque mi legga, GRAZIE!

Ciò mi fa riflettere molto sui contenuti che offro e di come il blog sia cambiato dagli albori.

Il blog era nato per dare sfogo alle mie opinioni e trovare qualcuno che mi leggesse; volevo l’anonimato, che nessuno mi conoscesse, perché pretendevo che chiunque avrebbe riconosciuto la grandezza del mio pensiero. Ovviamente, mi sbagliavo; a mia discolpa, posso dire che ciò accadeva ben quattro anni fa, ero piuttosto immaturo e avevo solo 18 anni. Già ora molti qui dicono che sono molto giovane per la media di blogger della piattaforma, figuriamoci quando ero appena cosciente di cosa fossi io.

Per farvi capire, ecco qui i primi cinque post che il mio blog abbia mai conosciuto o che almeno sono riuscito a rintracciare (ritrovandoli, se erano proprio pessimi li ho editati senza snaturarli):

  1. Presentazione
  2. Eccolo
  3. Povera creatura
  4. Fuochi d’artificio
  5. Domani

La qualità, come potete vedere, è piuttosto scarsa così come la quantità di parole. Unica soddisfazione è capire quanto io stesso come persona sia cresciuto e che vada sempre a braccetto con il mio fantastico ego smisurato. Ho migliorato la lunghezza e la qualità dei miei post, scegliendo di scrivere dei miei viaggi e dei miei racconti sul mio altro blog, mentre qui ho scelto argomenti più mainstream: film, i libri che ho letto che possano essere origine di discussione, riflessioni di vario tipi e le mie liste stilate con passione e pazienza. Mi sono leggermente concentrato sui film perché si sta rivelando una grande passione ora che la sto approfondendo e ciò mi garba non poco! Purtroppo, esistono anche i post che non vanno, come quelli di musica; vi ricorda qualcosa questo bel post scritto col cuore?

Ah, un appunto. Non credo nel FOLLOW4FOLLOW o il LIKE4LIKE, quindi se siete qui in cerca di follewers sloggiate pure: chi seguo lo faccio perché credo possa portarmi cultura, libri interessanti o nuovi spunti di riflessione. Voglio crescere, non avere mille seguaci che non si traducono poi in visualizzazione perché in verità non interessati a ciò che ho dire o nemmeno interessati a trasmettermi qualcosa di loro riguardo agli argomenti che offro come spunto di riflessione e discussione.

Comunque, riflessione sul mio blog a parte, ecco qui la lista dei migliori film visti in Aprile. Essi sono perlopiù film che raccontano di un periodo storico, di un pregiudizio o comunque la solitudine del diverso; in questi cinque film ho visto un tratto distintivo, la voglia di raccontare le insicurezze e le paure di un mondo a noi diverso, con problematiche diverse. Su sedici film ho selezionato questi cinque come i migliori perché mi hanno fatto ridere, mi hanno fatto piangere, mi hanno indotto ad alcune riflessioni sociali e storiche importanti e non da dimenticare.

  • Una moglie per papà. Film sul razzismo con la grande Whoopi Goldberg nel ruolo di una tata che, negli anni 50 circa, inizia a far breccia nel cuore di un’orfana di madre e creare un rapporto paritario col suo datore di lavoro. Molto struggente, fa riflettere quando le due bambine (una bianca, l’altra nera) litigano per motivi razziali senza nemmeno sapere perché: l’ennesimo esempio di quanto quella cultura malsana sia artificiale e non innata nell’uomo.
  • Gifted-Il dono del talento. Quanto è brutto essere super intelligenti, è quasi come essere bellissimi o ricchissimi: molte persone ti si avvicinano per fini non affettivi. E’ la bambina stessa che dice che vuole bene a suo zio e alla sua vicina perché loro stessi le hanno voluto bene prima ancora di conoscere il suo QI. Grande film, molto commovente e triste la lotta di potere intestina alla famiglia.
  • Borg McEnroe. Una lotta di menti, non tra campioni di tennis. La pellicola ci mostra il Wimbledon in cui Borg entra nella storia come il Campione in carica per cinque anni consecutivi e dei timori e le ansie che i due protagonisti nutrono. Conosciamo i due rivali grazie a numerosi flashback, vediamo che alla fine i due si somigliano molto ma a causa di un percorso antitetico sono diventati molto diversi. A me è piaciuto molto, i quadri sono dettagliati e le partite mai noiose grazie ai primi piani e ai commenti dei telecronisti.
  • Arriva John Doe. Uno dei film più antichi che abbia mai visto, molto affascinante. E’ proprio una concezione differente di concepire un lungometraggio: lungo, lento ma denso di significato, con molte sovraimpressioni di pellicola atte a mostrare i pensieri del protagonista. Politico e filosofico, secondo me ha in sé una forte critica contro i poteri forti, coloro in grado di manipolare le masse. John, inoltre, mi ha ricordato la figura del Cristo: seguito da tutti e ammirato, portatore di un nuovo ordine, ma ripudiato e spinto alla morte dagli stessi che lo volevano come loro re.
  • Miss Detective. Brillante ed esilarante commedia con Sandra Bullock, è un mio guilty pleasure sicuro. Bellissimo, pieno di battutine sarcastiche e di tanti colori, porta lo sfavillante mondo della televisione e dei concorsi di talento mostrando anche i retroscena e la fatica per crearlo. A me piace, il merito va soprattutto alla brillante Sandra e alle reginette di bellezza, soprattutto LA reginetta di bellezza, ingenua e innocente.

Questa è la mia lista dei migliori film, li conoscevate tutti? Io continuo a ringraziarvi, anche per questo bellissimo post che è stato apprezzato e che si è sparso su tutta la piattaforma. Ciaone!

d7345f0f0b2dfa6f53ab34fd4b182d9f

10 Katy Perry’s video clips to watch!

Buongiorno a tutti, ditemi: quanto vi mancava un post sulla nostra beniamina?

In piena quarantena, miei sopravvissuti, ho deciso di scrivere questo post per ricercare un po’ dell’allegrezza che questo virus e le misure di tutela della salute pubblica, che il governo ha deciso di mettere in atto, sembrano volerci togliere. Quindi, in occasione della nuova canzone di Katy Perry, Never Worn White, ho deciso di pubblicare la mia lista di dieci videoclips della cantante da guardare!

La mia lista vanta opere molto colorate ed eleganti, perché Katy Perry può non piacere per come canta o il taglio di capelli ma è indubbio che lei e il suo team hanno sempre confezionato dei video musicali che sono delle vere e proprie gioie per gli occhi. Quindi, prima elencherò i titoli che ho scelto con un relativo breve commento e poi metterò uno dopo l’altro i video da poter guardare rilassandosi dopo una giornata stressante passata a lavorare o subire la quarantena!

Ecco qui i miei dieci film di Katy Perry da guardare almeno una volta:

  • Hot n Cold. Il video con il quale l’ho conosciuta, la canzone è anche nella compilation che mi regalò mia sorella alle medie con la musica che ero solito ascoltare all’epoca. Dinamico e ironico, mostra lei che insegue con quattro look differenti il suo sposo che ha detto NO al fatidico sì; ovviamente, il video si ricorda per la sua versione della sposina impazzita con il mascara colato e una mazza puntata contro il povero ragazzo!
  • Unconditionally. Bellissima ballata sull’amore, il video non è da meno: la vediamo con vestiti forse di fine 1900 dell’alta società, certe volte con un gufo (simbolo di fede) e certe volte in mezzo a una folla danzanti dove possiamo notare madri, figli, coppie etero e gay, a ‘razze’ miste o con grandi differenze d’età. Un video con costumi stupendi e la bellissima immagine dell’amore così potente da resistere a un’auto in corsa.
  • Cozy Little Christmas. Ultimo video natalizio rilasciato finora, è ambientato nella casa di Babbo Natale di cui lei è la moglie; tra pupazzetti viventi, vestiti elaborati ispirati alle decorazioni natalizie e ubriacature a base di mascarpone e latte, una volta concluso il video si è di sicuro più sereni.
  • Never Really Over. Canzone che adoro di Katy e che spero sarà nel prossimo album, il videoclip mi ha ricordato sia le rappresentazioni delle sette negli anni ’70 sia i figli dei fiori. Molto elegante come sempre, è sempre colorato ma con toni più sobri e maturi, ricercando abbigliamenti più consoni ormai al fatto di essere (come dice lei) non più una ragazza ma una donna.
  • H & M Commercials (2015). Una pubblicità veloce, ma assolutamente d’impatto e che rispetta tutti i canoni estetici a cui la cantanti ci aveva abituato: tanti colori, una bella parrucca e perfino i folletti natalizi!
  • Starstrukk. Questa è una delle poche canzoni in cui è lei l’artista ospite e in effetti si vede: la canzone è molto è più veloce con un ritmo più frenetico e il video… beh, è meno per famiglie; la canzone mi piace molto e del video mi piace come i tre cantanti si immaginino ipersexy e magneti di pretendenti. Katy tutta bagnata nella piscina con la tuta da sub a risaltarne le forme è il culmine del video immaginato dal duo di cantanti.
  • Rise. Sul web questa canzone e il relativo video avevano fatto discutere non poco, c’è chi aveva ipotizzato potessero metaforizzare i disturbi mentali della cantante. In pratica, il video mostra un suo incidente con il paracadute per il quale finisce in mare e rischia di annegare; fortunatamente si riprenderà e risalita abbastanza in alto per le correnti celesti, tornerà a planare risalendo (rising) il cielo.
  • Roar. Una delle canzoni più conosciute di Katy Perry e anche tra le più performate perché parla di selfempowerment. Il video si potrebbe correlare alle rappresentazioni della leggenda di Tarzan: persona naufraga/si ritrova in un luogo inospitale e grazie alle capacità che scopre di avere riesce ad adattarsi fino a diventarne la regina. Bellissimo video, bellissimo quando lei ruggisce nella parte finale della canzone alla tigre!
  • Dark Horse. Che dire? I dischi di diamante se li sarà guadagnati per una ragione. Video super come al solito questa volta ambientato nelle magie e nei misteri dell’antico Egitto, canzone trascinante. Ha effetti speciali molto belli come quando trasforma in oggetti i pretendenti al trono che la volevano oggettivare; forse è il primo video in cui sfoggia una capigliatura bionda?
  • Alien. Sono anni che ho scaricato questa canzone; senza i rap di Kanye West. Ci ho imparato l’inglese ascoltandola e ripetendo le parole con le lyrics e ormai so molti versi a memoria. Il video è stupendo, lei ha un trucco sublime e i vestiti che indossa riescono a dare veramente l’impressione che si tratti di un essere alieno. Bellissimo il finale.

Questa è la mia lista dei dieci video musicali di Katy Perry da guardare e ascoltare almeno una volta. Ora vi lascio la carrellata dei videoclip, in ordine di apparizione, per condividerli con voi e rendervi più facile capire cosa di questi mi abbia colpito o guardarli per la prima volta se non li conoscevate.

Grazie mille per essere rimasti qui! So che è un video che potrebbe risultare leggermente noioso ma ci tenevo a farlo anche per ricercare un po’ di svago. Se vi è piaciuto il post a fondo pagine il sito vi consiglierà altri tre miei post simili in argomenti; se siete fan di Katy Perry, a fondo pagine potrete trovare una sezione di post su di lei in cui commento e cerco di far conoscere principalmente le sue canzoni che mi preferisco. In ogni caso, grazie per essere passati e, se siete sopravvissuti al Covid19, fatemelo sapere sotto nei commenti! Ciao, vi lascio con Never Worn White!

I migliori di Febbraio

Buon primo Marzo a tutti, o almeno a chi è sopravvissuto al Coronavirus!

Cars-Motori-Ruggenti-
Un bellissimo viaggio di maturazione

Febbraio è appena passato e con sé si porta via tanti eventi, tra cui si spera il virus che tanto terrore ha fatto vivere al pianeta intero. Dalla mia, il sabato prima che tutto in Veneto chiudesse sono stato a Venezia e ho fatto foto fantastiche; inoltre, ho commentato il bellissimo film La Venere in pelliccia e ho scritto due tre capitoli della mia fiabetta nera. Infine per il mese di Febbraio ho notato che i miei post vecchi hanno ricevuto più attenzioni di quelli del mese! :O

Ciononostante, oggi è l’1 e quindi, come ogni primo del mese, ecco i 5 film più belli che ho visto a Febbraio!

  • Jojo Rabbit. Unico film della lista visionato al cinema, l’ho trovato a tratti esilarante e a tratti veramente drammatico. Mi è piaciuto molto come hanno reso i pregiudizi e come il protagonista (un bambino indottrinato dal Nazismo) li vive: dovrebbe essere l’eroe romantico che in nome della patria uccide gli ebrei e si immola ma torna a casa pure ferito in viso; inizialmente vede l’ebrea che la madre protegge in casa come un mostro perché non ha mai veramente visto un ebreo prima di quel momento; ha Hitler come amico immaginario (ed è molto spassoso e iperbolico). Inoltre, la scelta di mostrare le scarpe della madre in modo da riconoscerla è stata molto buona e drammatica, mentre gli orrori della guerra e come il generale salva il ragazzo alla fine sono veramente angoscianti. Grande film.
  • The Blues Brothers. Più che per la trama o i personaggi mi è rimasto impresso per le canzoni; beh, è un musical no? Non sapevo che Everybody needs somebody derivasse dalla pellicola e da quando l’ho ascoltata sono in fissa da giorni! Poi il cast vanta al suo interno musicisti e cantanti celebri, per cui è veramente una gioia per l’udito.
  • La belle epoque. Leggero, divertente e romantico, parla di un ragazzo che vive assieme a quattro sorelle e in diversi tempi con i loro genitori in campagna. Secondo le unità aristoteliche se le fa tutte e quattro e ne riesce a sposare solo una ricevendo ben tre rifiuti dopo l’amplesso (poverino, oggettivato e rifiutato poi LOL). Mi è piaciuto come hanno interpretato la lesbica e il personaggio della giovanissima Penelope Cruz è veramente tenero. Approvatissimo!
  • La casa dei 1000 corpi. Nemmeno tanto splatter, solo tanto folle e sadico; prende come spunto Non aprite quella porta e la porta a livelli mai visti, con una visione collettiva veramente sotto acidi. Film bellissimo, è intervallato a sequenze quasi giornalistiche o invece oniriche, la famiglia è veramente composta da serial killer: loro nelle loro vittime non vedono persone, ma solo oggetti con cui divertirsi e vivere spensierati!
  • Cars, motori ruggenti. Uno dei miei cartoni Disney preferiti, credo il mio Pixar preferito. Un bellissimo racconto di miglioramento personale e maturazione del protagonista; le gare sono bellissime, i personaggi sono caratterizzati e ogni volta che riguardo come Saetta salva il vecchio campione mi vengono le lacrime agli occhi! Veramente emozionante, riesce a legarti perfettamente ai personaggi perché li caratterizza facilmente con dettagli utili alla trama. CAPOLAVORO!

Questa è la mia lista, ecco qui la canzone Everybody needs somebody:

Ciao e grazie per essere passati, sopravvissuti!

 

10 musical da non perdere 2.0

Buongiorno! Finalmente mi sto riprendendo da un’influenza che mi ha regalato bellissimi picchi di febbre a 40 gradi! Quindi, dopo giorni di silenzio, ecco una lista scritta dal cell sotto alle coperte!

Ecco la lista, spero sia interessante!^^

  • Mamma Mia 2
  • La La Land
  • Il Principe d’Egitto
  • Pitch Perfect 2
  • Anastasia
  • Cantando sotto la pioggia (consigliatomi da un amico)
  • Sing
  • The Rocky Horror Picture Show
  • The Blues Brothers
  • Love & Mercy

Grazie per essere passati. Alla prossima!^^