Batman (1989)

batman

Ieri sera ho guardato per la prima volta questo film, completando tutta la saga cinematografica di questo iconico personaggio. E devo dire che mi è piaciuto molto.

Ciò che apprezzato di più è stata la performance di Jack Nicholson, l’attore che ha dato il volto al Joker. Fin dalla sua prima apparizione appare come un criminale capace di tutto pur di raggiungere i propri scopi, ma è solo quando finisce nell’acido che viene liberata la sua vera essenza. Lui usa le battute per creare terrore, usa le bassezze umane per commettere stragi (scena della parata) e comunque dimostra sempre un incredibile ingegno anche solo per la creazione dei suoi fantasiosi piani. Tuttavia, ho notato che è incredibilmente insicuro e quindi egocentrico: lui non uccide solo per divertimento, ma anche per ottenere l’attenzione dei media, cosa che lo spinge a uccidere Batman, suo artefice e ladro di fama.

Anche Vicki Vale, interpretata da Kim Basinger, anche lei mi è piaciuta molto: è la tipica giornalista d’assalto, idealista, intelligente ma incredibilmente ingenua, tanto da farsi catturare e poi salvare più di una volta; comunque, riesce a riscattarsi grazie alla sua citata intelligenza, che le permette di capire chi Batman realmente è.

I problemi sorgono invece con Bruce Wayne: Michael Keaton è terribile! Jack è magnetico, Kim è la biondona ultrasexy, lui cos’è??? Come Bruce Wayne è un personaggio troppo normale, si veste spento, non ha personalità se non starsene rintanato, vede nel maggiordomo una figura paterna, è ovvio, ma lo tiene a distanza pur volendolo; va bene temere che muoia anche lui ma secondo me esagera. Come Batman è scarso, usa i suoi famosi aggeggi ma non riesce mai a fare nulla di concreto se non usarli per scappare; e poi la bocca non è da giovane, Keaton sta male con la maschera ed è brutto forte sia con sia senza.

Passando alla regia di Tim Burton, mi è piaciuta molto. Non essendo un tecnico o un appassionato di regie che ha letto libri su libri, mi esprimo solo a livello estetico. Fin dall’inizio ho sentito il tocco gotico del regista, arte gotica che trova la sua summa nella cattedrale, resa spettacolare anche grazie agli scenografi premiati con l’Oscar nel ’90; penso che anche solo come ha scelto di creare il look del Joker si veda il suo tocco, grazie a un viso letteralmente statuario e le scelte artistiche (scena museo).

Bel film, che valuto con un bel 7,8

The Dark Knight Rises

The Dark Knight Rises è un film d’azione del 2012, ultimo capitolo ultimo della trilogia diretta da Christopher Nolan, con protagonista Christian Bale nei panni di Batman.235402id1a_MagnusMask_27x40_1Sheet_VER3.indd
Questo film, oltre a essere un film che mi è piaciuto tantissimo, è stato elogiato dalla critica e ha sbancato al botteghino, entrando al 17° posto nella classifica dei film con maggiore incassi di sempre.

Trama:
Sono passati otto anni da quando Batman è scomparso nella notte, trasformandosi, nel medesimo istante, da eroe a fuggiasco. Incolpatosi della morte del D.A. Harvey Dent, il Cavaliere Oscuro ha sacrificato tutto ciò che lui ed il commissario Gordon speravano fosse un bene superiore. Per una volta la menzogna ha funzionato, visto che l’attività criminale di Gotham City era stata schiacciata sotto il peso dell’Atto Anticrimine Dent. Tutto cambia con l’arrivo di uno scaltro gatto ladro con dei piani misteriosi. Molto più pericolosa è l’emergenza costituita da Bane, un terrorista mascherato, i cui piani spietati costringono Bruce a ritornare dall’esilio autoimpostosi. Ma sebbene torni ad indossare cappuccio e mantello, Batman potrebbe non essere sufficiente per fermare Bane.

Attori e personaggi:
Christian Bale: Bruce Wayne / Batman
Anne Hathaway: Selina Kyle / Catwoman
Joseph Gordon-Levitt: Robin John Blake
Tom Hardy: Bane
Marion Cotillard: Miranda Tate / Talia al Ghul
Michael Caine: Alfred Pennyworth
Gary Oldman: James Gordon
Morgan Freeman: Lucius Fox

Commenti personale sui personaggi che mi sono piaciuti di più:
-Catwoman= Figa! Finalmente Anne Hathaway fa un ruolo in cui non è la solita ragazza ingenua ma una pericolosa e manipolatrice ladra. Molto simile alla Catwoman di Batman: Arkham City, mi ha subito colpito come lei usi il suo splendido corpo per rendersi una bella ragazza da salvare o distrarre le vittime. Inoltre, mi è piaciuto come venga raccontato che lei ha iniziato a rubare per pura necessità, che vuole cambiare vita e che alla fine sceglie di ascoltare la sua coscienza, aiutando Batman.

-Bane= Ma quanto non è grosso? Giusto oggi ho lanciato un urletto perché mi ero immedesimato in Batman nel gioco Batman: Arkham Origins dove si affrontano in una caccia spietata in cui Bane è più grosso di una porta… Il Bane del fil mi è piaciuto molto: è un uomo devoto alla sua causa, disposto a tutto, invincibile grazie alla fede.

-Robin= Interpretato dal perfetto Joseph Gordon-Levitt, è un poliziotto che cerca di aiutare il prossimo e di seguire la legge; bollato come una testa calda, fa di tutto per seguire la morale arrivando a disubbidire agli ordini. Egli è uno dei pochi che hanno capito chi Batman sia, anche grazie alle similitudini che li accomunano: entrambi orfani, entrambi teste calde, entrambi in preda alla rabbia, entrambi con un forte senso della giustizia.

Temi:
-Legalità, vista come faro di luce ma anche come catena che vincola i giusti;
-Lutto, verso l’amata Rachel Dawes, i Wayne e il passato in generale;
-Orfani, i protagonisti e i bambini del centro di accoglienza, abbastanza importante per motivare Robin;
-Salvezza: è più importante quella collettiva o quella personale?
-Futuro migliore;
-Ritorno.

Commento personale:
Questo film mi è piaciuto tantissimo, anche grazie ai fantastici attori tutti perfetti per la parte. Le scene di vera azione sono relativamente poco, anche se ciò non toglie nulla all’epica del film. Tutto perfetto! Il personaggio che mi è piaciuto di più è Catwoman^^
Consigliatissimo!

Voto: 9+

catwoman

 

Poison Ivy nella serie Batman Arkham

Poison Ivy: 

Poison Ivy, il cui vero nome è Pamela Lillipoison ivy 2an Isley, è un personaggio dei fumetti creato da Robert Kanigher e Sheldon Moldoff nel 1966, pubblicato dalla DC Comics. Il suo nome significa letteralmente edera velenosa. È un’ecoterrorista e la più letale delle avversarie del noto giustiziere mascherato Batman; il personaggio ricalca lo stereotipo della femme fatale.

Poison Ivy nella serie Batman Arkham nei primi due capitoli:

Poison Ivy compare la prima volta come internata nel manicomio di Arkham, risiede in una cella tutta sua inondata da un profumo rosetto e soffre per le sue piante, cavie di esperimenti per creare un veleno chiamato Titan; dopo essere stata liberata dall’amica Harley Quinn, padrona assieme al suo ragazzo-dominatore dell’isola in cui è ambientata la vicenda, lei corre a salvare le sue poison ivybeneamate. E apparentemente ci riesce: infatti, quando Poison riappare di nuovo nella storyline si scopre potenziata dal Titan iniettatole in vena dal Joker e capace di rinvigorire l’intera flora isolana scatenando la vendetta della natura contro i palazzi del manicomio. Tuttavia, nonostante il suo smisurato potere, è costretta a indicare la cura al Titan per Batman e quindi a indirizzarlo alla cella-tana di Killer Croc, dove crescono speciali piante. Nella sua ultima apparizione, dopo avere dominato l’isola con le sue piante carnivore (che lei giudica innocenti) e la sua voce onnipresente, Poison Ivy affronta Batman per difendere le sue piantine armata di una pianta carnivora gigante.Ovviamente perde la lotta e dopo anche la sconfitta di Joker viene nuovamente internata.

Alcuni mesi dopo gli eventi del Manicomio di Arkham, Poison Ivy vive in quarantena assieme agli altri (super)criminali in una Arkham desolata e isolata dal poison ivy 1resto del Paese, rintanata in un vecchio hotel fatiscente e invaso dalla natura e dai profumi. Il suo piccolo ruolo nella vicenda, in cui è l’indispensabile spalla di Catwoman dopo un’iniziale risentimento, la fa apparire come la prima boss nemica della Gatta: tenta di uccidere Selina Kyle, venuta da lei rischiando la vita per chiederle aiuto a  sfondare la cassaforte del direttore del carcere-città avendo Selina la terribile  colpa di avere lasciato morire di sete le piantine dell’amica; Poison accetta di salvarla e aiutarla solo per la salvezza dell’ultima sua piantina, fortunatamente per Catwoman tenuta proprio nella cassaforte da scassinare.

Poteri  e abilità:

In questi due capitoli della saga questo personaggio è sicuramente uno dei più pericolosi: infatti, non possiede eserciti di uomini armati o ricchezze infinite con cui scuotere il mondo o temibili abilità marziali, ma ‘solo’ il proprio corpo e il controllo della vegetazione. Fin dalla sua prima apparizione, è chiaro che la sua peculiarità risiede nell’empatia e controllo della flora, potere incrementabile fino a rendere la natura stessa un’arma ed entrare in simbiosi con essa: molte volte viene detto che le piante, oltre a essere strane e omicide, segnalano la presenza nelle vicinanze della donna. Inoltre, massima importanza ce l’ha anche la sua seduzione molto spinta, aiutata oltre che dal corpo sempre molto esposto e sensuale da una quantità di ormoni, intuibili nella nebbia rosea che avvolge gli uomini che lei manovra come burattini.

Impressioni:

Io non leggo i fumetti e, avendola conosciuta con Batman&Robin e approfondita con Batman Arkham Asylum e City, posso dire che è molto più letale e floreale che umana. Ciò che mi ha colpito maggiormente è che lei dà molto più affetto alle piante piuttosto che agli uomini, come viene evidenziato in Asylum, quando reputa le sue piante carnivore povere innocenti, e in City, in cui si allea con la ‘assassina’ Catwoman’ pur di salvare una singola pianta.

Bella femme fatale^^

Nuovo videogame in arrivo^^

joker

Come mio solito, neanche questa volta comprerò un gioco proprio recentissimo. La mia mente è stata catturata da un sequel uscito nel 2013, con protagonista Batman e una bella avventura. Cos’è? Batman: Arkham Origins. 

Questo titolo mi garba molto perché la saga mi piace molto. La avevo iniziata con Batman: Arkham City e solo dopo avevo comprato Batman: Arkham Asylum; in entrambi i giochi ero rimasto colpito dalla grafica e dalla completezza della partita, anche se ovviamente nel primo videogioco della saga la qualità della storia e dei combattimenti era minore…

Da questo nuovo capitolo mi aspetto tanto, anche perché mi sono auto fatto Spoiler e quindi conosco la trama, che mi piace; spero proprio che la grafica sia migliorata ancora di più e che non sia troppo schematico, come invece è accaduto con il secondo.

Ciao a tutti^^

Batman-Arkham-Origins-Box-Art

 

 

 

 

 

Mad Lover

harley_quinn_history_by_realtom5-d8y2tol

Ma quanto è forte come personaggio? Come con ogni altro la ho conosciuta con Batman Arkham Series e là me ne sono innamorato!

Oltre al fatto che lei è preda di un Mad love, dopotutto lei è una donna intelligente (psichiatra), abile (ginnasta e cecchina e capace di rubare sotto agli occhi di Batman) e leale (per esempio, libera Poison Ivy in Asylum e fa di tutto per appagare il Joker!).

Uno dei miei preferiti all’interno del gioco^^

Piccolo errorino del gioco

img_20170228_135826
Uno screen dalla prospettiva dentro a un palazzo, causato da un bug!

Questa bella immagine è fotografata dal videogioco per il computer Batman Arkham City. Oggi, mentre ci giocavo, ho avuto un piccolo problemino: mi sono ritrovato dentro a un palazzo non accessibile normalmente e da cui non sono riuscito a uscire; deve essere stato un errore dei codici, perché anche la grafica come vedi è sfasata…

A te è mai capitata un’esperienza simile?