10 Ghost movies da vedere!

Buongiorno! Stavo pensando che esistono centinaia, anzi migliaia, di generi cinematografici riguardanti i film sui fantasmi; i cosiddetti ghost movies.

tumblr_nxepbw9FbC1s3g6gxo1_500

Da quando ero piccolo sono stato investito da queste storie fantastiche e intriganti, i cui protagonisti sono esseri vivi tra i morti in modo che potessi immedesimarmici. Come non pensare al piccolo Casper mentre cerca di farsi amica una dolce ma diffidente Christina Ricci? O non piangere ogni volta che Melinda aiuta a far riconciliare un morto con i suoi cari?

Insomma, esistono tantissimi generi di film legati ai fantasmi e se alcuni sono adatti ai bambini, altri invece sono pensati per il pubblico adulto, raccontando la storia d’amore di un uomo tradito dal suo migliore amico e cerca di salvare il proprio amore o invece quella di una madre che, perso il proprio bambino nelle paludi, si vendica dall’oltretomba uccidendo quelli altrui!

I ghost movies sono veramente tanti e diversi tra loro. Qui ho raccolto dieci titoli tra film e serie televisive che mi sono venuti in mente per celebrarli; in questa lista vedremo titoli in cui il protagonista è in grado di vedere e interagire con (altri) fantasmi di vario genere, regalandoci quindi tante emozioni e scene memorabili!

Ecco la lista:

The eye

Crimson Peak

Ghost whisperer

Harry Potter 

The woman in black

Charmed 

Ghost

Casper

Ghostbuster-Gli acchiappafantasmi

Scary Stories to tell in the dark

Questa è la mia lista riguardante dieci titoli in cui il protagonista vede i fantasmi. So che dieci film sono pochi ma almeno questi li ho visti tutti; e voi? A quali film avete pensato?

doc141 ghost

 

Aspettando l’autunno: The Autumn Series Tag

phoebe-broom

Ciao a tutti!

Oggi propongo una tag sviluppata inizialmente dal Lettore Curioso: The Autumn Series Tag, una tag sulle serie televisive! The Autumn Series Tag mi ha colpito immediatamente perché le domande che sono state scelte sono molto carine e fantasiose e quindi io da brava sanguisuga gliela frego ed espongo le mie risposte. **

Domande:

  1. 🥧 TORTA DI ZUCCA: una serie che una puntata “tira l’altra”
  2. 🍫 CIOCCOLATA CALDA: una serie molto “hot”
  3. 🎃 HALLOWEEN: una serie che si è rivelata diversa da come vi aspettavate
  4. 🌫 FOSCHIA: Una serie che vi mette i brividi
  5. 🍁 FOGLIE CHE CADONO: una serie che è caduta (cancellata) troppo presto
  6. 🌰 CASTAGNE: una serie perfetta da guardare in compagnia
  7. 🌧 PIOGGIA: una serie che vi commuove
  8. 🔥 FUOCO: una serie che vi “accende” quando ne parlate

Ecco le mie risposte:

  1. 🥧 TORTA DI ZUCCA: CSI; adoro questa serie, soprattutto Scena del Crimine, perché l’ambientazione di Las Vegas con le mille luci e le inquadrature atte a mostrare le sue glorie sono molto belle, sono cresciuto con quei personaggi ed è stata la prima vera serie poliziesca che ho seguito (e se voi seguite me da tempo sapete che ne seguo parecchie).
  2. 🍫 CIOCCOLATA CALDA: Queer as Folk; remake americano di una serie inglese, parla senza peli sulla lingua della vita di un gruppo LGBT e ovviamente il sesso non viene escluso pur non essendo il vero valore della serie. Molto bella, mi piacerebbe comprare i cofanetti.
  3. 🎃 HALLOWEEN: Buffy The Vampire Slayer; mi era stata prospettata come l’ispirazione per Charmed e quindi estremamente simile ma invece grazie alle ambientazioni e alle età diverse dei protagonisti assieme alle loro abilità hanno reso le due serie estremamente diverse ed entrambi godibili (anche se Buffy è molto più teen).
  4. 🌫 FOSCHIA: Piccoli Brividi; sarà che non guardo mai serie il cui unico scopo è spaventare ma devo ammettere che nella mia memoria devo avere qualche trauma infantile legato ai Piccoli Brividi – anche solo gli occhi del cane nella sigla che diventano gialli è tuttora causa di grande inquietudine.
  5. 🍁 FOGLIE CHE CADONO: Scream Queens; due sole stagioni sono poche, avrebbero benissimo continuare quella e cancellare invece Don Matteo.
  6. 🌧 PIOGGIA: Charmed; ci ho passato l’adolescenza con le repliche e con i DVD ci ho imparato l’inglese. E’ tutto stupendo, una serie perfetta che è stata rovinata dal plagio/reboot: secondo me, avrebbero dovuto spingere sul cachet e fare tornare le Charmed Ones originali per filmare la nona stagione che era vissuta solo su carta.
  7. 🔥 FUOCO: non ne ho una, quando mi fisso su una serie o su un argomento in generale non parlo d’altro.

Ecco, queste sono le mie risposte alla tag The Autumn Series Tag. Chiunque può sentirsi nominato, spero di non fare morire la catena.^^

giphy.gif

10 Serie che ho adorato o quasi!

Buongiorno! Ispirandomi al Lettore Curioso, ho deciso di portare dieci serie televisive di cui sono fiero di affermare di averne visto almeno una stagione e nella loro totalità più del cinquanta per cento; alcune le avrò già portate sul mio blog, altre potrebbero essere una sorpresa; ma tutte le adoro!

Ecco la mia lista:

  • Charmed. Dico solo questo: chi non se lo sarebbe aspettato in questa lista? Ho detto molto di ciò che per me è questa serie, se siete interessati ho una categoria di testi qui omonima che li racchiude tutti per una facile ricerca interna.^^
  • The Closer. Mia mamma trova Brenda una donna falsa e stronza, io la trovo molto sensibile e piena di stile, capace di usare gli stereotipi del suo ruolo a suo favore e il suo aspetto da svampita per nascondere una mente acuta e veloce capace di ingannare anche il peggiore mentitore.
  • Merlin. Altra serie che ho guardato fino allo sfinimento, questa volta non grazie a me: mia mamma che è senza memoria si riguardava sempre gli stessi episodi che trasmettevano sul 49. Comunque, Uther è il vero villain della serie, senza di lui non ci sarebbe stata la rivolta delle streghe e di Morgana.
  • Ghost Whisperer. Un episodio, una crisi di lacrime; a me piace Jennifer come attrice, secondo me era perfetta per il ruolo e ogni volta che uno spettro passava a miglior vita mi commuovevo sempre. Secondo me, le migliori sono quelle centrali e la finale anche se leggermente incasinata. Inoltre, è divertente che lei abbia rifiutato Charmed perché non voleva recitare in una sitcom sul paranormale!
  • Power Rangers. Lol: ne ho viste un casino nella mia infanzia e mi piacevano soprattutto per le coreografie di combattimento, le caratteristiche proprie di ogni serie e gli attori, alti e muscolosi i ragazzi, magre e tettone le ragazze ma poi tutti indistintamente alti e spalle larghe con il costume addosso (il caso più eclatante era un pw blu: senza tuta era bassetto, trasformatosi acquisiva magicamente almeno 15 cm in altezza)! Le mie tre preferite erano Jungle Fury, Time Force e Ninja Storm; bello il senso della missione e della predestinazione grazie alle loro capacità e abilitò raffinate nel tempo; altro che il film recente!
  • La vita secondo Jim. Mi ci sono affezionato alle medie, quando avevo ancora tanto tempo da non dedicare allo studio e prendevo ancora otto a occhi chiusi. Di questa serie mi piacciono i personaggi sempre caratterizzati e l’enorme pazienza di Cheryl; inoltre, visti Dana e Andy per entrambi si poteva scadere nello stereotipo: lei la lesbica che seguiva lo sport e abbastanza sboccata, lui ancora più effeminato e strano ovviamente gay; per fortuna, hanno (non solo) queste pur rimanendo entrambi etero.
  • Friends. Ci avevo fatto anche un post quando ero finalmente arrivato alla fine, molto bella e una delle prime a portare una coppia omo sullo schermo! Adoro tutti i personaggi anche se quelli migliori per me sono Monica e Joey perché con lei mi ci rivedo un pelino mentre lui è adorabilmente idiota; l’episodio più divertente è sicuramente quello del trasloco di Phoebe con la questione dei suoi quadri tridimensionali.
  • CSI. La mia preferita è sicuramente quella che non concluderò mai perché infinita: Scena del crimine; la peggiore invece è Miami: colori troppo saturi, storie riguardanti solo i ricchi e casi troppo immediati. CSI è stata la serie che mi ha avvicinato ai veri polizieschi dopo imbarazzanti esperienze con Don Matteo serie italiane; mi piace come mostrino senza paura di essere censurati solo per mostrare una visione d’indagine, sono stati tra i primi a farlo così.
  • HIMYM. Chi sa capisca, non scriverò mai un titolo così lungo qui. Iniziata alle superiori, le ho dato una seconda chance e l’ho adorata; forse prima ero solo troppo piccolo per capire i continui riferimenti sessuali e battute di più ampio respiro. Pur odiando il protagonista, ho adorato gli altri personaggi e la chimica che esiste tra loro; inoltre, ogni episodio è legato e la serie ha una cornice molto bella con cui procedere e quindi seguirla è molto importante per apprezzarla. Mi spiace solo per come finisce Barney, ci stava che si trovasse anche la moglie oltre alla figlia.
  • Bones. Altra serie poliziesca, altro amore. Recentemente ho letto una critica sul fatto che non c’entra nulla coi libri ai quali dovrebbe essere ispirata; è vero: l’unico collegamento detto e proclamato è la scrittrice che fa da produttrice. I personaggi sono tutti caratterizzati e ognuno ha un suo percorso lavorativo, personale e caratteriale all’interno della serie; le investigazioni sono all’insegna della scienza e della psicologia grazie ai molti scienziati del Jeffersonian e ai collaboratori del FBI, con esileranti ritrovamenti di scheletri in modi impensabili; la relazione tra Bones e Seeley fin dalla prima stagione ti spingerà a vedere come procede. Proprio una bella serie di cui però sono arrivato con continuità solo a metà! T-T

Queste sono le mie dieci serie televisive che ho concluso o quasi, che sono molto importanti per me e che hanno segnato un periodo della mia vita. A queste faccio alcune menzioni speciali: Criminal Minds, Will & Grace e Barnaby. Cosa ne pensate?

Ciao!

Bones-season-11-release-date-premiere-2015-1150x748

10 Streghe potenti!

Ciaone a tutti!

phoebe-broom

Oggi voglio parlarvi di una lista che ho compilato nel corso delle settimane perchè alla fine non erano tanti i personaggi che mi venivano in mente… Voi ne avete di altri? Comunque, questa come dice il titolo è la mia lista di dieci opere mediatiche che portano storie e magie di streghe e maghi potenti e con poteri difficili da contenere! Eccola qui:

  • Charmed: ovviamente sono state le prime a essere messe in lista. Devo forse dire qualcosa che non abbia già detto?
  • Harry Potter: altro franchise scontato per questa lista.
  • Vita da Strega: mi ci sto appassionando molto, in pratica con le loro formule possono fare qualsiasi cosa ed Endora lo dimostra sempre sul povero genero!
  • L’apprendista Stregone: che dire, mi è sempre piaciuta la miscela tra scienza e magia e ciò che una mente brillante può compiere è spettacolare (basta pensare al dragone).
  • Mia moglie è una strega: simpatico film italiano della commedia sexy italiana, anche queste streghe hanno poteri infiniti che non esitano a mostrare; simpatico quando sistema l’ufficio e prende il controllo della macchina.
  • Suspiria (’19): una magia naturale, capace di prendere il controllo della mente delle vittime e poi anche il corpo. La scena dell’omicidio nella sala degli specchi e l’inganno finale al vecchio se ci si pensa sono veramente rabbrividenti!
  • Biancaneve e il Cacciatore: Ravenna è una donna bella oltre ogni immaginazione, una stratega e infine, solo infine, una strega capace di gestire solo con la telecinesi un’intero plotone pronto a ucciderla. ‘Na bomba!
  • Biancaneve nella Foresta Nera: visto molti anni fa, Sigourney Weaver dipinge una strega inquietante con poteri simili alle bambole woodoo; bello quando fa cadere la miniera dei nani, quella sua risata mette i brividi e il modo in cui attua la magia ancora di più.
  • Le streghe di Eastwick: ok, forse per tutta la durata del film sono solo tre donne che se la spassano grazie alla protezione di un uomo, ma alla fine riescono a creare un Malocchio coi fiocchi, bellissima quella scena! E poi il demone regge da solo tutta la lista!
  • Avengers: la Strega Scarlatta mi ha sempre colpito per le sue doti da mutante che le permettono di manipolare la mente e usare la telecinesi in un modo impressionante. Mi è piaciuta moltissimo in Endgame!

Ecco, questa è la mia lista delle streghe più potenti, spero vi piaccia. Non ho volutamente inserito Merlin perché a parte qualche fulmine e le pozioni, il massimo è fare volare per due metri facendola solo svenire; bocciato. Quali sono le vostre streghe più potenti per voi? ^^

Charmed_Ones_reborn

 

 

Scream Queens ‘til episode 5

My name is Chanel Oberlin and I am the queen of Kappa Kappa Tau. These are my minions. I don’t know their names. I don’t want to know their names. They’re known as Chanel #2, Chanel #3, Chanel #5. I’m Chanel #1, obvi. There was a Chanel #4, but she got meningitis. She was like, “I’m sick. I have to go home.” and I was like, “No. Stay.” But she went home anyway, and then she died. So another thing I was right about.

tumblr_nrh5nba4qS1ub54qco1_500.jpg

Buongiorno a tutti! Oggi vi voglio di una serie televisiva che sto guardando in madrelingua e di cui sono arrivato fino al quinto episodio: Scream Queens. Ora non vi parlo di ogni singolo episodio visionato perché non ne avrei il tempo e aspetto di farlo per quando la avrò completata; ora propongo il mio parere parziale riguardo agli episodi dal pilot al quinto!

Commento:

Se dovessi descrivere Scream Queens usando due film di riferimento senza dubbio sceglierei Mean Girls e Scream; ecco, immaginatevi questi in un bel mashup e avrete la serie irriverente, scorretta e divertente che Scream Queens è.

Scream Queens mi sta piacendo un casino, è la serie dopo Charmed che più si adatta alla mia visione cinica e colorata della vita, i personaggi dei miei racconti andrebbero a nozze con le Chanel! Ho adorato perché è divertente, elegante con vari riferimenti alla moda e alla cultura pop, ha scene horror fatte bene e personaggi caratterizzati benissimo!

Potrei parlare per ore del mondo di Scream Queens perché Scream Queens da questo punto di vista è fatta benissimo: un campus capace di racchiudere dentro di sé le varie personalità degli individui che lo compongono e al posto di limitarli li descrive ancora meglio con edifici caratterizzanti e pieni di dettagli; il più bello è ovviamente il palazzo delle KKT con il meraviglioso guardaroba di Chanel Oberlin e la cantina degli orrori con quell’inquietante fonte della vendetta ancora sporca di sangue (chi ha visto spero capirà senza spoiler). E tutti i personaggi sono descritti benissimo, soprattutto le Chanel con picchi di pazzia nella leader e picchi di individualità nella 5#; il decano poi nella sua dualità di milfona arrapata e giudice di sobrietà che ostacola le Chanel è parecchio divertente e mostra che alla fine là nessuno è veramente sano. Un cast straordinario e perfettamente calato nelle parti.

source.gif

 

Gli episodi di Scream Queens sono parecchio trash ma anche molto intelligenti e capaci di muoversi sul filone degli horror slasher senza mai eccedere nella demenzialità o nel troppo gore, scegliendo di edulcorare i messaggi sempre con l’eccesso divertente. Trattano di temi importanti come l’insicurezza vista in modi differenti con Chanel 1# e 5#, la scoperta della propria identità con Chanel 3#, il problema razziale con Zayday e la poliziotta (fa pensare il flashback di quando è stata cacciata dal ballo alla KKT), la normalizzazione dell’omosessualità -mi è piaciuto molto il rapporto di amicizia fraterna tra Chad e Boone- e comunque in generale la serie mostra una dualità di visione del mondo grazie alla lotta politica interna alla sorellanza. Io dico che chiunque possa trovare qualcosa con cui empatizzare con i personaggi anche perché sono reali e diversi, molto intriganti!

Dal punto di vista tecnico fornisco solo impressioni, spero che chi abbia studiato mi possa aiutare con i commenti. In pratica secondo me Scream Queens è molto ben fatto perché ci sono inquadrature lunghe per intere scene, inquadrature circolari  occhio di gatto per mostrare dialoghi più intriganti e metacinema! I colori sono sempre color pennello tranne quando si è al buio e tutto diventa leggermente più acre; un piacere per gli occhi!

Ecco, questo è il mio commento sconclusionato di Scream Queens fino al quinto episodio; non è una cosa dettagliata ma volevo solo dare un’opinione generale senza spoiler. Ovviamente, quando avrò finito la serie ci sarà una descrizione dettagliata dei personaggi e degli episodi. Fino ad allora, ciaone e fatemi sapere cosa ne pensate di Scream Queens!

giphy (1).gif

 

Continua a leggere altre citazioni qui.

L’allieva 2

Buongiorno! Come va?^^

Oggi voglio offrire la mia opinione riguardo alla seconda stagione della serie televisiva L’allieva, ispirato dal lavoro fatto qualche settimana fa da Il Lettore Curioso.

LALLIEVA-SECONDA-STAGIONE-400x240.png

Allora, L’allieva è una serie televisiva di cui ho visto la maggior parte degli episodi in prima visione sulla Rai. A me e a mia mamma piace molto, qualche anno fa avevo anche letto il primo libro della saga da cui è tratta, ma credo che sia migliore la prima stagione dei libri e della stagione che sto commentando: qui molte cose belle che caratterizzavano la storia sono andate perse e Alice peggiora sempre di più.

L’allieva 2 tratta della vita di Alice Allevi, specializzanda in medicina legale, e grande indecisa in amore tanto da giocare senza volere con i sentimenti di ben tre uomini. Ragazza sbadata ma molto astuta, è riuscita a farsi un nome sia con i suoi colleghi e professori sia con il commissario e i suoi collaboratori, finalmente è capace di analizzare un cadavere e le si prospetta un futuro radioso come medico legale. Nonostante gli studi procedano (a rilento) il vero protagonista dell’interesse della ragazza è il crimine che cerca di risolvere da una parte grazie alle analisi che fa lei stessa e dall’altra grazie alle conoscenze che ha in procura e agli aiuti che le forniscono; quindi, in ogni puntata viene richiamata a ispezionare il nuovo cadavere  di turno e addentrarsi sempre di più nelle indagini grazie al suo carattere solare, arrivando al colpevole sempre prima della polizia alla Don Matteo.

Parlando più nello specifico, se la trama che collega gli episodi è carina perché la vediamo lottare per un posto in particolare, fronteggiare la Ambra2.0 (ma più poraccia e con meno stile) e quindi sognare a occhi aperti con divertenti scene surreali che spiegano la sua attuale situazione universitaria o sentimentale, di certo i personaggi nello specifico non vanno bene.

Molti personaggi sono stati peggiorati dalla prima alla seconda stagione oppure hanno perso smalto e altri personaggi sono stati introdotti con risultati altamente evitabili. Paolone alla fine prima si fa una Lara UBRIACA e poi pretende di starci insieme anche se lei gli sfugge, Marco diventa da artista ambiguo a belloccio indeciso e oggettivato, Arthur fa una comparsata solo per muovere il cuoricino della protagonista ed Erica e Sergio sono evitabili una perché è patetica e rompipalle e l’altro perché serve solo a fare il nuovo e inutile triangolo amoroso. Insomma, gli unici personaggi che si salvano sono la Wally, professoressa che esorta la protagonista a migliorarsi con risultati comici (bellissimo il suo entusiasmo con lo scheletro xD), e Ambra che al tempo era la rivale  bella e intelligente che se ne va per la propria maternità; peccato che i migliori personaggi siano secondari.

Solo i personaggi secondari? E Alice? vi starete chiedendo? Beh, premesso che lo scopo della serie potrebbe essere quello di fare immedesimare le ragazze in Alice, quest’ultima gode di una ricca vita sociale e sessuale che però gestisce malissimo. Ricordando che la prima stagione si concludeva con lei che dava il due di picche all’innamorato Arthur per l’affascinante professore e la sua tendenza al tradimento, Alice qui si ritrova l’oggetto del desiderio di ben tre uomini in un numero di triangoli a dir poco imbarazzante: Alice/Sergio/Claudio, Alice/Claudio/Arthur, Alice/Claudio/Sergio/pensierisuArthur. Insomma, sta con uno ma si fa un altro e questo per me è zoccoleggiare perché tradisci la fiducia e la stima di qualcuno che ti ama, continua a tenere in sospeso tutti e se ne frega di ciò che pensano; una volta stava per ricevere una proposta di matrimonio ma lo lascia prima che gliela possa fare lasciandolo con il cuore a pezzi, un’altra lo lascia in mezzo alla pista da ballo rincorrendo il vero amore degli ultimi cinque minuti, una volta quasi tradisce scoprendo di essere la vittima e quindi dovremmo compatirla. Qui non ho mai detto a chi spezza il cuore dei tre perché non importa, tratta chiunque male (anche senza volerlo è grave) e si concede quando l’altro è ad aspettarla a casa. In teoria dovremmo pensare che ‘Poverina, uno è inaffidabile, l’altro le ha fatto la figura di merda e l’ultimo non vuole impegnarsi’ ma non funziona: lei è scema e la sua attrice è pure inespressiva!

In conclusione, a me L’allieva 2 piace, ma avrei cambiato leggermente i personaggi, aumentato la trama delle indagini e spero che se ci sarà una terza stagione lei diventi giusta con il proprio amore e impari ad aspettare e soprattutto accontentarsi perché tutti e tre i suoi amanti hanno sempre avuto molta pazienza con lei! E quindi, sperando in un balzo di trama e miglioramenti vari, vi saluto.^^

Merlin

Merlin è una serie televisiva inglese, trasmessa da BBC Onedal 20 settembre 2008 al 24 dicembre 2012. Inutile dire che è tra le mie preferite nel genere fantasy dietro solo a Charmed.

merlin-6-stagione.jpg

Introduzione: 

Questa serie tratta delle figure del ciclo bretone e delle figure arturiane in un modo fresco e originale, immaginando un universo in cui la magia è bandita, Merlino e Artù sono coetanei e una delle streghe più temute della letteratura si scaglia contro il fratello non per motivi politici ma solo per salvarsi: infatti, tutti gli episodi si basano sul rapporto tra il principe e poi re Artù e il suo servitore Merlino, segretamente un grande mago, che cercherà di salvare il padrone centinaia di volte senza farsi scoprire a usare la magia o ne pagherebbe con la vita l’errore.

Commento:

A me questa serie è sempre piaciuta perché in sé ha tanti valori, primo tra tutti la speranza per un futuro migliore. Il mondo di questa serie,infatti, lo vediamo verdeggiante  e rigoglioso, ma anche chiuso e minaccioso: se riveli veramente chi sei, se fai il tuo coming out come stregone, morirai non perché hai attentato alla corona ma solo perché sei tu; fortunatamente Merlino è positivo e spera in un mondo migliore, un mondo dove streghe e stregoni sono tutelati e il ragazzo vede nel futuro re questo monarca illuminato e pacifico e ogni giorno lo salva nella speranza che possa essere differente dal padre.

All’inizio la formula della serie era molto semplice: episodi autoconclusivi in cui Artù da bravo idiota si faceva salvare senza nemmeno rendendosene conto; poi c’è stata un’evoluzione e nuovi elementi hanno reso questa forse tra le più drammatiche serie televisive abbia mai visto.

Questi nuovi elementi sono la scoperta della magia da parte di Morgana e quindi l’inizio di un odio profondo verso chi le ha dato una vita piena d’amore ma che sarebbe capace di riprendersi se solo conoscesse i segreti della figliastra!

Morgana:

Morgana secondo me è stato il personaggio che ha reso la saga la meraviglia che è diventata. Da ragazza spensierata e viziata diventa uno dei mali più radicati in Camelot prima come cospiratrice e poi come leader di eserciti. Una delle sue caratteristiche è l’ironia tragica perché noi sappiamo il dolore che prova nel sapere che il patrigno/padre la ucciderebbe se si rivelasse, sappiamo l’odio verso il fratello perfetto che ha tutte le fortune, sappiamo ciò che fa e vediamo il destino correre per una sua strada verso una battaglia che non può essere vinta dall’odio. Morgana è uno dei miei personaggi preferiti e favoriti: solitaria anche se circondata dalla famiglia, nasconde la sua vera natura e si sente minacciata, vede gente uccisa perché pratica la magia, il suo istinto materno si attiva per un piccolo druido ricercato per essere ucciso, ha una sorella e solo quella è la sua confidente, sorella che verrà uccisa dai protettori di tutto ciò che Morgana sta cercando di combattere. Ogni volta che la vedo sullo schermo, sento il suo dolore, è ingiusto.

Riflessione: Questo personaggio tragico mi ha fatto riflettere: e se al posto di streghe e stregoni ci fossero stati lesbiche e gay? Entrambi devono nascondere la loro vera natura, entrambi vengono discriminati ed entrambi rischiano il peggio se fanno coming out perché rischiano di vedere tutti quelli che gli rivolgevano il sorriso tramutarsi in assalitori fisici e verbali. Una lettura proprio brutta. E se al posto di streghe e stregoni ci fossero stati i negri? La popolazione nera è sempre stata discriminata e il comportamento di Morgana mi ha riportato alla mente quel poco che so delle Pantere Nere, lei che combatte con la forza della rabbia per un posto migliore, lei che combatte per la sua gente!

Secondo me questa serie anche se i suoi effetti speciali sono invecchiati non troppo bene nel giro di pochi anni rimarrà sempre attuale perché tratta, consciamente o inconsciamente, temi importanti in cui ognuno può rispecchiarsi.

giphy.gif

The power of three will set us free

the power of three.gif

Streghe è una delle serie televisive che mi porterò sempre nel cuore grazie alla magia che la impregna e l’aiuto che mi ha dato ad imparare l’inglese grazie alla madrelingua sottotitolata in italiano.

Comunque, oggi voglio parlare della potenza delle Charmed-ones!

Piper. Sorella prima di mezzo e poi la sorella maggiore, è sicuramente quella con il carattere più forte e per la famiglia è sempre stata l’ancora di salvezza. Dotata di un forte istinto materno, vede nella famiglia il bene assoluto e infatti il suo potere è sempre stato quello più utile per difendere le persone: prima riesce a bloccare fatture e persone mentre dopo diventa una bomba vivente in grado di sconfiggere i nemici prima ancora che possano ferire le persone a cui tiene. Dopotutto, la sua storia è forse quella che tiene unita la saga familiare durante le stagioni: tutti i cambiamenti sono relativi a questo tragico personaggio!

Prue. La sorella maggiore per eccellenza, ha una carriera consolidata, è sicura di sé e molte volte è quella che si prende cura della famiglia portando a casa il pane e interpretando il ruolo della figura severa ma buona. Questo suo comportamento ovviamente si ripercuote sul suo potere donandole un’incisiva telecinesi che usa per allontanare i nemici mentre poi, con il passare del tempo, riesce addirittura a sdoppiarsi! Personalità così prorompente e dominante da non riuscire a contenersi?

Phoebe. Ragazza dal cuore enorme, lei è quella più empatica e spontanea e tende a soddisfare in tutto i desideri della gente con grande spontaneità e gentilezza; ma comunque ha forti dissapori con Prue, che la accusa di essere una debole, una nullafacente ma durante la serie riesce benissimo a farsi valere: infatti, la sua vita amorosa e i suoi poteri sono quelli più sofferti! Le visioni che lei ha come veggente vengono descritte come sconvolgenti e la sua simpatia magica aveva quasi ucciso Prue!

Paige. La sorellastra, la meticcia metà strega metà angelo ha una predisposizione ad aiutare le persone e quindi viene presentata come un’agente sociale, professione che abbandonerà e che alla fine riprenderà come angelo bianco a tempo mezzo. Simpatica ed estroversa, vive all’inizio all’ombra di Prue e ne condivide parte del potere anche se molto più potenziato: la luce è ciò che la differenzia dalle sorelle, ma la userà per smaterializzare oggetti e parti del corpo delle vittime, per proteggere e guarire, inserendosi prepotentemente nelle dinamiche familiari a cui appartiene, anche se a fatica.

Questi sono i poteri delle quattro streghe più famose di San Francisco ma non è tutto. Oltre a essere tutte perfette alchimiste (Phoebe è la migliore) e perfette incantatrici (Phoebe è la migliore) sono quattro sorelle in una serie incentrata sulla famiglia dove il potere si accumula durante le generazioni e durante gli anni, rendendo le streghe sempre più inarrestabili! Ma ovviamente il loro potere più grande è il loro cuore gentili e l’amore che le lega, tanto forte da spezzare chiunque osi mettersi nel loro cammino: il potere della famiglia batte qualunque altro legame; e ciò è interessante perché quest’immensità funziona solo se sono unite e questo evidenzia quanto la famiglia sia importante!

Bellissimo serial, qual è la tua strega preferita  e secondo te qual è la mia?

Charmed_Ones_reborn

Charmed 2X18

 

Oggi voglio parlare di Chick Flick, un episodio della seconda stagione di Charmed, che ho deciso di riguardare per il tema trattato.

2x18-Chick-Flick-charmed-39129022-245-300

Charmed è una serie televisiva fantasy che parla di un gruppo di sorelle che scoprono di essere streghe da parte di madre e da quel momento iniziano un percorso di crescita interiore e di rinsaldamento dei propri legami familiari volto non solo a sopravvivere ai demoni reali e metaforici che le attaccano ma anche a creare la propria identità di donne nel mondo. Io adoro questa serie perché con essa ho imparato l’inglese ascoltandola in lingua originale con i sottotitoli italiani, perché presenta numerosi riferimenti alla cultura cinematografica e letteraria, perché il tema centrale dell’opera è la famiglia: è per quella che combattono!

L’episodio in questione è molto particolare perché parla delle tre ragazze alle prese con il Demone dell’Illusione (Demon of Illusion) che istiga gli spettatori di film violenti come quelli horror a insultarsi e azzuffarsi arrivando a scatenare vere e proprie risse con morti; egli agisce proiettandosi fuori da una pellicola e, quando falliscono ad eliminarsi reciprocamente lui e le Charmed Ones, sceglie di farle cacciare da due assassini seriali presi letteralmente da un thriller e da uno slasher movie. Così le tre sorelle devono interpretare le final girls, dovendo scappare a un armadio armato di ascia e a una pazza con un coltello, entrambi immuni alle capacità magiche delle streghe appartenendo essi alla realtà dell’illusione. Ovviamente, ci sono tre sottotrame diverse che vedono protagoniste in un lento intreccio le tre protagoniste: Piper vive il suo primo vero appuntamento con Leo, Phoebe ha il suo amore incarnato in un personaggio di un film che letteralmente esce dallo schermo per salvarla, Prue è alle prese con il suo idolo della fotografia, il misogino che l’ha spinta a diventare fotografa. Tutto finirà per il meglio.

Questo episodio tratta di temi molto interessanti come la metacinematografia e la pericolosità dei media intesi come possibili fonti di violenza e lesione morale, i cardini su cui si basa la puntata, ma non dimenticando mai l’amore, la famiglia arrivando a parlare di sessismo in alcuni punti però come elemento di contorno vero e giusto. Il metacinema è notabile dal fatto che parlano con la pellicola, ci sono personaggi che escono dai loro film, discussioni sulla loro forzatura di scrittura che li limita nelle scelte e nelle battute mentre noi siamo teoricamente liberi di vivere come vogliamo, anche se è chiaro che il Demone ha la funzione di mostrare quanto in realtà siamo influenzati da tutto ciò vediamo, sentiamo, tocchiamo.

Particolarmente divertente è il rapporto delle Halliwell con i due serial killer. Come già scritto, essi sono immuni alla telecinesi su di sé e non si bloccano quando Piper ci prova e questo rende le due sorelle apparentemente più forti del trio praticamente carne da macello in tipica salsa slasher, anche se vengono più volte salvate da un mite Leo, un innamorato Billy e la combattiva Phoebe che, costretta da un potere passivo, è costretta a usare il proprio corpo e la propria fantasia come armi. Scene divertenti si susseguono come quando Piper in chiaro cliché esplicito si nasconde nella doccia tirando la tendina mentre scappa da Bloody Mary oppure quando tutti si rincontrano in una sala della loro immensa villetta con i nervi a pezzi, inseguiti, da vere e proprie battagliere Scream Queens.

Poi, vabbeh, ho annotate due frasi che sono tutto nella pellicola: una trovata geniale in lingua inglese e un femminismo espresso come battuta prima di fare quello che sanno fare meglio. La prima si trova nella scena in cui Prue è nella camera oscura col misantropo e misogino fotografo che lei venerava tanto prima di conoscere, riuscendo però ad aprire gli occhi e poi a farsi valere; la frase è detta da Phoebe mentre cerca di allontanare la sorella dall’uomo senza creare sospetti: «I really need to demon-strate something to you!», geniale! La seconda invece vede le tre sorelle messe all’angolo dal tizio con l’ascia e Billy pronto a mettersi tra loro per salvarle, ma Prue prontamente gli risponde «Billy, it’s the 21st century. It’s the woman’s job to save the day.», per poi insieme alle sorelle fulminare con astuzia il loro nemico.

Tutto ciò mostra il vero spirito della serie tv che, seppur non con la fama di colleghe contemporanee come Fiends, Buffy o simili, ha segnato un’epoca dando al tempo un sex symbol come Alyssa Milano o al futuro attrici che hanno consolidato una carriera come Kaley Cuoco, potendo annoverare un ulteriore successo. Io non vedo come possano fare una nuova serie, un remake che pretende di essere femminista quando l’originale non lo è solo perché tre donne che combattono quasi sempre contro uomini lo sono già senza dare il fastidio di darlo a vedere e dimostrarlo. Non capisco come possano fare demoni con la CGI quando quelli originali erano belli proprio perché veri, truccati, ma erano quello che veniva filmati sul set e quindi reali, quasi sempre portatori di riflessioni più profonde. Non capisco poi perché se anche se Charmed non era questa grande qualità il remake debba essere la stessa identica solfa con la pretesa di essere più moderno e con effetti migliori.

Charmed rimarrà sempre quello interpretato da Shannen Doherty, Holly Marie Combs, Alyssa Milano, Rose McGogwan perché sono state loro a dare vita a quei personaggi e con la loro fisicità a metà delle battute e trama.

2.18.jpg

Serie tv poliziesche

Fin da quando avevo quattordici anni mi sono sempre appassionato alle serie televisive poliziesche, concentrandomi particolarmente sulle seguenti:

-CSI: Scena del Crimine. La mia primissima seria, mi sono sempre piaciute le inquadrature panoramiche di Las Vegas, i colori cupi e la serietà dei personaggi: quelle sono indagini televisive, altro che preti più furbi della polizia!

-CSI: Miami. Sempre belle inquadrature, questa ha retto poco perché le indagini sono estremamente più semplici e anche gli scienziati hanno meno spessore.

-Bones: adoro e riguardo tutti gli episodi appena fanno le repliche; mai andato oltre ciò che Giallo e Top Crime mostrano ma mi piacciono tutti i personaggi e simpatizzo soprattutto per Bones, fredda all’esterno ma dolce all’interno come me.

-CSI: NY. Bello, bello, bello anche se troppo freddo. New York non mi piace molto, è veramente glaciale e Mac mi sembra anche più apatico di Grissom, il che è tutto dire…

-Criminal Minds: una delle scoperte degli ultimi anni, ho visto moltissime stagioni: trovo molto intrigante mostrare questo tipo di analisi della mente, molto distante da quello prettamente di laboratori.

-The Mentalist: scoperto nel 2017, apprezzo anche questo per la parte mentale del procedimento, adoro la superiorità di Patrick che la usa per sfottere e mettere alla prova i sospettati senza che se ne accorgano. E l’espressione di Theresa quando non capisce (quasi mai) ciò che il mentalista ha in mente ma si fida!

-The closer: ho scoperto la prima stagione alla fine del 2017 e mi ha colpito per la manipolazione che la protagonista riesce a svolgere. Stampo FBI, sembra tanto una donnetta debole ma alla fine ti castra sempre!

Queste sono le serie che preferisco, anche se all’una quando posso non mi privo mai della cara scrittrice Jessica, sia chiaro. Molto molto belle, le consiglio tutte, non sono in ordine di gradimento.

Mi consigli qualcosa?

Bones-season-11-release-date-premiere-2015-1150x748