Phoebe di Friends o di Charmed?

phoebeAlyssa-milano-Streghe

Due serie televisive, più o meno coetanee, mi sono entrate nel cuore: Friends e Charmed. Friends è sicuramente la più famosa, ha segnato un’epoca e pure parte della cultura (basta pensare alla friendzone); Charmed anch’essa al suo tempo era famoso e anche adesso viene trasmessa, anche se ovviamente non potrà mai raggiungere la fama di Friends.

Phoebe Buffet la ho sempre trovata un personaggio altamente comico, grazie alla caratterizzazione musicale non di grande talento ma prolifica e lo spirito puro e ingenuo. Il meglio di lei? La gag di Smelly cat! Altre gag divertenti sono i riferimenti continui alla morte delle persone a lei care, talvolta introdotte nelle sue canzoni come se nulla fosse. E per finire, la sua persona: pur essendo evidentemente ingenua fino a sembrare pazza, dimostra una grande forza quando si cita il suo passato o la sua capacità comunque di adattarsi alle situazioni.

Phoebe Halliwell è una ragazza molto bella e sensuale che matura durante tutte e otto le stagioni: infatti, all’inizio è solo una bella ragazza che lascia a metà tutto ciò che fa, in seguito con la morte della sorellona e la scoperta della sorellastra inizia a vedersi come una donna e una sorella maggiore, riuscendo a ricoprire sempre più responsabilità. Inoltre, i suoi poteri magici passivi dimostrano quanto in realtà sia una donna molto forte e determinata: Prue stessa ammette quanto sia devastante ricevere e decifrare una visione e poi Phoebe è l’unica a riuscire a contenere il potere empatico e a difendersi usando solo il proprio corpo (una volta viene chiamata Barbie karate, soprannome denigratorio che però spiega perfettamente la sua personalità profonda e forte).

Di mio, pur riconoscendo la fama e il prestigio che la Phoebe di Friends merita, preferisco la strega capace di difendersi grazie alla sua forza interiore e fisica, che ne ha passate tante solo per riuscire a vivere serenamente il suo sogno: una famiglia felice con tanti bambini.

3X1, Black Mirror

Qualche giorno fa ho guardato assieme ad alcuni amici la prima black mirrorpuntata della terza stagione di Black Mirror. Non l’avessi mai fatto… Ignorante della serie, sapevo che fa venire ansia e alienazione, ma non mi sarei mai immaginato di arrivare a tali livelli.

Trama:

Questo episodio parla di una realtà in cui tutti sono legati a un’app con la quale recensire le persone in una scala da 1 a 5; peccato che più il proprio punteggio è alto, più il benessere sociale della persona in questione, inclusi favoritismi e offerte di lavoro, aumenta.

La protagonista, Lacie Pound, è un’impiegata con il sogno di vivere in una costosissima villetta, accessibile a prezzo scontato a tutti quelli con i Punteggi più alti; Lacie, pur di arrivare a tale Punteggio (abbastanza ambizioso e che indica un tasso di popolarità troppo alto per essere spontaneo), accetta di essere la damigella d’onore dblack mirror 1i un’amica d’infanzia che non vede da anni a causa di una terribile lite; tuttavia, il giorno del matrimonio, dopo avere visto il suo Punteggio calare da 4.2 a quasi 2 a causa di alcuni disguidi, Lacie viene rifiutata dall’amica perché è troppo impopolare e comprometterebbe l’immagine pubblica del matrimonio; quindi, non solo Lacie si presenta al matrimonio, ma fa un discorsetto in cui denuncia l’amica per il trattamento subito negli anni, venendo però arrestata; il punto più triste è proprio in prigione.

Commento:

What an episode! All’inizio non capivo l’importanza del Punteggio delle persone, anche se vedevo che ognuno compariva con un punteggio al suo fianco e nessuno si staccava dall’app per recensire le persone, a colpirmi era stato il paesaggio: black mirror 2tutto era perfetto, lindo, gli edifici bianchi, la natura rigogliosa e le strade ordinate e pulitissime, come se gli uomini avessero rinunciato a dare una loro impronta personale all’ambiente. Quando ho capito l’importanza del Punteggio, sono rimasto inorridito: gente con il punteggio basso può noleggiare solo macchine scassate, non può fare certi lavori, viene emarginata; e questo scatena una falsità assurda dei rapporti interpersonali, attuata solo per incrementare il proprio Punteggio; infatti, Lacie sarà sincera e spensierata solo in prigione: finalmente mostra naturalezza nel urlarsi contro, assieme a un altro carcerato: “FUCK YOU!”, proprio perché essendo stata rinchiusa è libera dalle ristrettezze di quella terribile società (le vengono sequestrate l’app di giudizio e la lente a contatto con cui vedere i Punteggi degli altri).

Voto: 9

 

Phoebe

Oggi, per festeggiare l’Epifania vi faccio conoscere un personaggio interpretato dall’attrice Alyssa Milano: Phoebe Halliweel.

Ella è una ragazza universitaria, come fascia d’età all’inizio della serie, che scopre di essere una strega dopo che si ricongiunge alle sorelle Piper e Prue. Molto allegra e spensierata, dimostra la sua forza interiore grazie al suo potere di chiaroveggenza e in seguito lettura delle emozioni, i quali la lasciano in balia di terribili visioni, e fisica tramite il combattimento corpo a corpo, di cui dimostra una padronanza molto solida, e la levitazione.

Nell’episodio La notte delle Halliweel lei sceglie di vestirsi da strega sexy, protestando velatamente contro la tradizione che vede sempre le streghe cattive, vecchie e rugose. Tuttavia, dopo una serie di imprevisti si ritrova assieme alle sorelle nel medioevo per salvare una loro ava da una strega malvagia dove, per ironia della sorte, darà inizio alla tradizione che ha tanto provato a ridicolizzare dall’inizio dell’episodio: vola su una scopa spaventando i contadini.

Quindi, ecco le sue due apparizioni all’interno dell’episodio.^^

Buona Epifania.^^