Barchette di pane con ripieno a scelta

Buongiorno a tutti! Oggi torno a parlare di cucina e propongo una ricetta scoperta grazie ad Instagram: barchette di pane con ripieno a scelta, per un veloce pranzetto o aperitivo salato!

Ingredienti essenziali:

  • Farina
  • Olio
  • Sale
  • Acqua
  • Lievito

Come avrete notato dagli ingredienti essenziali per la riuscita del piatto, in pratica le barchette sono fatte con la base da pizza, per cui se non avete tempo o voglia potete benissimo comprare la base al supermercato o in panificio; già qui, è tutto molto semplice come piace a me.

Come fare le barchette ripiene:

Alla fine è molto semplice. Innanzitutto tiri la pasta in modo da avere un rettangolo o un cerchio; allora posizioni ai lati il formaggio e arrotoli il bordo in modo da avere i bordi della barca ripieni di formaggio! O se non vuoi formaggio, puoi mettere salsiccia, prosciutto, verdure o altro.

Ora che hai la barchetta, basta solo riempirla con quello che vuoi! Io ho messo pomodoro di base, pancetta e ho messo tutto in forno per mezz’oretta. Il risultato è una di quelle pizzette buone dalla forma strana che mangiavo al bar del Natatorium quando ali liceo aspettavamo che gli altri studenti finissero di cambiarsi dalla lezione in piscina.

Per concludere, io ho aggiunto anche un uovo su ciascuna barchetta; quello di sinistra è meno compatto di quello di destra perché la barchetta essendo più piccola e più piatta aveva lasciato che il tuorlo scivolasse fuori, ma era buona lo stesso! Ovviamente, l’uovo non va mangiato crudo: se viene aggiunto, ne consegue che la barchetta torna nuovamente in forno!

Una ricetta facile e buona, non ti pare?

Forse ci sono troppe pentole da lavare poi, ma il risultato per me vale il lavoro; soprattutto se fai un accordo: tu cucini gli altri lavano. Ispirazione? L’account Instagram giallozafferano, sempre ricco di gustose ricette spiegate a voce con un bel video chiaro e semplice da capire. Ciao!

PS: se cerchi altre ricette semplici, ecco qui l’intera sezione con le altre mie ricette!

Cucina: pane all’uovo

Buongiorno!

Oggi torno con un post di cucino ispirato da un post di Instagram ma da cui si distacca nella preparazione: riquadri di pane con dentro un uovo e il condimento a scelta! Una ricetta semplice per una colazione all’americana o un pranzo da portare via e riscaldare in seguito.

Ecco la ricetta:

  1. Prendi una padella o una piastra e cospargila di olio o burro, per renderla antiaderente; accendi la fiamma del fornello per iniziare a riscaldare.
  2. Da una fetta di pane, taglia da essa un quadrato interno abbastanza grande per formare una cornice con la fetta rimasta e metti la cornice sulla padella.
  3. Ora che hai la cornice che sta cuocendo, svuota il guscio d’uovo (con tuorlo e albume) dentro alla cornice di pane e con la forchetta rompi l’albume in modo che si sparga in modo omogeneo dentro al buco del pane.
  4. Subito aggiungi il condimento desiderato sull’uovo (se esso è particolarmente grasso, cuocilo prima) in modo che si amalgamino.
  5. Ora, prendi il quadretto di pane lasciato da parte e mettilo sopra al condimento per formare un coperto al buco della cornice.
  6. Con la spatola, capovolgi il tutto in modo che il quadretto, la cornice e il ripieno si uniscano durante la cottura e formino un piccolo toast ripieno.
  7. Dopo qualche minuto a seconda della cottura voluta, togli il pane all’uovo e lascialo raffreddare sul piatto.
  8. Se sei capace, puoi mangiare; non ti spiego come fare anche quest’azione così astrusa.

Come avete potuto capire è una ricetta incredibilmente semplice; il mio ripieno era costituito da sale e a seconda del panino wurstel o pancetta. La ricetta originale prevedeva anche formaggio (che non posso mangiare), cipolla, verdurine tritate, che non avevo voglia di preparare. Forse il mio pane all’uovo era troppo morbido, soprattutto quello con la pancetta, ma con le posate si può gustare perfettamente.

Inoltre, quando mia mamma ha provato a svolgere questa semplice ricetta ha trovato una buona variante: ha schiuso le uova e lavorate in una terrina per introdurre nella cornice di pane un fluido già più omogeneo e facile da maneggiare in padella.

Fatemi sapere se voi avete mai fatto qualcosa di simile, con questo vi saluto. Ciao.^^

PS: ho deciso di condividere nell’articolo anche alcune idee da altre blogger che hanno deciso di condividerle: Raffa e Madame Verdurin.

Raffa dice: ” Ho detto: bell’idea! E le ho fatte come cena, da mangiare nel piatto con le posate. Niente pancetta, ma tanto formaggio. Mi dispiace che non lo puoi mangiare, ma sull’uovo caldo il formaggio filante è la fine del mondo. Le ho chiamate uova tostate. A proposito: il buco lo faccio rotondo, con un bicchiere.”

Madame Verdurin aggiunge, per San Valentino: ” … Con il buco a forma di cuore, piatto perfetto (e semplicissimo!) … uso un semplice stampino per biscotti.”

Ciambelle dolci senza lattosio

Buongiorno! Oggi torno con un post di cucina dopo essermi fatto ispirare dal delizioso post della grande Lara di Non aprite quel forno: Graffe al forno. Io non essendo in grado di cucinare le ho fatte diventare delle normali ciambelle, di cui ora condivido la ricetta che prendo in prestito da lei!

INGREDIENTI (per 12 graffe)

300 gr di farina tipo ‘0’

250 gr di patate lesse

120 gr di zucchero

1 cucchiaino e mezzo di sale fino

40 gr di burro / burro chiarificato

1 uovo

35 gr di lievito madre essiccato

1 aroma di vaniglia

zest di 1 limone naturale

100 ml di latte / latte senza lattosio

100 ml di acqua

Per la rifinitura:

1 cucchiaio di zucchero

20 gr di burro / burro chiarificato

PROCEDIMENTO

  1. Ponete nel boccale della planetaria tutti gli ingredienti, ad eccezione di quelli previsti per la rifinitura; la stessa cosa potete benissimo farla a mano.
  2. Amalgamate in modo omogeneo sino ad ottener un panetto liscio ed elastico.
  3. Ora stendete la pasta, con l’ausilio di un mattarello, dello spessore di 1 cm circa e con l’aiuto in un tagliapasta tondo (io ho usato una piccola terrina) ricavate le ciambelle a cui praticherete il foro centrale con un taglia pasta tondo di minor dimensione.
  4. Disponete le ciambelle ottenute su una leccarda da forno, foderata con carta da forno.
  5. Con l’aiuto di un pennello spalmate ogni ciambella con il burro fuso (quello previsto per la rifinitura).
  6. Cospargete ogni ciambella con zucchero.
  7. Ponete a lievitare in luogo coperto e tiepido fino al raddoppio.
  8. Infornate in forno caldo e cuocete a 180°, forno ventilato, per 10/15 minuti circa.

Commento:

Prima di tutto la ricetta è del blog Non aprite quel forno, non è mia e vi consiglio di andarlo a visitare perché ha ricette veramente belle.

Come secondo punto, la ricetta è molto semplice e chiunque può riuscire a prepararla: ce l’ho fatta pure io e sono venute buone! A dire la verità, a causa dell’inesperienza in cucina ho dovuto bloccarmi svariate volte, vuoi perché non avevo letto che le patate dovessero essere lesso o perché mi ero dimenticato di scongelare il burro. Tuttavia, tutto è venuto bene anche se con ritardi abbastanza importanti e durante il riposo della pasta essa è lievitata un botto in sole 3 ore!

Le porzioni che ho fatto erano da 10 ciambelle belle grandi e ho fatto mia la ricetta rendendola senza lattosio, per cui anche gli intolleranti possono apprezzarle. Che altro dire, se volete altre ricette a sinistra nella homepage trovate la varie categorie tematiche anche Cucina in cui ci sono altre ricette sfiziose da provare.

Ciaone burlone e visitate il blog, che senza quello non ci sarebbe stato questo post!