Ciambelle dolci senza lattosio

Buongiorno! Oggi torno con un post di cucina dopo essermi fatto ispirare dal delizioso post della grande Lara di Non aprite quel forno: Graffe al forno. Io non essendo in grado di cucinare le ho fatte diventare delle normali ciambelle, di cui ora condivido la ricetta che prendo in prestito da lei!

INGREDIENTI (per 12 graffe)

300 gr di farina tipo ‘0’

250 gr di patate lesse

120 gr di zucchero

1 cucchiaino e mezzo di sale fino

40 gr di burro / burro chiarificato

1 uovo

35 gr di lievito madre essiccato

1 aroma di vaniglia

zest di 1 limone naturale

100 ml di latte / latte senza lattosio

100 ml di acqua

Per la rifinitura:

1 cucchiaio di zucchero

20 gr di burro / burro chiarificato

PROCEDIMENTO

  1. Ponete nel boccale della planetaria tutti gli ingredienti, ad eccezione di quelli previsti per la rifinitura; la stessa cosa potete benissimo farla a mano.
  2. Amalgamate in modo omogeneo sino ad ottener un panetto liscio ed elastico.
  3. Ora stendete la pasta, con l’ausilio di un mattarello, dello spessore di 1 cm circa e con l’aiuto in un tagliapasta tondo (io ho usato una piccola terrina) ricavate le ciambelle a cui praticherete il foro centrale con un taglia pasta tondo di minor dimensione.
  4. Disponete le ciambelle ottenute su una leccarda da forno, foderata con carta da forno.
  5. Con l’aiuto di un pennello spalmate ogni ciambella con il burro fuso (quello previsto per la rifinitura).
  6. Cospargete ogni ciambella con zucchero.
  7. Ponete a lievitare in luogo coperto e tiepido fino al raddoppio.
  8. Infornate in forno caldo e cuocete a 180°, forno ventilato, per 10/15 minuti circa.

Commento:

Prima di tutto la ricetta è del blog Non aprite quel forno, non è mia e vi consiglio di andarlo a visitare perché ha ricette veramente belle.

Come secondo punto, la ricetta è molto semplice e chiunque può riuscire a prepararla: ce l’ho fatta pure io e sono venute buone! A dire la verità, a causa dell’inesperienza in cucina ho dovuto bloccarmi svariate volte, vuoi perché non avevo letto che le patate dovessero essere lesso o perché mi ero dimenticato di scongelare il burro. Tuttavia, tutto è venuto bene anche se con ritardi abbastanza importanti e durante il riposo della pasta essa è lievitata un botto in sole 3 ore!

Le porzioni che ho fatto erano da 10 ciambelle belle grandi e ho fatto mia la ricetta rendendola senza lattosio, per cui anche gli intolleranti possono apprezzarle. Che altro dire, se volete altre ricette a sinistra nella homepage trovate la varie categorie tematiche anche Cucina in cui ci sono altre ricette sfiziose da provare.

Ciaone burlone e visitate il blog, che senza quello non ci sarebbe stato questo post!

La torta di carote!

Buongiorno! Finalmente ho cucinato qualcosa di elaborato anche io e orgoglioso del successo, ho deciso di condividere con voi la ricetta e la mia esperienza!

torta alle carote.jpg

La torta in questione è la torta di carote, una delle mie preferite e sicuramente una delle poche che posso mangiare senza prendere intragratori o stare male: è totalmente senza latte e derivati! Facile da cucinare e così buona da piacere ai bambini più schizzinosi, finalmente posso consigliare anche io un piatto squisito e leggero, dopo mesi in cui la mia sezione del blog, cucina, poteva vantare un solo articolo riguardante una pizza venuta pure male!

Ora vi posto la ricetta, dopo ci facciamo due risate con la mia esperienza!

Ingredienti, dose per sei persone:

  • 300 g di carote non legnose;
  • 200 g di farina bianca 00;
  • 100 g di zucchero semolato;
  • 80 g di olio di semi;
  • 2 uova;
  • lievito in polvere;
  • 1 bustina di vanillina;
  • zucchero a velo (a scelta);
  • poco burro o staccante per la cottura;
  • sale.

Tempo richiesto: circa mezz’ora; calcolare in aggiunta anche un’ora tra cottura e raffreddamento.

Preparazione:

Applicate lo staccante ad uno stampo a cerniera del diametro di 24 centimetri. Raschiate le carote, lavatele e affettatele lasciandole cadere direttamente nel vaso del frullatore; unite le uova intere e l’olio di semi, poi frullateli sino a quando avrete ottenuto una poltiglia cremosa e ben omogenea. Versatela in una ciotola ed incorporatevi lo zucchero semolato, la vanillina, un pizzico di sale, la farina mescolata a mezza bustina abbondante di lievito e fatta cadere a pioggia dal setaccino. Dopo avere mescolato bene con un cucchiaio di legno, versate l’impasto nello stampo preparato, battendolo un momento sul piano del tavolo; passatelo quindi in forno già caldo a 180° e dopo 35 minuti infilate nella pasta uno stecchino di legno: se ne uscirà asciutto estraete la torta di carote e capovolgetela su una gratella. Lasciatela raffreddare e tirate un sospiro di sollievo: siete riusciti a cucinare perfettamente una buonissima torta di carote! A vostra scelta la possibilità di decorarla con lo zucchero a velo o nell’impasto aggiungere gocce di cioccolato, con cui va a meraviglia.

Resoconto personale:

Io non sono molto bravo nei lavori manuali e in cucina il discorso non cambia: la semplicità estrema della preparazione di questa buonissima torta di carote ha salvato metà del lavoro anche perché nella mia totale inesperienza avevo inevitabilmente combinato casini. Il mio errore più grave è stato sicuramente miscelare la farina con lo zucchero dall’inizio, ma per fortuna la riuscita non è stata compromessa: il giorno dopo ho portato il dolce ad attività dai Lupetti ed è stato un vero e proprio successo! Consiglio a tutti di provare questa torta di carote perché è molto semplice ed è uno dei pochi dolci che non richiede alcun tipo di burro, diventando di prepotenza anche molto leggera e nemmeno troppo ingrassante!

Ciaone a tutti, grazie per essere passati. Alla prossima!^^

torta alle carote, preparazione 1.jpg