I segreti di Brokeback Mountain

Gran bel film, anche se triste.

Ieri ho visto la prima oretta scarsa ed è stato interessante vedere la formazione del legame che segnerà profondamente la vita dei due protagonisti. Lo ho trovato molto interessante, anche perché secondo me, perfettamente plausibile: chi dopo settimane di isolamento non cederebbe? Secondo me, il primo a vedere il partner sotto un’altra prospettiva è stato Jack Twist, visto che ogni giorno diventava sempre più espansivo e fisicamente vicino all’amico.

A me piace questa parte proprio perché non ha bisogno di essere parlata: sono le azioni a raccontare, con il lento avvicinamento dei due.^^

Tu cosa ne pensi di questo film?

Silent Hill (film)

silenthill

Rose è una giovane madre che non riesce ad accettare che la sua piccola bambina, Sharon, stia morendo a causa di una grave malattia. Nonostante il marito non sia affatto d’accordo, la donna ormai disperata fugge di casa con la figlia per dirigersi da un guaritore, ma lungo il tragitto, quasi varcando una porta dimensionale, si ritrova nella lugubre città di Silent Hill.
A me il film è piaciuto molto. La protagonista mi convince soprattutto perché simboleggia l’amore materno e incondizionato.
Inoltre, la resa grafica è sbalorditiva: il passaggio tra le due fasi di Silent Hill è fatto benissimo, gli ambienti sono stupendi e i mostri, nn sapendo come sono nel gioco, mi piacciono tanto.
Nella prima c’è la presentazione dei personaggi e delle atmosfere e nella seconda la resa dei conti. Ho trovato un filo conduttore molto valido, quasi come se fosse qualcosa di investigativo.
La parte finale, soprattutto, è quella che illumina l’ipocrisia e la pericolosità del fanatismo, mentre la scena finale mostra che Silent Hill non é solo una città mapproprio una dimensione e una prospettiva di vedere il mondo e quindi la ho apprezzata molto.^^

Lo consiglio a tutti anche solo per i paesaggi e la grafica in generale, anche se a quanto pare dalla critica generale è meglio non conoscere molto bene i giochi. 
Voto: 7!

Basic Instinct: teoria sull’assassino

Ieri sera ho guardato il film Basic Instinct e mi è piaciuto molto.

basic instict

Uno dei particolari che mi ha colpito di più è il frequente uso del sesso come mezzo di comunicazione e tensione. Infatti, la prima scena mostra non solo uno dei temi più espliciti del film, il sesso, ma anche la chiave di tensione del film: l’omicidio e l’ambiguità; grazie solo a questa scena in ogni altra scena erotica si innesca nello spettatore (o almeno in me) la paura che lo stesso rituale omicida si compia.

Sharon Stone in questo film è una donna molto pericolosa perché oltre a essere incredibilmente intelligente e manipolatoria, è bella e usa questo suo fascino per irretire le persone e lo spettatore nella sua rete d’inganni. Comunque, ho letto che nella famosa scena dell’accavallamento delle gambe, Sharon non sapeva di essere così sexy e che se n’è accorta solo durante la prima a Cannes XD.

Michael Douglas, invece, secondo me poteva fare di meglio. Il suo è un personaggio forte che combatte tra due donne entrambe molto pericolose e astute. Non mi sembra all’altezza, dopotutto.

Per finire, l’assassino. Mi è piaciuta molto la sua arma: il punteruolo comunque vuole forza e passione per colpire e quindi ci sta, ma è rimasto un quesito: chi cavolo è l’assassino??? Su questo ho una mia teoria, anche se fa acqua da tutte le parti:

Catherine Tramell è una donna molto intrigante che ha da sempre relazioni con donne. I genitori li ha uccisi lei e con il suo libro in argomento ha voluto fare una confessione e sfidare ulteriormente il mondo.Andando poi all’università, ha influenzato Beth e una delle due ha ucciso il professore (credo la stessa Catherine lo abbia ucciso). Con il passare degli anni le due amiche si sono allontanate e la bella Catherine ha conosciuto Roxy. L’omicidio a inizio film è stato fatto da Catherine, ma poi Roxy e Beth la hanno coperta (intuibile dal quasi omicidio alla fine del film).                                                                                              Quindi la serial killer è Catherine Tramell che è riuscita a plagiare le persone e a farla franca per anni.

Qualcuno ha una spiegazione migliore?

Daddy day camp

daddy camp

“Daddy day camp”

Uno dei film peggiori mai visti.

Per fortuna, avevo acceso la tv solo per avere un intrattenimento durante la merenda. E mi sono rovinato il quarto d’ora: una commedia che non fa ridere, con esplosioni causate da metano+accendino in un bagno, puzzole negli autobus e gag viste e riviste, interpretate pure male.

Lo sconsiglio.

 

 

Miglior film della settimana