10 Video pop da guardare per l’aspetto visivo

katy perry nro

Buongiorno! Oggi torno con una lista all’insegna del pop, proponendo dieci video musicali di cantanti famosi che ho scelto perché secondo me visivamente sono pieni di dettagli, una vera visione per la dinamicità delle immagini o per gli abiti e le ambientazioni che mostrano. Buona visione!

10 Video pop da guardare per l’aspetto visivo

  • Sexy! No No No

In questo video le Girls Aloud si mostrano i lunghi abiti rossi che fluttuano nell’aria, dentro a quella che sembra una bambola woodoo. Di questo video adoro il loro trucco che valorizza lo sguardo e le rende molto innocenti; da notare la preponderanza del colore rosso e del bianco.

  • Radar

Radar è una canzone di Britney Spears che riguarda un amore dovuto al colpo di fulmine, una caccia tra lei e colui che lei vorrebbe fosse il suo amante. Il video parla di questo, di una ragazza ricca che lascia il magnate che la rendeva una donna trofeo in favore di un giovane bello e gentile. Interessante è il fatto che Britney una volta notato il tipo non fa altro che spiarlo con [inquadrature] particolari riguardanti le zone che lei trova sexy di lui; interessante è il fatto che questa oggettivazione del corpo maschile da parte di una donna nei media non accade mai, accade spesso il contrario!

  • What You Waiting For?

What You Waiting For? è una canzone di Gwen Stefani, una versione moderna e chic di Alice nel Paese delle Meraviglie, con Gwen sempre al fianco delle sue ballerine orientali. Questo video mostra un pazzo mondo, ricco di dettagli, costumi stravaganti e sopratutto tanta fantasia, in cui la cantante sui suoi tacchi vertiginosi si aggira con un ritmo di narrazione velocissimo!

  • Unconditionally

Avevo già parlato di questo videoclip in codesta classifica e in questo post, è uno dei picchi di eleganza dell’intera videografia della cantante, forse IL picco per eccellenza. La canzone parla della potenza dell’amore e il video lo mostra: amore genitoriale, amore eterosessuale, amore interrazziale, amore omosessuale, amore fraterno; e quanto è potente l’immagine della macchina distrutta?

  • I’m a Slave 4 U

Torniamo con Britney Spears, con uno dei suoi video che ha fatto più scalpore, almeno da quanto ho letto in giro. Come non notare i colori caldi, i corpi raggrumati, le danze seducenti e quel velo di sudore che rende il tutto bollente, torrido? Una visione che danza un lento con una musica trascinante, uno dei video hot più belli secondo me perché più che mostrare, come si fa adesso, stimola invece i sensi.

  • Can’t Speak French 

Altro ritorno dalla prima posizione della lista, qui le Girls Aloud propongono una deliziosa rappresentazione dei nobili di Francia e delle loro ballerine private. Se avete letto post come questo, saprete che per i film in costume vado in un brodo di giuggiole e l’eleganza di questo videoclip me lo ha fatto letteralmente amare! Inquadrature lente, loro che danzano, un trucco semplice ma d’effetto, loro cinque che entrano in stanza, i primi piani sull’ennesimo make-up favoloso. Da guardare assolutamente!

  • Bounce Back

Da grande fan delle Little Mix (ho anche un loro album), quando qualche mese fa uscì Bounce Back rimasi meravigliato dal tema del video: la doll house! In pratica, tutto è ambientato in stanze create ad hoc, con pareti coloratissime, piene di manichini e ampi spazi luminosi. Le Little Mix sono vestite come bambole, sono molto curate, si differenziano nei vestiti anche se sempre nello stile Barbie; anche se le sue scelte di moda sono state spesso criticate, qui la più bella è ovviamente Perrie.

  • Medicine 

Se la canzone non è propriamente stupenda o catchy come le precedenti, Jennifer Lopez accompagna il singolo con il tema del circo! Il bianco è preponderante, ogni singola superficie è chiara, tutti i vestiti sono ricchi di elementi chiari, luccicanti e ricchi di dettagli, si potrebbero passare ore ad osservare ogni singola minuzia. Bellissimo video, a livello visivo è spettacolare, tutto così simmetrico, così curato… Stupendo.

  • I Fell in Love with the Devil

Se mi avete letto, avrete capito che ho un debole per il gotico, i corsetti, il senso di magia e straniamento, le sensazioni iperbolizzate che il mistero può nascondere. Allora, Avril Lavigne ha fatto centro. Senza parlare di I Fell in Love with the Devil, che è una canzone matura, trascinante e quasi angelica, il video mi piace moltissimo perché mostra la cantante in vari vestiti di pizzo, con veli e ricami, in una bara bianca drappeggiata finemente o al pianoforte con un abito rosso di desiderio o incappucciata di nero tenendo in mano una pesante croce barocca; bellissimo anche il trucco, varia da intenso quando veste di rosso desiderio, al color carne della inquadrature in cui è incappucciata. I Fell in Love with the Devil è un’esperienza magica, capace di portare in mondi a noi sconosciuti.

  • Living for Love

Per chiudere la lista ho pensato a Madonna, una delle artiste più iconiche e magnetiche della nostra epoca: pur essendo una cantante ‘normale’ è riuscita a farsi conoscere da intere generazioni grazie alle mode che ha lanciato, alle sue azioni scandalistiche e d’avanguardia. Di suo ho scelto Living for Love, un brano molto potente, in cui canta un verso in cui mi rispecchio moltissimo: I can forgive, but I’ll never forget! Video bellissimo, anche qui domina il colore rosso, lei interpreta un torero che, come una donna in cerca dell’amore, si ritrova a domare dei tori che la caricano. Consigliatissimo.

Saluti

Ciao, grazie per essere rimasti fino alla fine. Se volete, ditemi se conoscevate queste canzoni, cosa ne pensate dei videoclip e se ne avete altri che secondo voi meritano. Ciao!

Katy-Perry-iheartradio-awards-2017-billboard-1548

Perché le Little Mix sono durate tanto

Io ascolto da alcuni anni il gruppo musicale Little Mix, mi piacciono perché le loro canzoni sono armonizzanti, loro come artiste sono molto unite e trasmettono molta allegria e spensieratezza nei loro video. Conosciute grazie a X Factor, guardando le migliori performance mai compiute dai concorrenti del talent show, ho cominciato ad apprezzarle con Word Up: una cover frizzante che con simpatia le vedeva destreggiarsi in una palestra in quattro diverse situazioni; di certo un bel modo di conoscerle, il mio!

Non è la prima volta che le Little Mix approdano sul mio blog, se controllate nella sezione musica troverete almeno altri due articoli che le citano: mi stanno veramente molto simpatiche! Se le guardate solo la bionda vi ricorderà un’inglese e ciò mi piace particolarmente perché dimostrano quanto il Regno Unito sia multiculturale e molto più aperto dell’Italia; se le ascoltate, noterete che le loro voci armonizzano molto bene pur essendo molto caratteristiche le une dalle altre.

Girl band arrivata al quinto album, non è un traguardo da poco, per me ha resistito per diversi motivi. Il primo motivo è l’unione di amicizia o quantomeno rispetto che le accomuna cosicché che sul palco riescano a essere molto affiatate; durante le interviste sono sempre vicine, scherzano e si fanno forza da sole le une con le altre; nei giochi a cui prendono parte sono esilaranti! Il secondo motivo è la loro musica: sono sempre state catchy e per un pubblico ampio ma questo non ha negato loro un alto livello di tecnicità e differenziazione dei loro ruoli nel gruppo; non hanno mai fatto l’errore di mettere sotto a una perenne luce di meriti solo una fortunata delle quattro perché sennò si sarebbero create tensioni intestine oppure i fan si sarebbero divisi; durante gli anni c’è stato un progressivo maturamento dei testi passando da motivi semplicemente pop spensierato a inni femministi e di parità dei sessi come Power, Strip e Woman Like Me, con video musicali sempre più elaborati ed eleganti. Il terzo motivo secondo me è la loro immagine, nessuna di loro è perfetta ma anzi hanno sempre tenuto al primo posto la loro fragilità: la cicatrice di Perrie, i problemi di alimentazione di Jasy, il razzismo ai danni di Jade; molto ironiche sui social, mi ha fatto sbellicare come Jade si fosse messa a fare un bagno romantico con un BritAward del gruppo per incitare i fan a votarle per il premio! Durante la loro carriera quasi decennale ormai come tutti hanno avuto un fisiologico cambiamento diventando meno family friendly e più sexy, ma sempre con classe e soprattutto gradualmente: sono passate da Wings (totalmente vestite e colori sgargianti) passando per Touch (vestiti aderenti e posizioni ambigue) fino ad arrivare al nudismo di Strip in cui cantano di cercare sotto il trucco e i vestiti perché il loro nostro vero ego si trova nella nostra parte meno visibile.

Insomma, le Little Mix sono riuscite a durare tanto per diversi motivi e pur non essendo tanto conosciute di certo nel Regno Unito lo sono molto di più che all’estero: a Oxford in un negozio di souvenir avevo trovato una loro gigantografia! Come loro, il loro successo, conosco pochi gruppo pop del decennio 2010; nel 2000 di famose ce n’erano molte di più ma ero bambino e non potevo apprezzare ma al momento di Pop occidentale a fare loro concorrenza potevano esserci, prima che si sciogliessero, le Fift Harmony; chi sono? Un altro gruppo sfornato da X Factor. Ma non sono durate tanto quanto le Little Mix: gelosie, video troppo sexy e vendite magre le hanno fermate.

Potremmo quindi dire che nel panorama occidentale, le Little Mix siano una delle migliori band del decennio a livello di vendite, qualità e immagine anche se non raggiungeranno mai picchi come le Destiny’s Child, le Sugababes, le Spice Girls o le Pussycat Dolls; ma neanche mi interessa, mi piace molto ascoltare Wings, Beep Beep, You Gotta Not e Lightning!

Voi cosa ne pensate? Le conoscevate? Quale girlband preferite?

The Brit Awards, Press Room, O2 Arena, London, UK - 22 Feb 2017
Le Little Mix mentre performano Shout Out To My Ex