Spiderman Homecoming

Spider-Man: Homecoming è un film del 2017 diretto da Jon Watts e si tratta del terzo adattamento nel mondo cinematografico dell’Uomo-Ragno inteso a inserire il personaggio nel Marvel Cinematic Universe della Disney.

spiderman

Commento:
Questo è un film per ragazzi (teenagers) che ho apprezzato molto per diverse ragioni; in generale ho apprezzato tantissimo la reale giovanezza di Peter perché a interpretarlo è stato un ragazzo pure magretto e l’intimità della vita privata del ragazzo: vediamo il suo rapporto con zia May, un bullismo psicologico simile a una continua e umiliante derisione, i suoi problemi comportamentali e i sogni che non riesce a realizzare perché per gli adulti è ancora un bambino.
Più nello specifico, una delle caratteristiche che ho apprezzato è la prepotenza che ha il catastrofico post battaglia in questo film: il film inizia con una ditta di restauro stradale al lavoro dopo un’epica battaglia tra supercombattenti e tutto il focus è centrato proprio lì, visto che il cattivo si rifornisce proprio rubando tra le macerie di quegli scontri.
Altro apprezzamento è stato per l’atteggiamento di Peter: qui non è un supereroe ma ci prova combinando casini e disastri che si risolvono solo grazie all’intervento di Iron Man; tuttavia, sebbene molti possano dire che non c’è stato un miglioramento personale all’interno del film, lui è riuscito a costruirsi un nome e a dimostrare che merita fiducia e che potrebbe migliorare dopo un allenamento e quindi mi è piaciuto. E poi sono esilaranti le sue cadute! xD
L’Avvoltoio è un bellissimo cattivo e mi è piaciuto perché ha una famiglia, non la poteva mantenere come cittadino onesto e nel film pianifica pure di ritirarsi; quante volte c’è questa miscela in un film di supereroi? E’ innovativo anche solo per questo e Keaton è bravo come al solito! Poi le ali erano bellissime, un vero pugno in faccia alla politica degli Avengers!

Bello, anche molti non lo potrebbero apprezzare…