Spiderman Homecoming

Spider-Man: Homecoming è un film del 2017 diretto da Jon Watts e si tratta del terzo adattamento nel mondo cinematografico dell’Uomo-Ragno inteso a inserire il personaggio nel Marvel Cinematic Universe della Disney.

spiderman

Commento:
Questo è un film per ragazzi (teenagers) che ho apprezzato molto per diverse ragioni; in generale ho apprezzato tantissimo la reale giovanezza di Peter perché a interpretarlo è stato un ragazzo pure magretto e l’intimità della vita privata del ragazzo: vediamo il suo rapporto con zia May, un bullismo psicologico simile a una continua e umiliante derisione, i suoi problemi comportamentali e i sogni che non riesce a realizzare perché per gli adulti è ancora un bambino.
Più nello specifico, una delle caratteristiche che ho apprezzato è la prepotenza che ha il catastrofico post battaglia in questo film: il film inizia con una ditta di restauro stradale al lavoro dopo un’epica battaglia tra supercombattenti e tutto il focus è centrato proprio lì, visto che il cattivo si rifornisce proprio rubando tra le macerie di quegli scontri.
Altro apprezzamento è stato per l’atteggiamento di Peter: qui non è un supereroe ma ci prova combinando casini e disastri che si risolvono solo grazie all’intervento di Iron Man; tuttavia, sebbene molti possano dire che non c’è stato un miglioramento personale all’interno del film, lui è riuscito a costruirsi un nome e a dimostrare che merita fiducia e che potrebbe migliorare dopo un allenamento e quindi mi è piaciuto. E poi sono esilaranti le sue cadute! xD
L’Avvoltoio è un bellissimo cattivo e mi è piaciuto perché ha una famiglia, non la poteva mantenere come cittadino onesto e nel film pianifica pure di ritirarsi; quante volte c’è questa miscela in un film di supereroi? E’ innovativo anche solo per questo e Keaton è bravo come al solito! Poi le ali erano bellissime, un vero pugno in faccia alla politica degli Avengers!

Bello, anche molti non lo potrebbero apprezzare…

Spiderman: amici o nemici

Spider-Man: Amici o nemici (Spider-Man: Friend or Foe) è un videogioco sviluppato da varie software house, a seconda delle piattaforme, basato sul supereroe dei fumetti della Marvel Comics, l’Uomo Ragno e pubblicato il 2 maggio 2007 in Nord America. Il videogioco è ispirato alla saga cinematografica sul Tessiragnatele diretta da Sam Raimi.

maxresdefault.jpg

Trama:

Spiderman viene salvato da Nick Fury proprio quando dei mostri lo stanno per catturare e soggiogare grazie a uno sconosciuto macchinario di controllo mentale; allora il nostro supereroe si ritrova in una base volante ultratecnologica dello Shield e viene informato che molti Supercriminali sono stati catturati e sono scomparsi subito dopo la precipitazione di alcune meteore in alcuni punti della Terra.

Inutile dire che Spiderman viene mandato in missioni su vari punti esotici del nostro bel pianeta Terra per portare chiarezza sulla questione e salvare le vittime di un piano misterioso, aiutato da molti alleati tra cui alcuni dei suoi più famosi nemici.

1280x720-u0e.jpg

Luoghi visitabili:

-Tokyo

-Isola di Tangaroa

-Egitto

-Transilvania

-Tibet

Spider-Man-Friend-or-Foe-PC

Boss:

– Doctor Octopus

– Goblin Verde

– Scorpione

– Rhino

– Sandman

– Venom

– Mysterio

pc-53689-21464718245.jpg

Commento della grafica e della storia, cioè la mia esperienza di giocatore:

La trama è molto semplice ma è supportata da una grafica che è invecchiata molto bene in questi dieci anni grazie a panoramiche dei posti semplici ma illustrati in modo largo e interessante grazie a soggettive particolare che non impediscono mai la giocabilità dei vari livelli. Che sia un mare di sabbia o d’acqua, piccoli dettagli divertenti come uccelli che compaiono e scompaiono all’improvviso o Spiderman che tira la sua ragnatela nel vuoto (e  rimane tesa!) riescono a mantenere vivo l’interesse e l’ambientazione caratterizza sempre i vari livelli giocabili.

Le lotte sono molto belle ed elaborate grazie a tre tipi di ragnatele sbloccabili con i potenziamenti grazie alle quali si possono fare diverse combinazioni; gli altri eroi ovviamente hanno le loro mosse ma sta più nell’abilità del giocatore sfruttarle per non usare sempre la stessa tattica. La vera chicca delle lotte sono i veri protagonisti di questo videogioco: i Phantom, creati con l’energia di misteriose meteore;  che siano droni di ricognizione, unità di fanteria, truppe d’assalto o comandanti d’unità il loro aspetto è peculiare del paesaggio e della cultura che lo caratterizza, creando scontri anche impegnativi.

Quindi consiglio questo gioco agli appassionati di Spiderman e per chi vuole vedere un Nick Fury caucasico.

maxresdefault (1).jpg