The Old Guard tag

Buongiorno, oggi propongo una tag a suo dire “originale”, che deriva da una tag veramente originale: quella creata da Alix! La sua proposta era una booktag pensata per omaggiare il film Netflix The Old Guard ma io, leggendo abbastanza ma non ricordando mai dettagli come autori, case editrici o personaggi particolari, non riuscivo a rispondere alle sue domande; scherzando, mi ha proposto di rifarne una mia versione e io ho accettato!

Quindi, ecco qui le stesse però commutate per qualunque mezzo mediatico (film, libri, videogiochi, canzoni e anche fumetti)!

Ecco le domande:

  1. Andy: un’opera con il personaggio principale cinico, senza grandi aspettative (bonus point se scegliete un classico!);
  2. Joe: un’opera con una svolta o una sotto-trama inaspettatamente romantica;
  3. Nicky: un’opera con un/una protagonista pronto/a a fare di tutto per proteggere la propria famiglia e le persone che ama;
  4. Nicky+Joe: l’opera LGBTQ+ più bello che avete mai avuto il piacere di scoprire;
  5. Booker: un’opera che parla di famiglia e di morte;
  6. Nile: un’opera di debutto non perfetta ma che rivela un grandissimo potenziale;
  7. Copley: un’opera con un personaggio che si batte per correggere i propri errori;
  8. Merrick: un’opera con un personaggio crudele eppure infantile;
  9. Quynh: un’opera con un personaggio che abbraccia il proprio lato oscuro;
  10. Lykon: un’opera di cui non si parla abbastanza;
  11. Temi: Family of Choice, un’opera con una ‘famiglia scelta’;
  12. Temi: un’opera sulla perdita;
  13. Temi: un’opera sull’immortalità;
  14. Temi: un’opera sulla solitudine;
  15. Temi: un’opera sulla giustizia;

E quindi, senza indugi, ecco qui le mie risposte:

  1. Come risposta mi viene in mente il protagonista di Canto di Natale, un vecchio scorbutico inaridito a cui tre fantasmi del Natale fanno visita per far breccia nel suo vecchio cuore cinico! Come media, dico una delle tante trasposizione dell’opera letteraria (anche se il cartone della Disney regna sovrano);
  2. Inaspettatamente? La vedo difficile… Potrei interpretare “romantica” come parte di quell’esaltazione delle emozioni e dei sentimenti, tipici della corrente artistica del romanticismo, con il bellissimo film Mother! interpretato dalla sempre splendida Jennifer Lawrence: un grande accumulo di angosce e paure, ansie e orrore fino al rogo purificatore di nuova vita.
  3. Come non citare The night Before? Secondo me lo conosco solo io ma è proprio carino e parla di un giovanissimo Keanu Reeves che viaggia un’intera notte per cercare nei sobborghi malfamati della sua città la sua ragazza per il ballo, venduta per sbaglio a un trafficante di persone!
  4. Beh, qui è sicuramente I segreti di Brokeback Mountain. Esistono titoli più iconici?
  5. Recentemente ho guardato il film d’animazione Tarzan e devo dire che le sue tematiche si sposano con quelle di questa domanda, quindi indico lui.
  6. Baby One More Time, di Britney Spears: infatti, pur non dimostrando enormi doti canore riesce a catapultarla nello star system e renderla un’icona degli anni novanta!
  7. Bad Teacher, con la bellissima Cameron Diaz. Parla di una professoressa pigra e incapace che ad ogni sua lezione mostra film ai suoi allievi; solo quando scopre di un concorso di conoscenza tra le varie classi (per cui c’è in palio un premio) si decide a insegnare qualcosa ai suoi allievi. Purtroppo, ormai non sono più abituati…
  8. I bambini vampirizzati nella saga di Twilight: bambini neonati che vogliono solo giocare e se affamati di sangue, poiché eterni bambini incapaci di raziocinio, capaci di sterminare intere città solo per dissetarsi e divertirsi.
  9. Star Wars, trilogia prequel, Anakin!! Una delle più grandi tragedie su schermo divise in tre parti lunghe e ricche di azione. E una delle morti più tristi (quella di Padme ovviamente).
  10. Risposta ovvia. Il libro della Giungla, ma quello vero e non l’aborto della Disney. Credo proprio che quel libro debba essere letto da molte più persone perché contiene le tematiche più importanti del colonialismo; ma ormai chi mi legge questo lo saprà a memoria, vero?
  11. Una famiglia scelta? Allora rispondo con le Prescelte, le Charmed-Ones! Ovviamente mi riferisco a Streghe, famosa serie televisiva di cui sono un fiero fan.
  12. My Heart Will Go On, di Celin Dion o I Will Always Love You, di Dolly Parton.
  13. La scorsa volta per immortalità avevo detto Predestination, ora cito Dracula di Bram Stoker, un bellissimo film su questo non morto e pure dannato che dopo secoli di solitudine per il suo cuore ritrova finalmente la reincarnazione della sua amata.
  14. Lasciami Entrare, un film sui vampiri veramente struggente che vidi anni fa alle due di notte e che ricordo ancora. Stupendo!
  15. V per Vendetta, l’opera adatta per riflettere su cosa sia giusto e cosa sia vendetta. Se non l’avete vista la consiglio, veramente bella.

Finalmente abbiamo finito, ma come al solito nomino qualcuno. Se qualcun altro vuole provare però è sempre ben accetto.^^

Nomine:

E con questo, sono soddisfatto. Ciaone!^^

Sunshine blogger award

Ma buongiorno, oggi vi intrattengo con una nuova tag: sono stato nominato per il Sunshine blogger award da Gaia e quindi eccoci qui!^^

sunshine-blogger-award austindoveblog

Allora cos’è Il Sunshine blogger award? Da quel poco che il mio piccolo ma sagace cervellino ha recepito esso è un premio di qualità che un blogger elargisce ad altri, riconoscendo impegno e qualità. Quindi alla mia persona è stata riconosciuta la sua straordinaria brillantezza e importanza nella nostra cultura, ma questo si sapeva già. Scherzi a parte, sono molto onorato di vedere la mia nomina tra le altre!

Ecco le regole:

  1. Ringraziare la persona che ti ha nominato inserendo nel post il link al suo blog
  2. Rispondere alle domande che ti vengono proposte
  3. Nominare altri blogger che ti ispirano per i loro contenuti
  4. Preparare per loro 10 nuove domande
  5. Includere il logo del contest nel blog post

Bene, passiamo alle domande:

  1. Qual è il primo articolo che ricordi di aver pubblicato nel blog?
  2. Consiglia un libro, un film e una serie tv.
  3. Dove sei andato la prima volta che hai preso un aereo?
  4. Un argomento di cui non hai mai parlato ma che ti piacerebbe affrontare nel blog.
  5. Quanto è cambiato il tuo blog nel corso del tempo?
  6. Saggi o romanzi?
  7. Film o serie tv?
  8. Che rapporto hai con i social network?
  9. Un autore scolastico che hai riscoperto una volta finita la scuola.
  10. Periodo storico preferito?

E per finire, il focus del post: le mie risposte!

  1. Di questo avevo già parlato in questo post, ironizzando parecchio sulla brevità e la sciattezza di stesura dell’articolo. Era una presentazione, posso dire di essere leggermente migliorato da quel momento. Per chi lo vuole leggere trova l’indirizzo della pagina nel post appena linkato, è leggermente imbarazzante. LOL.

2. Devo citare tre media che adoro ma che sono anche molto diversi tra loro sia per linguaggio che per fruizione. Per la serie televisiva ovviamente cito Charmed, di cui qui potete leggere un’intera raccolta di miei post. Riguardo al film, cito senza ombra di dubbio La rivincita delle bionde, mio grande guilty pleasure. E come libro, il mio sacrosanto dizionario di mitologia classica.^^

3. Credo stessi andando in Francia, ci sono stato svariate volte per cui è la meta più probabile. Purtroppo ci sono andato per logica perché non ho grandi ricordi.

4. Al momento non ho un argomento di cui non ho mai parlato ma mi sarebbe piaciuto farlo; potrei rispondere politica ma sarei un pesce fuor d’acqua oltre al fatto che non sono nemmeno particolarmente politicamente impegnato. La risposta alla domanda potrebbe essere il mondo LGBT.

5. Secondo me il blog non è particolarmente cambiato in termini di argomenti, ma sicuramente sì in termini di tempo e qualità dei miei post. All’inizio, com’è possibile notare dai miei articoli, scrivevo veramente poco mentre ora, se decido di scrivere qualcosa, mi impongo un minimo di righe.

6. Sono due cose molto diverse, una è narrativa e l’altra intellettuale. Potrei dire che leggo con meno ristrettezze i romanzi, variando di genere in genere, mentre per i saggi rimango spesso sul cinema e i grandi poeti classici; tuttavia, i romanzi letti li mando avanti, i saggi e le guide invece le tengo nella mia personale libreria.

7. Dipende. Se si vede un episodio al giorno in termini di svago senza imporsi una scaletta per finire presto la serie direi serie televisive; tuttavia, la sera preferisco un film perché è continuativo e ho più tempo da perdere. Insomma, il tutto dipende da quanto tempo mi sento sia lecito perdere.

8. Un rapporto fallimentare. Sia su FB sia su IG ho un account privato e uno per il blog; non ci passo abbastanza tempo. Uso i due più che altro per guardare i post altrui, a me proprio non interessa perderci tempo per cercare di diventare il prossimo influencer: metto la foto, metto tre ashtag per l’argomento e passo ad altro.

9. Nessuno. Mi sono letto diversi classici ma sempre classici di cui alla fine avevo un bel ricordo. Non ho mai letto cose che odiavo, per cui non ho riscoperto nessuno.

10. 21/9/1998-…, con tutte le comodità e la mia fantastica presenza.

Bene, il più è fatto. Ora becchiamo cinque persone che non mi sembra siano state nominate di recente.

Nomino:

Valentina

The Butcher

Silvia

E chiunque altro voglia.

Ecco le mie domande:

  1. Com’è che l’uomo crede nel non uccidere gli animali per sfamarsi e nutrirsi di loro (vegetariani e vegani) ma un gatto o un cane uccidono i topi per puro divertimento? Non è la natura stessa con i suoi processi interni a smentire questa stessa filosofia?
  2. Qual è il posto più esotico e interessante che hai mai visitato?
  3. Io ci sono rimasto male perché a CSI non mostrano mai le parti più odiose del laboratorio analitico: preparazione della vetreria, creazione e peso dei composti, portare a volume e aspettare ore per i risultati. Riusciresti a nominare tre serie televisive tecnicamente fedeli all’argomento che trattano (es: medicina, chimica analitica, legislatura, ecc ecc).
  4. Marvel o DC?
  5. Da quanto hai il blog? Puoi mostrare l’articolo che ti ha dato più soddisfazione?
  6. Qual è l’ultimo libro per cui hai pianto? E quello che ti ha fatto pensare di avere solo perso tempo ad arrabbiarti per esso da quanto era brutto?
  7. Se dovessi scegliere un film horror capace di essere apprezzato anche da chi snobba il genere per la trama, per la tecnica o le idee, quale sceglieresti? In pratica, un passepartout.^^
  8. Secondo te i cartoni animati sono solo per bambini o dentro a loro ci possono essere alcune perle? Guardi mai cartoni animati, che siano film d’animazione, anime o semplici serie per ragazzi?
  9. Che sport fai ora? La quarantena ha modificato le tue abitudini o sei rimasto fedele allo sport che praticavi prima?
  10. Ciao, grazie per avere risposto. Come ti sono sembrate le mie domande? Cosa ne pensi della Community di WordPress?

Fatto. Ora vi saluto, ma prima di lasciarvi vi linko i precedenti Awards. Ciaone a tutti.^^

Liebster Award Tag

My World Award 2018

sunshine-blogger-award austindoveblog

La Tag di Lovecraft

Dopo aver parlato qui della raccolta recentemente letta di suoi racconti, ho deciso di ideare questa nuova tag riguardante proprio quel misterioso autore. Infatti, ho scelto uno dei temi di ciascun racconto o romanzo della raccolta “Il dominatore delle Tenebre” e l’ho reso il topic della domanda! E senza perdere tempo, passiamo alle Regole!

tag lovercraft

Regole:

  1. Ringrazia sempre il blog che ti ha nominato!
  2. Posta la foto in alto come immagine del post.
  3. Rispondi alle domande spiegando anche il motivo.
  4. Nomina sempre cinque blogger.
  5. Divertiti.

Ecco, a parte queste regole basilari che sicuramente nessuno rispetterà, iniziamo con la presentazione delle mie fantasmagoricamente splendide e originali domande! Esse riguardano qualunque opera mediatica, quindi sia film sia libri sia videogiochi!

Quindi, dimmi…

  1. Dagon: un’opera sugli orrori dell’oceano.
  2. Il colore dello spazio: un’opera sulla profanazione della sicurezza familiare.
  3. Dentro al sepolcro: un’opera sul contrappasso.
  4. Herbert Weist: un’opera sull’arroganza della scienza.
  5. La musica di Erich Zann: un’opera la cui musica è in grado di esaltare le tue emozioni.
  6. Aria fredda: un’opera sulla prigionia dell’immortalità.
  7. I ratti nei muri: un’opera sull’insanità mentale.
  8. Il modello di Pickman: un’opera sull’orrore accettabile in nome dell’arte.
  9. Il dominatore delle tenebre: un’opera sulla paura del buio.
  10. Nyarlathotep: un’opera sulla vita di un profeta.
  11. Storia del Necromicron: un’opera sulla ricerca di un pezzo d’arte.
  12. L’orrore di Dunwich: un’opera su strani culti.
  13. La cosa sulla soglia: un’opera sulle violenze domestiche.
  14. L’ombra di Innsmouth: un’opera sulla decadenza di una città.
  15. Il richiamo di Cthulhu: un’opera su un mistero da risolvere.
  16. Temi di Lovecraft: un’opera la cui trama ruota attorno a un pozzo.
  17. Temi di Lovecraft: un’opera la cui trama ruota attorno alle stelle.
  18. Temi di Lovecraft: un’opera la cui trama ruota attorno al razzismo.
  19. Temi di Lovecraft: un’opera la cui trama ruota attorno alla solitudine.
  20. L’impronta di Lovecraft: un’opera ispirata allo stile e alle opere di Lovecraft.

E dopo tutte queste domande, ho deciso di rispondere io stesso ad esse per mostrare quanto siano interessanti e fattibili. Non bisogna mai farsi spaventare dal numero.^^

Ecco le mie risposte!

  1. Scelgo Lo squalo perché è un film su una bestia di grandezza anomala che attacca senza distinzioni e costringe gli abitanti e i turisti di Amity a rifuggere una delle grandi attrazioni turistiche di quell’isola: il mare. Trasformare uno degli elementi più di piacere e svago in una minaccia di morte è sicuramente uno dei punti che ha reso questo celebre film un cult.
  2. Child’s Play è un film che ha per protagonista un piccolo orfanello di padre a cui viene regalata una bambola contenente lo spirito di un serial killer; da quel momento il rapporto tra la madre e il figlio verrà messo a dura prova, con lei giudicata inadatta al suo ruolo di mamma e lui giudicato un piccolo bugiardo, mentre la bambola inizia a mietere vittime inconsapevoli.
  3. Beh, non lo avrò propriamente letto ma i miei 3 e 4 in italiano testimoniano una grande attenzione verso di lui! La Commedia di Dante è sicuramente l’opera adatta per il contrappasso: i peccati che hai accumulato in vita determineranno i tormenti nella vita ultraterrena. L’Inferno è sicuramente il mondo divino più interessante, poi l’autore ha esponenzialmente aumentato il numero di funghetti nel brodino giornaliero.
  4. Come non citare Il Moderno Prometeo e la poesia che ci scrissi alle superiori? Prima o poi me lo leggerò, mi ha sempre colpito come sia il mondo a plasmare malvagia la creatura! Lo ho solo studiato al liceo con letteratura inglese, ma sono anni che mi interessa.
  5. Mamma Mia. Questa perla è una delle storie che guardavo alla televisione in compagnia dell’unica nonna di cui abbia ricordi concreti; poi, con questo film ho imparato l’inglese! Mesi fa ero pure andato al cinema per guardare il sequel in inglese! Proprio bello, mi ha fatto scoprire gli Abba e canzoni come Lay All Your Love on Me e Money, Money, Money mi hanno sempre affascinato.
  6. Fino a qualche giorno fa avrei citato Highlander, ma poi ho visto un film veramente allucinante in cui, pur non mostrando una vera e propria eternità, il suo personaggio si ritrova a vivere un ciclo temporale per l’eternità. Veramente devastante, il film si chiama Predestination!
  7. Shutter Island. Non voglio fare spoiler quindi finisco il commento del film qui.
  8. Monuments Men: questo film parla di un gruppo di datati studiosi d’arte che accettano di partire per la Seconda Guerra Mondiale per trovare e riscattare numerose opere d’arte confiscate dai Nazisti in giro per l’Europa per le proprie collezioni private; film interessante, in pratica questi uomini anziani (il più giovane è George Clooney cinquantenne) tornano a fare i soldati dando in certi casi anche la propria vita per salvare questo lascito degli antichi prima di noi. Un film sicuramente che fa riflettere, anche se secondo me indica una grande sfiducia nel futuro.
  9. Se si cita la paura del buio, com’è possibile non nominare la storia incentrata sull’Uomo Nero? Ecco quindi che cito The Boogeyman, che racconta l’orrore di un giovane uomo che dopo anni in manicomio torna nella casa in cui è convinto ci fosse l’Uomo Nero! Nel cast principale c’è anche la protagonista di Bones, tra l’altro.
  10. Vabbeh, per noi è il Salvatore ma per musulmani ed ebrei è un profeta, per cui dico una qualsiasi rappresentazione della Passione di Cristo.
  11. Chi non conosce la celebre saga di Indiana Jones, una delle ragioni assieme a Lara Croft delle decisioni di molte persone a diventare archeologhi? Tutti questi film hanno una costante: la ricerca di un’opera di importanza storico-artistico indescrivibile e quindi ho deciso di portare tutti e quattro i suoi film per rispondere alla domanda.
  12. Qualche mese fa sono stato al cinema per guardare un film horror molto anormale per i canoni odierni: molto luminoso, ricco di simbolismi e con poche scene gore ma estremamente strazianti. Sì, sto parlando di Midsommar, di cui ho anche letto un articolo nella rivista di settore a cui sono abbonato Asylum.
  13. A letto con il nemico è un film molto intelligente che tratta di una sottomessa Julia Roberts, moglie abusata di un maniaco dell’ordine e del controllo, che finge la sua morte per scappare via da lui. Lei ovviamente è bravissima e il pericolo che il marito rappresenta è tangibile, così come il senso di liberazione che anche noi sentiamo quando lei a metà film fugge!
  14. Credo che citerò Batman Arkham City. Sorpresi che non sia un film? Beh, ho detto di rispondere citando dei media, per cui questo videogioco è perfetto: infatti, parla della decadenza di Gotham, decadenza che spinge il sindaco a murare una parte della metropoli e rinchiudervi dentro tutti i peggiori criminali. Un’azione inumana.
  15. Per un film con un mistero da risolvere, Un piccolo favore risulta essere la scelta perfetta: non conosciamo benissimo i fatti della pellicola, capiamo che entrambe hanno qualcosa da nascondere ma il tutto è gestito perfettamente; inoltre, a livello visivo è tanta roba, oltre a essere una perfetta miscela di commedia e thriller.
  16. Non so se dire il film o il libro da cui esso è tratto; in ogni caso, rispondo con The Ring. Nel primo caso lo definirei un thriller a tinte soprannaturali, nel secondo invece un dramma assurdo. In ogni caso, guardatelo!
  17. Guerre stellari, è troppo un cult da sentire il dovere di aggiungere altro.^^
  18. Questo The Jungle Book.
  19. Un film che mi ha sempre dato nei miei ricordi (perché mi rifiuto di dargli una seconda visione) è Edward-Mani di forbici, dove l’outsider non viene compreso, viene trovato in una solitudine fisica, vive poi in una solitudine emotiva per poi tornare nella solitudine fisica a fine film, anche se il suo cuore non sarà più solo. Troppo triste, non lo riguarderò mai più.
  20. Beh, ovviamente It. Sul mio blog ne ho parlato un botto di volte, citandololo e commentandolo; qui trovate il mio commento al libro, ma nel mio blog ci sono anche quelli ai tre film. Bellissimo, e ovviamente il pozzo è molto importante.^^

Well, ecco la mia originale Tag di Lovecraft! Ora pensiamo alle nominations.^^

La mia imperiale persona nomina:

Bene, tutto è fatto. Ci ho messo tanto impegno, spero che apprezziate e anche chi non è stato nominato, spero possa rispondere perché secondo me sono domande la cui risposta arriva dopo molte riflessioni e ricerche di titoli.

Ciao.^^

MEDICINA-ONLINE-Mary-Shelley-dott.-Victor-Frankenstein-Junior-attori-film-creatura-esistita-davvero-esperimento-morti-morte-cadaveri-pezzi-horror-orrore-racconto-Prometeo-favola-paura-Ha

Liebster Award Tag

Un evento eccezionale è avvenuto: nel giro di sole 24 ore, sono stato nominato da due blog diversi per la stessa tag! Un record che non avevo mai ottenuto, è molto strano ma fa anche molto piacere! I due blog sono Fritz Gemini e Dia43. Grazie mille!

bones

Ecco le regole del Liebster Award:

  • Ringraziare il blogger che ti ha nominato, fornendo anche il link al suo blog
  • Rispondere alle 11 domande ricevute (nel mio caso sono 22 domande)
  • Nominare altri 5-11 blogger
  • Chiedere 11 domande ai blogger nominati
  • Avvisare i blogger che sono stati nominati

E senza timori, ecco le 22 domande a cui devo rispondere!

  1. Cosa provi quando scrivi per il tuo blog?
  2. Quale e’ stata la causa scatenante che ti ha portato all’apertura di un blog?
  3. Pensi ai tuoi anni passati a scuola. Quali reputi essere stati i migliori e i peggiori anni e perché?
  4. Quale e’ stato l’insegnante che ti ha trasmesso qualcosa che ritieni ancora oggi importante? E cosa ti ha trasmesso di cosi’ importante?
  5. Tornassi indietro, reputi che la scuola possa essere migliorata? Se si, dove?
  6. Tra gli incontri più importanti della tua vita, ce ne sono stati sicuramente almeno 3. Quali sono stati?
  7. Nel visitare una città o una zona d’Italia, c’e’ stato un posto che ritieni avere un’energia particolare che entra in sintonia col tuo Sé più profondo? Se sì, quale e perché?
  8. Visitando altri luoghi fuori dall’Italia, hai notato delle cose che ti fanno notare che il nostro paese sia indietro? Se si, in quale settore?
  9. Un desiderio della tua vita che non hai ancora realizzato. Qual e’?
  10. Hai la possibilità di prenderti un anno sabbatico. Cosa faresti?
  11. Per cosa ti piacerebbe essere ricordato?
  12. Qual è l’argomento preferito del tuo blog?
  13. Perché il blogging è importante di questi tempi?
  14. Potevi cominciare prima a fare il blogger?
  15. Qual è il tuo libro preferito e perché?
  16. Qual è la tua cucina preferita?
  17. Qual è la caratteristica che senti delle persone che hai vicino?
  18. Perché la realizzazione personale è importante?
  19. Di cosa sei grato?
  20. Cosa ti dà ispirazione nello scrivere il tuo blog?
  21. Qual è il tuo motto?
  22. Se potessi cambiare qualcosa, cosa sarebbe?

E poi, dopo anni a trascrivere le domande che non erano in lista, ecco i secoli per rispondere a tutte! Ci vediamo dopo le mie risposte, se sopravvivo! xD

  1. Soddisfazione, ecco cosa provo. Scrivere per qualcosa che ti piace e poi vedere che una qualche reazione è capace di suscitarla nella gente è sicuramente appagante. Infatti, i post che mi soddisfano di più li stampo, ci scrivo un’introduzione e li conservo in buste di plastica per il futuro, per quando cancellerò il blog o una tempesta magnetica manderà in tilt il nostro Internet.
  2. Mi ero iscritto a un forum di scrittura, il Creepy Pasta Forum (non so se si nota nel mio genere di racconti),  e vedendo cestinati molti miei racconti in cui credevo volevo trovare un posto in cui condividerli anche se brutti. Quindi è nato il mio blog su BlogFree, dove ho tre sezioni di racconti: miei brutti, miei riusciti e altrui.
  3. I peggiori senza dubbio alle medie: grassottello, in un paesino che non conoscevo (la scuola a due passi da me aveva un pessima fama) e pure bullizzato il primo anno; credo che il mio carattere schivo e diffidente si sia formato là. I miei migliori sono riguardanti la prima, la seconda e la terza liceo, quando ho iniziato ad aprirmi di più, a fare nuove esperienze e ad approcciarmi alla scrittura; bellissimi prof, simpaticissima quella di storia dell’arte!
  4. Credo il mio prof di italiano delle medie. All’epoca ero fortemente osteggiato nella mia scelta di andare al classico, sia dai miei genitori che dai miei professori, nessuno credeva fossi abbastanza resiliente o propenso allo studio; l’unico che mi ricordo mi abbia vistosamente appoggiato è stato lui, dicendo: scegli la scuola che preferisci, se non ti piace o è troppo difficile, fai sempre in tempo a cambiare.
  5. Ehm, indietro… Sono troppo giovane, ma secondo me è peggiorata. Aule sempre più affollate, bagni abbastanza schifosetti e insufficienti aule didattiche. Nononononono.
  6. Il primo è stato sicuramente quello con mamma e papà, alla mia nascita. Il secondo potrebbe essere stato con una mia vecchia amica che vedo da quando ero piccolo perché entrambi figli di amici di un corso di matrimonio. Il terzo boh, con il mio riflesso allo specchio; vale?
  7. Roma, oserei dire. Ci sono stato quattro volte: due coi miei, una con gli scout e una con il liceo. Molto calda, piena di antichità, è una metropoli ed è uno dei centri artistici d’Italia. Meglio di così?
  8. Beh, l’Italia dal lato della comunità LGBT è sicuramente indietro e anche dal lato religioso; altrove anche in piccole città ho trovate locali gay; a Malta la mistura di religione era miscela in modo squisito; solo in Italia si parla di cristianesimo anche se non penso sia considerata religione di stato. In Italia le lingue straniere le sanno in pochi, altrove (Inghilterra, Grecia, Spagna e Malta) l’inglese è preponderante.
  9. Potrebbe essere avere una relazione stabile, parlando di cose realizzabili.
  10. Andrei in America, a visitare i grandi divi del cinema e i posti più famosi. Dev’essere molto interessante, hanno una concezione di cinema molto diversa da quella italiana.
  11. Beh, anche solo per il volontariato: ho speso mesi per quei mocciosi, potrebbero anche solo ringraziare! A parte gli scherzi, per un’opera di intrattenimento, mi piacerebbe molto.
  12. La mia persona. Purtroppo, è l’unica costante, anche se è brutto da dire! xD
  13. Perché con tutti questi social ti obbliga a riflettere e capire cosa vuoi comunicare e come farlo: siamo miliardi di persone, troverai sempre qualcuno più bravo di te a spiegare e quindi devi capire in cosa ti devi differenziare.
  14. No. Qui vi ho postato i miei primi cinque post. Se all’epoca ero così, figuriamoci prima.
  15. Vado molto a periodi: alcune volte avrei detto la saga di Eragon, poi Percy Jackson, poi Harry Potter, poi Starcrossed, poi Dracula, poi le mie guide al cinema porno e horror, poi… Ma tenendo a mente una frase presa da Il diavolo veste prada (Hai una relazione con chi prendi tutte le sue telefonate) direi il mio amato Dizionario di mitologia classica, lo consulto da quando ero bambino.
  16. Cucina italiana, non vegana e molto basata su proteine animali e carboidrati.
  17. Tutti stronzi. Per fortuna che ci sono che rischiaro il mondo.
  18. Siamo animali. L’unico scopo della vita per un animale è figliare e salvare la continuità della specie. Ora che i figli iniziano a scarseggiare, almeno noi dobbiamo realizzarci nella vita sennò siamo veri falliti.
  19. Sono grato di esistere, di vivere in moderata agiatezza in uno spazio geotemporale tranquillo senza guerra o povertà. Ho il mio pc, la mia casa, il mio cane e genitori da convincere per cose da fare per cui dovrei alzarmi dal divano. Meglio di così?
  20. I film che guardo, i libri che leggo, i videogiochi che mi intrattengono, le leggende con cui sono cresciuto e gli eventi che mi sconvolgono!
  21. Relax, troverai sicuramente qualcuno che lo fa al posto tuo.
  22. I miei problemi intestinali, non sapete che vuole dire avere sempre gas in addome, essere vincolati al bagno, dovere stare attento a ciò che mangio e non potere mangiare i dolci che mia sorella prepara, dovere prendere pastiglie contenenti enzimi che al massimo rallentino di qualche ora la mia corsa al bagno, stare in bagno ore, avere diverse scariche in un solo giorno, avere continui esami del sangue, delle feci, dell’urina, del colon e del retto, per vedere se ho batteri in gola o grafie varie per le dimensioni degli organi. Veramente, se faccio quelle veneree, di visite, le ho fatte tutte riguardanti i prelievi.

Bene, ho finito di rispondere. Avrei dovuto mettere le prime domande come ultime perché erano complicate e fare 22 risposte originali di fila è sicuramente sfiancante. Ma ce l’ho fatta. Ovviamente, il tutto è condito con ironia e quindi non è da prendere il 100% come vero. Ora, devo pure pensare alle mie di domande; vabbeh, visto che ho sofferto, faccio soffrire anche io! LOLLONE!

Domande che propongo:

  • Secondo te, perché due donne che si baciano è socialmente accettato e guardato da milioni di utenti, ma due uomini che si baciano provoca sdegno e insulti?
  • Come hai conosciuto il mio blog? Ti danno fastidio i miei commenti scritti nel linguaggio messaggistico?
  • Weinstein è un molestatore; Allen è accusato di pedofilia; Polanski è condannato per violenza su una minorenne. Sono indubbiamente dei geni nel loro settore. Secondo te, è meglio condannare all’oblio questi uomini e privarci delle loro opere d’arte o scindere il film dal suo autore?
  • Se dovessi descrivere una leggenda della mitologia classica, chi sceglieresti? Perché?
  • Cosa ne pensi delle cantanti pop? Per esempio il classico confronto tra JLO e Mariah: per essere considerate grandi cantanti hanno bisogno di arrivare a note che manco i cantanti lirici o è anche questione di immagine e doti di iconicità?
  • Se un film prende il nome del libro ma non ne rispetta i valori fondamentali, lo sapresti apprezzare avendo letto il libro? Quanto è liberatoria la volontà di derivare un film liberamente secondo te?
  • Se smettesse di esistere l’Internet cosa succederebbe?
  • Sei a favore o meno dello Scautismo? Come movimento è molto importante e aiuta a crescere i ragazzi che ve ne fanno parte, anche se i numeri in Italia (almeno dalle mie parti) non sono incoraggianti. Spingeresti tuo figlio a parteciparvi?
  • Ecco un altro argomento che se mi leggete da un po’ avete capito che mi interessa a livello artistico. Secondo te, il cinema porno è considerabile arte o è al pari della prostituzione? Mi interessa una bella argomentazione.^^
  • Ora (mentre scrivo questo, passerà un pezzo per la pubblicazione) sto leggendo Lovercraft; all’epoca deve avere fatto molto scalpore ma adesso i suoi mostri sono entrati nell’immaginario collettivo e li trovo classici, superati pur riconoscendo una qualche somiglianza collettiva e fisiognomica. Mi potresti descrivere un tuo mostro originale e secondo te mai visto da altri? Come te lo immagini? Una bella risposta visiva in un blog scritto!
  • Qual è il post del tuo blog che ti ha deluso maggiormente? Perché ha floppato con il tuo pubblico, perché rileggendolo ti sembrava fosse venuto meglio, perché non rispecchia più quello che sei ora.

Bene, e anche questa è fatta. Ora tocca alle nomination. Esplodo ma ce la farò.

10 Nomination:

  1. Gaialor95
  2. Delirium Corner
  3. AAdolescenza
  4. Il verbo leggere
  5. Il Zinefilo
  6. Alix attraverso lo specchio
  7. Sam Simon
  8. Serial Escape
  9. Sandro Piri

Ecco, ce l’ho fatta. Questa è stata una delle tag più ardue da completare ma sicuramente molto interessante! Ringrazio chi mi ha nominato. Ovviamente chi ho taggato sono tutti blog che seguo per cui sono da tenere d’occhio. Ciaone, dopo questo vado a riposare nella mia comoda bara.

alcesti01-800x444
La povera Alcesti rappresenta il mio attuale stato d’animo

Blogger tag

Ma buongiorno!  Oggi torno con una nuova tag proposta dal blog Serial escape, tag il cui argomento è chiaramente essere blogger! Quindi, bando alle ciance, ecco le domande e di seguito le mie risposte.^^

Le domande sono:

  1. Perché hai aperto un blog?
  2. Qual è l’articolo di cui sei più orgoglioso?
  3. Qual è il tuo articolo più visualizzato?
  4. Il tuo blog si è trasformato rispetto agli inizi?
  5. Qual è il tuo prossimo obiettivo da raggiungere col blog?
  6. Consigli alle persone di aprirsi un blog?

Le mie risposte non saranno molto elaborate perché in un certo senso ne ho già parlato in post come questo e questo, ma comunque ci spenderò qualche centinaio di pigiate alla tastiera giusto per completezza.^^

Le mie risposte sono:

  1. Ho aperto il blog come valvola di sfogo per chiacchierare ed esprimermi di argomenti che la gente molte volte definisce noiosi o che comunque tratta con superficialità perché pensa ci siano cose più mature e meno vacue su cui spendere le proprie energie.
  2. Ho tanti articoli di cui sono orgoglioso, dovrei fare una lista a parte. Per non ripetermi nella domanda successiva, rispondo citando col mio bellissimo racconto LGBT, il mio approfondimento su Elena di Troia e il mio commento alla mia guida al cinema erotico e porno.
  3. Questa è facile: Perché Kaa della Disney è un insulto all’originale, senza però contare ovviamente gli Archivi e la mia presentazione. Sono particolarmente orgoglioso di questo post perché rispecchia il mio vissuto nei Lupetti, il mio lato da blogger e infine le mie comparazioni al vetriolo. All’inizio lo facevo leggere personalmente quando mi chiedevano di cosa scrivessi sul mio blog, poi ha iniziato a comparire nelle ricerche su Google e adesso che ho indicizzato tutto il blog mi porta decine di visualizzazioni a settimana!^^
  4. Certamente, sia in termini di qualità e quantità sia in termini di consapevolezza. A differenza di molti, che a pochi mesi dalla nascita del loro fanno centinaia di visualizzazioni perché lo hanno studiato, hanno qualcosa da raccontare e lo sanno esprimere strutturando il sito nel migliore dei modi, io quando lo fondai quattro anni fa non sapevo minimamente nemmeno chi fossi. Lonely, senza una vera identità nemmeno di scrittura o riguardi ai toni su cui basare i post, vestivo in modo trasparente e non mi piacevo nemmeno. Almeno adesso ho un’idea di come dev’essere un post decente; per il resto sono uguale a quattro anni fa!
  5. Io non ho obiettivi: questo blog è sconclusionato come una carica elettroni che cerca di attraversare i miei poveri neuroni sconnessi tra loro! Vado avanti, vedo cosa mi ispira e procedo nel mio piano per diventare un divo di Hollywood
  6. Certamente, mi ha aiutato molto nella formazione di un ideale di scrittura e per capire cosa volessi trasmettere. Inoltre, gestire un blog ti mostra in maniera diretta se sei capace di comunicare il soggetto del tuo discorso (come a un esame) e dal numero di visite e commenti ottieni anche un feedback. Credo che avere un blog stimoli molto la fantasia e la ricerca di contenuti, ti spinga ad approfondire e spendere del tempo a riflettere. Pure io posso vantare ora di mettere in moto il cervello qualche minuto al dì!^^

Taggo i blog:

Ovviamente, chi vuole può continuare la catena! E altrettanto ovviamente ho nominato blog e non bloggers singoli perché così se un blog è condiviso e nella sciagurata ipotesi che uno dei blog nominati lo sia (scopritelo voi, io non spoilero) vorrei vedere le risposte di tutti i collaboratori! Per avere tante belle risposte e tante belle idee da condividere!^^

Prima di salutarvi, vi lascio cinque Tag che se avete apprezzato questa amerete di sicuro:

  1. BOOK TAG: 25 DOMANDE SUI LIBRI
  2. Blogger nel 2019
  3. Book tag: Would you rather…?
  4. Il film che: la mia tag sui film!
  5. My World Award 2018

Ecco qui. L’assedio di link è finito. Andate in pace con la benedizione della Colomba. Ciaone!

Schero blog
Il mio vecchio logo con Bula ❤

Piccole Donne BookTag

Nominato molto indirettamente dal blog Il lettore curioso, che consiglio ovviamente, ho deciso di partecipare anche io a questa bella catena libresca. Il tema come dice il titolo è ovviamente il franchise di Piccole Donne e mi sembra perfetto per la Tag e il tipo di domande.^^

  1. Jo March: Scegli un libro che avresti voluto scrivere perché è bellissimo.
  2. Jo March: Scegli un libro con una protagonista con un’eroina il cui viaggio è molto più d’ispirazione che delle sue storie d’amore.
  3. Meg March: Scegli un libro con un personaggio secondario che l’ha reso il libro per te.
  4. Meg March: Scegli un libro con un personaggio le cui aspirazioni sono molto diverse dalle tue.
  5. Beth March: Scegli un libro la cui morte di un personaggio ti ha completamente devastato.
  6. Beth March: Scegli un personaggio genuinamente buono che tu credi si meriti il meglio.
  7. Amy March: Scegli un personaggio che tu ami, ma che tendenzialmente non è apprezzato o non è capito.
  8. Amy March: Scegli un libro con una coppia che tu ami, ma che agli altri non piace.

Ecco le mie risposte:

  1. Credo che per genere e narrazione avrei voluto scrivere Starcrossed. Parla di una ragazza che si scopre discendere da Elena di Troia dopo che cerca di strangolare il ragazzo più bello dell’isola in cui abitano, recentemente trasferitosi assieme alla famiglia. La trilogia narra la mitologia greca e le opere omeriche in una nuova chiave di lettura, più teen ma anche più romantica senza risultare cringe o smielata. Letto in adolescenza, deve sicuramente avere influenzato l’estetica dei miei racconti, mi ero letto tutta la saga in meno di due mesi e ho ancora un ottimo ricordo!
  2. Katniss Everdeen (Hunger Games), la grande stronza che tira più due di picche che frecce. Altra saga letta in adolescenza (e pure il primo in inglese), lei si ricorda per la grande testardaggine, lo spirito di sopravvivenza e la capacità di ispirare le persone a combattere; di certo non per le sue capacità seduttorie  o affettive: stronza e approfittatrice di natura, molte volte mi ci sono ritrovato come carattere – sono proprio simpatico vero? xD – è anche molto protettiva e molte volte rischia la vita per salvare i propri cari e ciò in cui crede. Grande trilogia.
  3. Coraline. Non ho grandi ricordi del libro, ma mi ricordo quanto quella matta con gli occhi inquietanti facesse paura; letto alle medie, mi ricordo ancora un’illustrazione della sua mano scheletrica e con unghie lunghissime simili ad artigli, mi ricordava troppo un ragno!
  4. Afrodite, dall’Ippolito incoronato: va bene che sono egocentrico, ma essere venerato non è l’unico scopo della mia splendida splendente vita! Però è un bel personaggio, chiaro esempio della Hybris contro Ippolito e insegna una splendida morale: mai rimanere vergini o si rischia di portare al suicidio qualcuno. Bellissima tragedia, la consiglio e al link trovate l’analisi fatta al liceo.
  5. Batman Vampire, alla morte del protagonista (quella finale) mi sono strappato gli occhi. Troppo romantico, troppo dramma, troppe vittime. Troppo ingiusto.
  6. Percy Jackson. Altra saga di formazione con protagonista che inizia undicenne e si conclude con lui sedicenne, spero finalmente, ora che ha salvato il mondo sia dai Titani che dai Giganti, che possa finalmente concludere con Annabeth, alla fine, oh! In tutti questi romanzi ha sempre rischiato la vita per gli altri e ha ricevuto solo un bacio. Ora che può, prima di schiattare per mano di un mostro, potrebbe andare a stabilirsi nel Campo Romano e vivere in una bella villetta con Annabeth!
  7. Kaa, di Rudyard Kipling; se non lo apprezzate per le caratteristiche giuste siete capre condotte già al macello dalla Disney. Il personaggio rappresenta la vecchiaia, l’uomo saggio che con la sua mente e la sua astuzia è in grado di vincere battaglia e salvare più volte il protagonista. Descritto lungo più di 10 metri, abbastanza pesante da sfondare le mura di una cittadina ma irrimediabilmente accecato dalla recente muta, è uno dei personaggi più iconici e importanti del libro-simbolo del razzismo dell’epoca coloniale in cui è stato scritto.
  8. Non so se sia apprezzata o meno, ma mi è rimasta impressa la coppia di Gwenda e il  contadino belloccio di Mondo senza fine; letto alle medie, ho empatizzato un botto con lei, era il mio personaggio preferito. Definita una mucca con le mammelle enormi (mi sono perfino rimasti impressi gli insulti che le rivolgevano!), con astuzia riesce a sposarsi il più ambito del villaggio, a dargli un figlio e non temere la concorrenza delle ragazze più giovani e sicuramente più belle (ci vuol poco poverina). Bellissimo personaggio, una donna forte e grande esempio di resilienza.

Ecco, questa è la mia Tag o meglio le mie risposte ad essa. Come al solito, ai link potete trovare i libri commentati; se siete interessati ad altri Tag a cui ho partecipato, qui c’è la sezione. Ho cercato di nominare libri che non porto spesso sul blog, spero abbiate apprezzato. Ciaone, sotto ci sono le nomine, per continuare la catena!

Nomino:

Daniele Artioli

Il Profumo dei libri

Elena e Laura (e questa volta vedete di nominarlo qualcuno xD)

Sam Simon

Imlestar blog

starcrossed

Blogger nel 2019

Citato in giudizio da Sam Simon, ho deciso di aderire al Tag in cui mi ha nominato! Questo mi è piaciuto molto perché mi permette di approfondire la natura del mio blog della mia persona in quanto blogger! Quindi, ecco qui la mia risposta alla nomina!

Come nasce l’idea dietro ai tuoi post?

Allora, l’idea nasce dalle mie passioni. Adoro guardare film, mi piacerebbe studiare cinema, mi piace leggere libri, gioco a molti videogiochi, sono appassionato di mitologia greca e ogni tanto ho l’estro creativo. Con chi ne parlo che appena nomino questi argomenti la gente si addormenta? Ma ovviamente qui nel mio piccolo angolo di relax!

Quali mezzi utilizzi per il blogging?

Principalmente il Computer portatile, poche volte il telefono. Se potessi scrivere tutto a mano sarei molto più felice ma non è possibile, odio scrivere a tastiera, qualsiasi essa sia. Per le immagini, o le prendo da Google o uso immagini che faccio io: screenshots o foto.

Quanto impieghi per un post e come inserisci il blogging nel tuo tempo libero?

Dipende. Ho la media di un post ogni quattro giorni, quindi cerco di rispettarla. Dipende dall’articolo, dalla sua lunghezza e dal suo spessore. Può variare dalle settimane alla mezz’oretta tranquilla; veramente varia molto. Credo però che gli articoli veramente lunghi non li faccio più perché la università mi mangia troppo tempo a livello fisico ed emotivo.

Qual’è il tuo rapporto con i social network e come sono legati al tuo blog?

La mia idea sarebbe rimanere nell’anonimato ed essere omaggiato da sconosciuti per le mie idee; ultimamente, per evitare di floppare uso Facebook o Instagram per spammare i miei post. Una volta avevo provato a creare una pagina FB del mio blog ma sono veramente troppo scostante: il blog come social media è anche troppo da gestire in tranquillità.

Vedi questa “crisi” del blogging in prima persona, al punto da aver avuto la tentazione di trasferirti in pianta stabile sui social?

In verità no. Frequento anche forum su Forumfree e le mie interazioni sono sempre soddisfacenti. Qua si pensa e si commenta, non ci si limita a lasciare un like a caso. Preferisco qui, più tranquillo e più elitario dove il 99% degli utenti ha un blog.

Per le nomine, nomino chiunque legga questa Tag. Molti di quelli che avrei nominato sono già stati scelti e quindi spero che chi mi legga lo faccia attivamente e raccolga la palla!

Cambiando argomento, nel 2019 il mio blog ha continuato a crescere. I miei post si sono concentrati su film e riflessioni che sono state arricchite dai miei lettori anch’essi blogger; è questo che intendevo sopra: qui la mente fermenta, c’è sempre della discussione se si è nello spirito giusto! Quindi, volevo condividere con voi i traguardi di fine anno!

I 5 articoli più visitati scritti nel mio 2019:

  1. After 
  2. Il film che: la mia Tag sui film!
  3. Guida al cinema erotico e porno
  4. 10 streghe potenti!
  5. Il Rifugio Galassi

I 5 articoli di sempre più visitati nel mio 2019:

  1. After
  2. Perché Kaa della Disney è un insulto all’originale
  3. Il Mostro
  4. Lol all’Eredità di Rai uno
  5. Bivacco Marsini

Conoscevate questi post? In ogni caso, buon 2020 e grazie di tutto!

dylannone blog
Ne è passato di tempo!

 

Aspettando l’autunno: The Autumn Series Tag

phoebe-broom

Ciao a tutti!

Oggi propongo una tag sviluppata inizialmente dal Lettore Curioso: The Autumn Series Tag, una tag sulle serie televisive! The Autumn Series Tag mi ha colpito immediatamente perché le domande che sono state scelte sono molto carine e fantasiose e quindi io da brava sanguisuga gliela frego ed espongo le mie risposte. **

Domande:

  1. 🥧 TORTA DI ZUCCA: una serie che una puntata “tira l’altra”
  2. 🍫 CIOCCOLATA CALDA: una serie molto “hot”
  3. 🎃 HALLOWEEN: una serie che si è rivelata diversa da come vi aspettavate
  4. 🌫 FOSCHIA: Una serie che vi mette i brividi
  5. 🍁 FOGLIE CHE CADONO: una serie che è caduta (cancellata) troppo presto
  6. 🌰 CASTAGNE: una serie perfetta da guardare in compagnia
  7. 🌧 PIOGGIA: una serie che vi commuove
  8. 🔥 FUOCO: una serie che vi “accende” quando ne parlate

Ecco le mie risposte:

  1. 🥧 TORTA DI ZUCCA: CSI; adoro questa serie, soprattutto Scena del Crimine, perché l’ambientazione di Las Vegas con le mille luci e le inquadrature atte a mostrare le sue glorie sono molto belle, sono cresciuto con quei personaggi ed è stata la prima vera serie poliziesca che ho seguito (e se voi seguite me da tempo sapete che ne seguo parecchie).
  2. 🍫 CIOCCOLATA CALDA: Queer as Folk; remake americano di una serie inglese, parla senza peli sulla lingua della vita di un gruppo LGBT e ovviamente il sesso non viene escluso pur non essendo il vero valore della serie. Molto bella, mi piacerebbe comprare i cofanetti.
  3. 🎃 HALLOWEEN: Buffy The Vampire Slayer; mi era stata prospettata come l’ispirazione per Charmed e quindi estremamente simile ma invece grazie alle ambientazioni e alle età diverse dei protagonisti assieme alle loro abilità hanno reso le due serie estremamente diverse ed entrambi godibili (anche se Buffy è molto più teen).
  4. 🌫 FOSCHIA: Piccoli Brividi; sarà che non guardo mai serie il cui unico scopo è spaventare ma devo ammettere che nella mia memoria devo avere qualche trauma infantile legato ai Piccoli Brividi – anche solo gli occhi del cane nella sigla che diventano gialli è tuttora causa di grande inquietudine.
  5. 🍁 FOGLIE CHE CADONO: Scream Queens; due sole stagioni sono poche, avrebbero benissimo continuare quella e cancellare invece Don Matteo.
  6. 🌧 PIOGGIA: Charmed; ci ho passato l’adolescenza con le repliche e con i DVD ci ho imparato l’inglese. E’ tutto stupendo, una serie perfetta che è stata rovinata dal plagio/reboot: secondo me, avrebbero dovuto spingere sul cachet e fare tornare le Charmed Ones originali per filmare la nona stagione che era vissuta solo su carta.
  7. 🔥 FUOCO: non ne ho una, quando mi fisso su una serie o su un argomento in generale non parlo d’altro.

Ecco, queste sono le mie risposte alla tag The Autumn Series Tag. Chiunque può sentirsi nominato, spero di non fare morire la catena.^^

giphy.gif

La tag estiva: la mia estate perfetta!

Buongiorno a tutti! Oggi voglio rispondere a una tag estiva a cui il mio blog è stato chiamato per dare nuova flora e nuovi agganci per continuarla! Quindi eccoci qui.^^

Luogo

Collego l’estate a due luoghi in generale legati alla mia infanzia: le montagne del Cadore e i mari dei villaggi turistici veneti, entrambi luoghi che ero solito visitare e in cui ‘vacanzeggiavo’ alcune settimane. Prima o poi mi piacerebbe tornare a Bibione!

Viaggio

Non credo esista un viaggio che collego alla stagione estiva, ma i luoghi e la cultura inglesi hanno fatto breccia nel mio cuore e mi piacerebbe tornare a Margate.

Programma TV

Un programma pieno di colori e musiche, bei ragazzi e tante cose divertenti. In alternativa mi basta un canale che trasmetta solo film e serie televisive che mi piacciano. uu

Serie Tv

Una serie Tv che secondo me rappresenta la mia estate è L’ispettore Barnaby: appassionatomi, data l’ora e mezza di ogni puntata riesco a trovare il tempo di guardarla solo durante il periodo estivo centrale, dove posso posticipare gli impegni. La mia serie Tv preferita è e rimarrà sempre Charmed ovviamente!

Film

Guardare mille volte i film che mi piacciono! Legally Blonde, Il diavolo veste Prada, Bram Stoker’s Dracula, The night before e tanti altri ancora.^^

Libro

Non ho un libro preferito, mi piace variare. A Malta mi sono preso Il settimo figlio in inglese.

Rivista

Mi piacerebbe una bella rivista di cinema o tornare con quella veterinaria: Pet Family.

Gioco

Pokémon! Mistery Dungeon Esploratori del cielo o Platinosono quelli a cui sono più affezionato; del primo ho una partita che dura da anni con quasi 10 Pokémon al livello cento!

Gioco da tavolo

Monopoli è già stato detto, quindi mi butto su uno sconosciuto: Giorno di paga. Lo adoro, è bellissimo! **

Attività

Mi piacerebbe fare tipo un corso di cinema, scrittura o disegno. Allora sarei felice.

Cibo

Pizza, crepe e piadina e i derivati del maiale. Solo che ora che non mangio lattosio è tutto più triste…

E adesso la parte sociale e ‘WordPress’esca della tag! Intanto ringrazio La cupa voliera per avermi nominato e come stabilito cito credo il creatore: https://mikimoz.blogspot.com/2019/06/tag-la-mia-estate-ideale.html. Quindi ecco le cinque nomine che spero frutteranno tanti nuovi anelli a questa bella catena.^^

Queste sono le mie nomination, spero vengano apprezzate. Ciaone.^^

tumblr_nip8ntL0xP1rann0eo1_500

Ashtag?

Ciao a tutti, oggi rispondo alla mia prima catena: infatti, Gaialor95, infatti, mi ha taggato in questo carinissimo tag.

tenor (1)

  1. #shattermetag
  • Juliette Ferras, personaggio che ti ha commosso: Nico Di Angelo, di Percy Jackson e gli dei dell’Olimpo; quel ragazzino ne ha passate tante e alla fine è bello come con semplicità si libera di un peso che lo aveva quasi rovinato!
  • Adam Kent, personaggio testardo come l’inferno: Temperance Brennan della serie di libri gialli dell’antropologa forense Kathy Reichs;
  • Aaron Warner, personaggio che non hai potuto fare a meno di amare: Gwenda di Mondo senza fine.
  • Kenji Kishimoto, personaggio che vorresti fosse il tuo migliore amico: Helen Hamilton, di Starcrossed.
  • Anderson, personaggio che odi sopra ogni altra cosa: al momento non mi viene in mente nessun personaggio xD
  • James Kent, personaggio che abbracceresti tutto il tempo: Paperino di Topolino!
  1. #cloudsorstarstag

Nuvole o Stelle: Nuvole
Inchiostro o Matita: Matita
Raggio di Sole o Raggio di Luna: Raggio di sole
Montagne o Oceano: Oceano, è più intrigante e misterioso!
Bosco o Pietra: Bosco, quale sarebbe la bellezza di un sasso? xD
Crepuscolo o Alba: Crepuscolo

  1. Un classico #chapterbooktag: il prologo.

Non sono propriamente le pagine del Prologo, credo che non lo abbia se non ricordo male, ma il primo capitolo di It di Stephen King.

  1. #5femalecharactersidliketobe
  • Helen Hamilton di Starcrossed.
  • Annabeth Chase di Percy Jackson.
  • Giulia Antonia di Il Gladiatore.
  • Paige Halliwell di Streghe (hanno fatto il fumetto che conta come libro uu).
  • Piper McLean di Percy Jackson.

E visto che sono dell’altro sesso, aggiungo un ashatag xD

#5malecharactersidliketobe

  • Jason Grace di Percy Jackson.
  • Wulfric di Mondo senza fine.
  • Lief di Il magico mondo di Deltora.
  • Lucas Delos di Starcrossed.
  • Peeta Mellark di Hunger Games.
  1. #adventurebooktag
  • Il libro più avventuroso che tu abbia mai letto: credo Viaggio al centro della Terra, versione per bambini!
  • Un libro che hai letto durante un viaggio: Leggo sempre durante i viaggi; sparo nel mucchio con It di Stephen King.
  • Un’isola sulla quale ti piacerebbe vivere un’avventura: Isola di Mele Mele!
  • Quale personaggio famoso (di libro o cinema e tv) sceglieresti come compagno d’avventure? Temperance Brennan, con lei sopravvivo di sicuro!
  • Di quale personaggio libroso ti piacerebbe vivere la storia? Percy Jackson eh.

Quale frase urleresti ai tuoi compagni nel bel mezzo di un’avventura? Perché a me??? t-t

Taggo:

Il Zinefilo

https://parolepelate.com/

https://ormesvelate.com/

https://batmancrimesolver.wordpress.com/

https://briciolanellatte.com/

Pietà, nn sono bravo a citare… Spero che apprezziate le nomination, ho pensato non solo a blog legati a doppiofilo alla letteratura, ma anche blogger che apprezzo e che potrebbero dare risposte molto interessanti^^

It_1990_Promotional_Poster