Speciale di Natale: L’amore non va in vacanza

Buon Natale! Come lo passerete? Io in famiglia, ci sono una serie di tradizioni che mi piace rispettare e una di queste, cominciata l’anno scorso, è proporre un film natalizio da condividere con i miei lettori! E oggi il film è L’amore non va in vacanza.

L’amore non va in vacanza (The Holiday in madrelingua) è un film diretto, scritto e prodotto da Nancy Meyers e per me e la mia famiglia è un piccolo classico di Natale che riguardiamo sempre con piacere. Uscito nel non troppo lontano 2006, vanta un cast stellare e una sceneggiatura capace di riportare il sorriso sul viso dello spettatore più sconsolato. Lo adoro.^^

La trama ruota attorno a due donne sole al mondo che per le vacanze natalizie decidono di scambiarsi le case : Iris (interpretata da Kate Winslet) è una giornalista di successo inglese che vuole cambiare aria per dimenticare l’ex; Amanda (interpretata da Cameron Diaz) è una ricca creatrice di trailer cinematografici che desidera scomparire per un po’ dopo aver scoperto che il fidanzato l’ha tradita. Così, il film racconta le loro vicende nelle rispettive ma scambiate case natalizie, vacanze in cui entrambe riscoprono l’amore in ogni sua forma e riescono anche a creare legami che le portano a chiedersi cosa realmente vogliano.

Tranquilli, niente spoiler almeno per ora!

Ma se L’amore non va in vacanza ha una grandissima anima romantica, non bisogna dimenticarsi quella meta-cinematografica! Infatti, dati il lavoro e la vita di Amanda, quando Iris va a vivere a casa della ricca donna di cinema a Los Angeles viene inglobata da un mondo di riferimenti cinematografici anche grazie ai fortunati incontri che fa: prima un talentuoso compositore e poi un celebre sceneggiatore in pensione. Inutile suggerire che siano tantissimi i film e gli artisti che vengono citati; e c’è pure un cameo di Dustin Hoffman!

Ma parliamo delle due protagoniste!

Iris è una giornalista del Telegraph, un giornaletto insignificante inglese come ben sapete, ed è lei a presentare i personaggi del film con una bellissima introduzione sul concetto di amore e di innamorato. Realizzata dal punto lavorativo, il suo è un percorso di riscoperta dell’Io e della fiducia in se stessa in quanto donna meritevole di amore da altri e da se stessa; ovviamente questo arco di maturazione è possibile solamente estromettendo la tossicità dalla sua vita e cercando dall’esterno qualcuno o qualcosa che riesca a farle capire che della propria vita lei deve essere la protagonista. Essendo Iris lontana dal mondo del cinema e del lusso tipici di Los Angeles, la storia di Iris è anche la più meta-cinematografica perché è lei stessa il fulcro della scoperta del cinema: facendo conoscenze nel settore viene permeata di nozioni, conoscenze e film da guardare; una vera delizia per un cinefilo!

Amanda, incarnata da Cameron Diaz, è anche lei una donna insicura sull’amore a causa di un trauma infantile per cui non è più riuscita a fidarsi di nessun altro se non di se stessa; quello di Amanda è un viaggio metaforico per riscoprire se stessa grazie a Graham, l’affascinante e single fratello di Iris, che fa capolino nella casa della sorella poche ore dopo l’arrivo della nuova arrivata. Il problema di Amanda è il non affezionarsi ai suoi amanti e, infatti, durante la narrazione molte volte lei prova a piangere, non riuscendo però a scalfire la propria intimità. Ah, a proposito di intimità, è interessante il dettaglio che ho notato alla seconda revisione del film per il blog: Amanda e Graham sono visti seminudi a letto, nella propria intimità, solo dopo la terza volta che fanno sesso, quando metaforicamente si mettono a nudo parlando del proprio futuro. E non temete cinefili, anche Amanda è chiaramente meta-cinematografica: il suo personaggio è caratterizzato da una voce interiore che riassume la sua situazione sentimentale come se fosse la voce narrante di un trailer! Stupendo.

Insomma, L’amore non va in vacanza è una piccola perla con un grande cast e una sceneggiatura galoppante. Entrambe sono donne di successo mostrate prima come donne di successo al lavoro e poi come disperate in amore.

Il film costella la visione con una serie di primi piani intensi intervallati, soprattutto per il cottage inglese, da campi lunghi a mostrare l’ambiente circostante e le splendide campagne inglesi. Personalmente ho amato il piccolo e intimo cottage di Iris rispetto alla grande e lussuosa villa di Amanda perché è il film stesso a farcelo amare: il cottage è ricco di oggetti, è vissuto e disordinato, non ha paura di accogliere i suoi ospiti; invece, la villa è troppo ordinata, tecnologica, fredda e solo con molto calore riesce a riscaldarsi perché finalmente la vediamo riempirsi di sorrisi e chiacchiere grazie però a Iris. Quindi anche le case stesse ci raccontano delle loro proprietarie.

Ho voluto condividere con voi brevemente questa piccola perla impreziosita da una regia che sa come trasmettere lo spirito natalizio senza ammorbarci con i topoi del genere regalandoci una commedia fresca ma non glaciale e una sceneggiatura veramente sagace. Questo film è in casa mia da moltissimi anni, è legato alla mia infanzia e lo riguardo sempre con estremo piacere: le due attrici protagoniste sono bravissime, ci sono alcune scene che mi fanno sempre ridere (come le telefonate incrociate di Amanda e Graham ad Iris o la voce narrante che se la prende con Amanda) e altre che invece mi fanno riflettere (Iris che si rispecchia nella situazione di Miles, la solitudine di Amanda) e mi spingono a migliorarmi.

Per me L’amore non va in vacanza è un classico. E per voi?

Come poteva mancare Katy ad augurarci buone feste?^^

Buon Natale! Come al solito, vi lascio alcuni link interessanti, ciao e buone feste!^^

Il mio recente racconto natalizio: Il buon Doriano.

Il mio speciale di Natale dell’anno scorso: Mamma, ho perso l’aereo.

Il mio articolo di auguri del ’19: qui.

Il mio articolo di auguri del ’18: qui.

Il mio articolo di auguri del ’17: qui.

Il mio disegno realizzato nel 2016: qui.

Speriamo di sopravvivere alle soffocanti domande dei parenti! E buon Natale!

I miei film natalizi 2020-2021

Buongiorno! Recentemente è passata la Befana e come si sa bene, l’Epifania tutti i film natalizi si porta via. Devo dire che quest’anno io e la mia famiglia ci siamo dati da fare, accumulando un quantitativo di filmetti di serie B esorbitante; ma che ci volete fare, li troviamo perfetti per spegnere il cervello!

I miei film natalizi 2020-2021:

Una telecamera per due

Il mistero di Natale

Il paese di Natale

Natale a Winters Inn

Sposami a Natale

La tradizione del Natale

Non sono pronta per il Natale

Un principe per Natale

Una tata per Natale

La magia del Natale

Un misterioso Babbo Natale

Natale a Bramble House

Nightmare Before Christmas

Lettera di Natale

Un Natale con amore

Sempre Natale

Miracoli a Natale

Natale fuori città

Christmas at the palace

Miss Christmas

Mamma, ho perso l’aereo

Una poltrona per due

Chiamatemi Babbo Natale

La Befana vien di Notte

Avendo fatto cotanti film natalizi, posso proporre qualche considerazione giusto per non rendere il mio bellissimo post solo una mera listina di film (quasi tutti) da evitare.

Un fattore comune a molti film natalizi è la totale assenza di genitori o solitudine della protagonista: molte volte è orfana o lontana da casa o in rotta con i suoi parenti; in contrasto, l’oggetto del suo amore è sempre amato, parte di una ricca famiglia amorevole che farà riscoprire alla protagonista solitaria-gattara l’affetto.

Parlando di oggetto dell’amore, il target di riferimento del film ovviamente è femminile (anche se a mio papà questi film piacciono molto) e ciò si nota dal fatto che normalmente il protagonista maschile è molto più bello/affascinante di quello femminile, e molte volte pure con più pelle in bella mostra. In Sempre Natale questo concetto diventa quasi l’unico punto della trama, con lunghe inquadrature sul busto scolpito e i pantaloni a vita molto bassa.

Tuttavia, queste commedie sono anche le più caste: i protagonisti non vanno quasi mai oltre il corteggiamento e, se oltrepassano il limite, lo fanno fuori campo (SCOSTUMATI!). Questo si spiega perché di solito la donna ricerca più i sentimenti che l’atto in sé, mentre l’uomo si approccia maggiormente alla pornografia (e quindi a scene erotiche più spinte nei film); basti pensare alla vendita dei libri di letteratura erotica (dove narrano e non mostrano) come Cinquanta Sfumatura di Grigio, After e tutti gli Harmony.

Inoltre, saranno dettagli, ma ho notato che in molti di questi titoli manco c’è la neve! E molte volte è più importante l’Albero di Natale piuttosto che il presepe (e sono d’accordo).

Dulcis in fundo, una riflessione che avevo portato anche parlando di Mamma, ho perso l’aereo: i ricordi. In molte pellicole la protagonista alla fine capisce di avere sbagliato approccio o rimpiange la compagnia del manzo di turno ripensando a tutti gli avvenimenti avvenuti durante la narrazione; il problema è che il montaggio mostra queste scene non in prima persone come le ha vissute lei ma esattamente prendendole da quelle già girate durante il proseguo della pellicola. Bruttissimo, se volete vedere dei bei ricordi guardatevi Mamma, ho perso l’aereo. Imbarazzante.

Ecco, ho finito. Ora torno a studiare, ciaone burlone! Cosa ne pensate? Siete d’accordo?

Basta studia’, mi sento seffoca’ !

PS: se ti è piaciuto questo articolo, prova a leggere anche questi! Ciao!

I miei film natalizi

I miei film natalizi 2019-2020

Buon Natale!

Buon Natale!

Buon Natale e spero passiate una bellissima giornata all’insegna della felicità e dei festeggiamenti, del calore e delle profumate pietanze! Nel mio piccolo blog, per festeggiare, ho deciso di condividere come ogni anno una nuova canzone con cui sono in fissa, questa volta delle Little Mix: One I’ve Been Missing!

(To the one I’ve been missing)
(To the one I’ve been missing)

I’m sorry I ain’t been around
But you’ve been on my mind a million times
I’ll make it up to you now
We’ll wrap the presents
And put up the tree together
Be together
Baby, there’s no better gift
And now that I have you here
Is when I feel it the most

‘Cause I’ve been gone so long
But I kept holding on
‘Cause I need to show you
Just how much I love you this Christmas
Is it the lights in your eyes?
They’ve never shone so bright
I’ve waited all year to be near
To the one I’ve been missing
This Christmas

(To the one I’ve been missing)
(To the one I’ve been missing)
To the one I’ve been missing
(To the one I’ve been missing)
(To the one I’ve been missing)

I feel too lonely to sleep
Boy, when you’re on the wrong side of the world
Now with the snow at our feet
We’ll sit by the fire
And we’ll set the scene together
Dream together
Baby, there’s no better gift
Now that I have you here
That’s when I feel it the most

‘Cause I’ve been gone so long
But I kept holding on
‘Cause I need to show you
Just how much I love you this Christmas
Is it the lights in your eyes?
They’ve never shone so bright
I’ve waited all year to be near
To the one I’ve been missing
This Christmas

(To the one I’ve been missing)
This Christmas
(To the one I’ve been missing)
To the one I’ve been missing
(To the one I’ve been missing)
This Christmas
(To the one I’ve been missing)

To the one I’ve been missing
(To the one I’ve been missing)
This Christmas
(To the one I’ve been missing)
To the one

To the one I’ve been missing

Questa canzone mi piace molto e il video, che non è quello ufficiale ma un economico vertical video, mostra ciò che adoro delle Little Mix: la loro simpatia, la loro spontaneità e il non divinizzarsi nei video anche se famose. Un bel video per sorridere e passare in allegria il Natale!

E con questa colonna sonora, voglio condividere con voi le mie risposte al Tag a cui sono stato citato ieri. Adoro rispondere ai Tag! Questo è il Link del mio citatore, adesso ricopio la consegna, le domande e mi preparo a rivelare il mio Natale ideale.

Regole della tag:

Gioiosamente saccheggiate dal post originale, ecco come funziona questa tag!

1- Elencare tutti gli elementi del nostro Natale ideale, in base ai vari macroargomenti forniti;
2- Avvisare Moz dell’eventuale post realizzato, contattandolo in privato o lasciando un commento a
https://mikimoz.blogspot.com/2019/12/natale-ideale.html
3- taggare altri cinque bloggers.

Ed ecco le mie risposte:

  • Colonna sonora.

Non sono propriamente un tipo che abbina la propria vita a una colonna sonora, credo che rispondo usando le mie solite risposte standard: musica pop e le soundtracks dei videogiochi e dei film di cui usufruirò durante le vacanze. Comunque, vorrei citare cinque canzoni natalizie che mi piacciono in questo periodo: Every Day is a Holyday, Cozy Little Christmas, One I’ve Been Missing, la sempreverde All I Want for Christmas is You  e la canonica Jingle Bells.

  • Mood.

Dalla notte di Natale, tra il 24 e il 25 per intenderci, sarò tornato dal calcetto di distretto e sarò molto irascibile e lunatico in relazione alla mia stanchezza. Quindi, visto che dicembre sarà abbastanza impegnato, vorrei passare la giornata in tranquillità, studiando poco e rilassandomi come conviene fare in vacanza.

  • Luogo.

Per me Natale significa famiglia, mi piacerebbe passarlo a casa con i miei senza fare nulla e venire riverito per il solo fatto di esistere. Copertina e stare sul divano a guardare un film. Casa mia va benissimo, con i termosifoni a palla.

  • Viaggio.

Non si viaggia, l’ho detto prima eh! Comunque, se proprio dovessi scegliere un luogo andrei al caldo: Sicilia, isole hawaiane o Hollywood. Ma in ogni caso resto a casa con la copertina e le cose che mi piacciono, i viaggi sono stancanti e valgono la pena solo se poi ci sto almeno una settimana o anche tre.

  • Programmi TV:

Thank you, next.

  • Serie TV:

Charmed rimarrà sempre nel mio cuore, non a caso nel blog ci ho pure dedicato una sottocategoria! Poi ci sono i Simpson, Friends e La vita secondo Jim. Non lo vedo bene guardare polizieschi nel periodo natalizio ideale, ma rifarmi gli occhi con Queer as Folk potrebbe essere una bellissima idea! Basta che siano cose allegre.

  • Cartoons.

Certo che questa tag è veramente tanto specifica! Citerei i Simpson, Futurama, i Pokémon, i Due Fantagenitori e forse quei cartoni vecchi della Warner Bros.

  • Film.

Oh bene, qui si ragiona. Ogni Vigilia mi guardo Una poltrona per due; poi ci sta benissimo anche L’amore non va in vacanza e per una saga per ragazzi non si salta Mamma ho perso l’aereo. Questa è la mia triade del Natale. Il resto è contorno. Mi piace molto anche la Rivincita delle bionde, prima o poi me lo riguardo.

  • Fumetto.

Thank you, next.

  • Libro.

Non ho un libro che mi interessi particolarmente, né uno legato al periodo natalizio. Potrebbe essere una guida ai film natalizi? O sulle tradizioni natalizie?

  • Rivista.

Non leggo riviste, non mi piace.

  • Svago.

A me piace molto svagarmi, stare sotto le coperte al calduccio; adoro. Poi mi piace disegnare, giocare coi collage di carta colorata e vedere cosa ne viene fuori, mi piace decorare le maschere veneziane e scrivere. Anche questo blog è uno svago. Non ne ho uno speciale, tutti questi sono belli.

  • Gioco da tavolo.

Una bella partitona a Monopoli, quella ci sta sempre o a Scarabeo. Anche quella del gioco dei Pokémon è molto interessante, ma sono tutti giochi messi via. Mi piacerebbe trovare che sia ancora interessato.

E dopo tutte queste risposte, ecco le mie nomination! Essere nominate da me il giorno di Natale, un onore che probabilmente scopriranno a gennaio! xD

PS: io nomino, poi non so se sono già stati nominati da altri. Al massimo linkatemi le vostre tag!

Ecco i blog che spero collaboreranno (se è un blog condiviso ovviamente è un tag a testa):

  1. Chest of Tales: https://chestoftalesblog.wordpress.com/
  2. Non aprite quel forno: https://nonapritequelforno.home.blog/
  3. Imlestar: https://imlestar.com/
  4. Serial Escape: https://serial-escape.com/
  5. Yidali Ale: https://yidaliale.com/

That’s it. Buon Natale e buone vacanze!

katy

Buone vacanze natalizie^^

Oggi ho finalmente finito la scuola, per l’anno 2016, mi rilasso fino alla fine delle… vacanze!

Questa mattina è stata molto bella perché sono riuscito a recuperare un grosso debito scolastico che avevo in fisica (circa 3), riparandolo con un dignitoso 6. Inoltre, fortunatamente, la professoressa di scienze non ha voluto fare nulla e quindi ho passato l’ultima ora a fare le parole crociate assieme a delle amiche.

In conclusione, ora sono finalmente libero e sperando che anche tu sia in vacanza, te lo auguro:

 

BUONE VACANZE DI NATALE E AUGURI!!!